Pasta a colazione: perché fa bene
Ultima modifica 30.06.2022
INDICE
  1. Cos’è e da dove arriva questo nuovo trend
  2. Benefici della pasta a colazione
  3. Quali sarebbero i condimenti migliori

Soprattutto in Italia ma non solo, la colazione ideale è considerata per la maggior parte delle persone quella a base di caffè, cappuccino, latte, o te e cibi dolci come biscotti, brioches, torte o frutta. Tuttavia, una delle ultime tendenze a farsi largo nel mondo food e wellness è quella che suggerisce di mangiare durante il primo pasto della giornata un piatto di pasta.

Non importa quale sia il condimento, andrebbe benissimo la carbonara, così come la pasta al pesto o al pomodoro, ciò che conta è che sia pasta.

Cos’è e da dove arriva questo nuovo trend

Anche se si sta facendo ormai largo in molte parti del mondo, l'idea di mangiare un piatto di pasta a colazione ha origine in alcuni Paesi ben precisi: Inghilterra, Stati Uniti, Germania e Australia, dove sono proprio molti nutrizionisti a consigliarla come scelta primaria per iniziare la giornata.

Il motivo è che nutrirsi in questo modo la mattina porterebbe con sé molti benefici. Anche se non sempre oltre i confini italiani la dimestichezza con la preparazione della pasta è alta, si tratta infatti di un piatto universalmente eletto tra i più sani e tra coloro che possano generare maggiori effetti positivi sull'organismo, a patto ovviamente che i condimenti siano salutari e ben bilanciati a livello di nutrimenti.

Il suo successo planetario dipende anche nel fatto che le versioni in cui è possibile prepararla sono praticamente infinite e si adattano quindi alle occasioni più disparate, da una semplice cena casalinga, a un pranzo con gli amici, fino a una più ricercata esperienza gourmet.

Insomma, che la pasta sia uno dei cibi più apprezzati al mondo non stupisce. La novità del momento risiede invece nel momento della giornata nel quale si considera una buona idea mangiarla. Fino ad ora, infatti, nessuno aveva mai pensato alla colazione ma qualcosa sembra stia cambiando.

Benefici della pasta a colazione

I professionisti della nutrizione anglosassone e non solo però stanno sostenendo in modo piuttosto compatto che spaghetti, penne, tagliatelle, maccheroni e simili possano rappresentare validi e buonissimi sostituti delle classiche colazioni a base di brioches, ma anche yogurt, corn flakes e cereali golosi.

Il motivo di tale affermazione è molto semplice. L'ideale per iniziare la giornata sarebbe introdurre nel proprio organismo carboidrati complessi, grassi sani e proteine, alimenti che assicurano energia necessaria di prima mattina e fanno arrivare sazi e soddisfatti fino all'ora di pranzo.

Per fare il pieno di questi elementi, il piatto di pasta è perfetto perché molto più facile da digerire rispetto a ricette tipiche dei Paesi in cui si sta diffondendo questa tendenza. In Inghilterra e Stati Uniti soprattutto, infatti, le colazioni non sono solo dolci ma molto spesso salate e a base di uova, formaggio bacon e a volte patate, decisamente molto più pesanti di un piatto di pasta condito in modo leggero. Inoltre, mangiare pasta a colazione aiuterebbe anche a tenere sotto controllo il peso.

Quali sarebbero i condimenti migliori

Anche se la proposta può sembrare quantomeno bizzarra è innegabile che molti degli ingredienti alla base della produzione di pasta e di molti condimenti basici, siano gli stessi, o comunque molto simili, a quelli necessari per preparare altri cibi tipici della colazione. Torte e biscotti, ad esempio, contengono farina, uova e olio d'oliva. Tuttavia, almeno in Italia, fino a questo momento la pasta è sempre stata associata esclusivamente agli altri pasti principali della giornata, ovvero pranzo e cena.

I tempi per un cambiamento sembrano però arrivati, almeno stando a giudicare il numero sempre crescente di specialisti del settore che sostengono che mangiare un piatto di pasta a colazione sia un modo estremamente salutare di iniziare la giornata. C'è chi si sbilancia ed azzarda a dire quale sia la ricetta migliore: la pasta alla carbonara, almeno secondo molti nutrizionisti tedeschi che giudicandola completa degli elementi essenziali, la definiscono molto più salutare della classica fetta di pane con pasta spalmabile, ricca di zucchero e carboidrati semplici che possono far impennare i livelli di zucchero nel sangue. Sempre in Germania il Centro Federale di Nutrizione invita anche a prepararsi una pasta integrale a base di farina di ceci o di lenticchie, così da assicurare fin dal primo mattino al corpo la giusta quantità di fibre. In questo caso come condimento sono perfette la classica salsa di pomodoro fatta in casa, ma anche il pesto alla genovese o un uovo fritto, strapazzato o in camicia.

Molte prestigiose cliniche statunitensi, invece, sostengono che condire la pasta con una buona dose di piselli freschi assicuri la giusta dose di proteine per iniziare la giornata, ancor meglio se ai legumi si aggiungono una spolverata di formaggio grattugiato o alcuni cucchiai di yogurt greco.

In Australia il consiglio che va per la maggiore è quello di scegliere per la colazione spaghetti conditi con pancetta affumicata, pomodorini, uova in camicia, piselli , prezzemolo ed erba cipollina.