Patate e patate dolci: differenze

Ultima modifica 27.04.2021
INDICE
  1. Introduzione
  2. Patate normali e dolci: valori nutrizionali
  3. Patate: varietà a confronto
  4. Indice glicemico dei diversi tipi di patata
  5. Come cucinare le patate in modo sano

Introduzione

Le patate dolci e normali sono entrambe ortaggi a radice tuberosa, ma differiscono per aspetto e gusto. Provengono da famiglie di piante differenti, offrono diversi nutrienti e influenzano il livello degli zuccheri nel sangue in modo diverso. Le patate dolci e normali sono entrambe considerate ortaggi a radice ma sono solo lontanamente appartenenti alla stessa famiglia: la patata dolce, conosciuta anche con il termine batata, proviene dalla famiglia Morning glory, Convolvulaceae , e le patate bianche sono nightshades o Solanaceae. La parte commestibile di queste piante sono i tuberi che crescono sulle radici.

Entrambe le varietà sono originarie di regioni dell'America centrale e meridionale, ma ora vengono coltivate e consumate in tutto il mondo. Le patate dolci hanno in genere la buccia marrone e la polpa arancione, ma sono disponibili anche nelle varietà viola, gialle e rosse. Le patate normali sono disponibili nei toni del marrone, giallo e rosso e hanno polpa bianca, gialla o viola. 

Patate normali e dolci: valori nutrizionali

Le patate dolci sono spesso considerate come più sane rispetto alle patate bianche, ma in realtà entrambi i tipi possono essere altamente nutrienti. Ecco un confronto nutritivo di 100 grammi di patata bianca e dolce, compresa di buccia.

  Patata bianca Patata dolce
Calorie 92 90
Proteine 2 grammi 2 grammi
Grasso 0,15 grammi 0,15 grammi
Carboidrati 21 grammi 21 grammi
Fibra 2,1 grammi 3,3 grammi
Vitamina A 0,1% del valore giornaliero (DV) 107% 
Vitamina B6 12%  17% 
Vitamina C 14%  22% 
Potassio 17%  10% 
Calcio 1% 3% 
Magnesio 6%  6% 

Patate: varietà a confronto

Mentre le patate normali e dolci sono comparabili in termini di calorie, proteine ​​e contenuto di carboidrati, le patate bianche forniscono più potassio, mentre le patate dolci risultano parecchio ricche di vitamina A. Entrambi i tipi di patate contengono anche altri composti vegetali benefici. Le patate dolci sono ricche di antiossidanti che aiutano a combattere il danno cellulare nel corpo causato dai radicali liberi. Le patate normali contengono composti chiamati glicoalcaloidi, che hanno dimostrato di avere effetti antitumorali.

Indice glicemico dei diversi tipi di patata

Diversi tipi di patate differiscono anche per il loro indice glicemico (IG), una misura di come un determinato alimento influisce sulla glicemia. Gli alimenti con un IG di 70 o superiore provocano un aumento più rapido della glicemia rispetto agli alimenti con un IG medio di 56-69 o un IG basso di 55 o inferiore.

A seconda del tipo e del processo di cottura, le patate dolci possono avere un IG di 44-94. Le patate dolci al forno tendono ad avere un IG molto più alto di quelle bollite a causa di come gli amidi si gelificano durante la cottura. Anche l'IG delle patate normali varia. Ad esempio, le patate rosse bollite hanno un IG di 89 mentre le patate al forno hanno un IG di 111.

Le persone che hanno il diabete o altri problemi legati alla resistenza insulinica, o sindromi di tipo metabolico, possono trarre beneficio dalla limitazione degli alimenti ad alto indice glicemico. Pertanto, gli esperti in nutrizione consigliano di scegliere le patate dolci anzichè le patate bianche, poiché la varietà dolce ha generalmente un IG inferiore.

Tuttavia, il modo in cui il consumo di patate influisce sulla glicemia dipende in gran parte dal tipo di patata, dalle dimensioni della porzione e dal metodo di cottura. Mentre alcune varietà di patate dolci possono avere un IG inferiore rispetto alle patate normali, altre no.

Come cucinare le patate in modo sano

Sebbene le patate siano altamente nutrienti, sono spesso preparate in modi malsani come ad esempio: fritte, schiacciate con burro e panna o cotte al forno e condite con ingredienti ipercalorici.

Per preparare le patate dolci o normali in modo sano, sono consigliati metodi di cottura più salutari come la bollitura o la cottura al forno. Mantenere la pelle consente di avere un apporto maggiore di fibre. Servire con erbe o spezie fresche invece di formaggio, burro e sale. Anche l'abbinamento delle patate con cibi che hanno meno carboidrati, come proteine ​​magre e verdure non amidacee, può limitare il loro effetto sulla glicemia. L'abbinamento con i cereali è il più insidioso per quanto riguarda l'innalzamento degli zuccheri nel sangue. Uno dei cereali che meglio contribuisce la bilanciamento dell'indice glicemico è il grano saraceno. Evitare il riso

La patata dolce è a metà tra la zucca e la patata, quindi, il suo uso in cucina è versatile. Si presta alla preparazione di numerose ricette, può essere mangiata anche cruda e in tal caso il suo sapore ricorda quello della carote. Può essere utilizzata anche per la preparazione di dolci. È necessario però qualche accorgimento: la batata è molto più tenera della patata tradizionale e la sua cottura avviene in tempi assai più brevi. La batata rossa può anche sostituire la zucca, nella preparazione di risotti e sughi, ripieni e torte, e la carota, condita a crudo nelle insalate miste o cucinata in zuppe e minestre.

Anche fra carote e baby carote ci sono differenze.