Farina di grillo: proprietà nutrizionali e vantaggi, utilizzi e quanto costa

Farina di grillo: proprietà nutrizionali e vantaggi, utilizzi e quanto costa
Ultima modifica 27.01.2023
INDICE
  1. Come si produce la farina di grillo?
  2. Vantaggi della farina di grillo
  3. Proprietà nutrizionali della farina di grillo
  4. Quanto costa la farina di grillo?
  5. Farina di grillo: vale la pena?
  6. Come si usa la farina di grillo?

Alcune industrie alimentari si stanno concentrando sulla produzione di alimenti a base di insetti. Tra le varie Specie, una in particolare sembra prestarsi notevolmente all'allevamento: il grillo di terra (Genere Acheta).

Questo animale pare avvalersi di caratteristiche nutrizionali a dir poco eccellenti; senza considerare poi che il rapporto tra costi di allevamento, tempistiche e resa non ha eguali. Per tali sagioni si prevede una rapidissima espansione del suo impiego nell'alimentazione umana già a partire dalla seconda metà del XXI secolo.

L'azienda che per prima ha elaborato un prodotto destinato all'alimentazione umana a base di grillo è la "Tiny Farms", con sede in California. Questa società, dopo un notevole investimento economico, ha immesso sul mercato una vera e propria farina animale a base di insetti: la farina di grillo (cricket flour / powder).

Dalla consistenza tipicamente "polverosa", la farina di grilli ha un colore solitamente bruno scuro.

Dal 24 gennaio 2023, inoltre, anche l'Unione Europea ha adattato il proprio regolamento di produzione alimentare alla disponibilità di questo nuovo ingrediente (grillo in polvere parzialmente sgrassato).

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2023/01/27/grillo-orig.jpeg Shutterstock

Come si produce la farina di grillo?

Nei paesi occidentali, quando vengono allevati per il consumo umano, gli insetti sono allevati con gli stessi standard di sicurezza di qualsiasi altro alimento.

L'elaborazione inizia generalmente con la rimozione delle viscere dell'insetto, sebbene questo passaggio sia facoltativo. Vengono quindi sottoposti a liofilizzazione - operazione che viene eseguita utilizzando tela di iuta o polipropilene - e infine impacchettati.

Gli insetti possono essere mantenuti interi refrigerati o trasformati in polvere.

La farina di grillo è fatta con grilli liofilizzati e cotti al forno, per facilitarne lamacinatura.

Vantaggi della farina di grillo

La farina di grillo è come le altre farine animali?

La farina di grillo non sembra avere molte caratteristiche in comune con la maggior parte delle farine di origine animale oggi usate in allevamento e agrigoltura (farina di pesce, farina di corna ossa zoccoli e sangue ecc.).

La farina di grillo risulta infatti:

  • commestibile per l'uomo;
  • igienicamente sicura;
  • eco-sostenibile;
  • anche se "meno" rispetto agli iniizi (2015 circa), ancora piuttosto costosa.

La farina di grillo è sicura?

Da quanto affermano i suoi produttori, la farina di grillo non dovrebbe essere né a rischio di contaminanti (come le diossine e il metilmercurio del pesce), né a rischio di prioni (come quelli responsabili della "Bovine Spongiform Encephalopathy" o BSE o Mucca Pazza).

Le persone con allergia ai crostacei dovrebbero usare cautela.

Si sconsiglia caldamente il consumo degli insetti crudi.

E' infine consigliabile fare affidamento solo su materie prime certificate; anche in questo ambito si assiste al dilagamento di allevamenti clandestini.

Eco-sostenibilità della farina di grillo

Gli inventori della farina di grillo "puntano tutto" su di una caratteristica decisamente invidiabile e auspicabile, ovvero l'eco-sostenibilità.

Non è una novità che il pianeta Terra stia esaurendo le proprie risorse naturali a causa dell'eccessivo sfruttamento da parte dell'uomo; nonostante ciò, si continua a produrre una quantità a dir poco eccessiva di energia ed alimenti.

Basti pensare che, per ottenere 1 libbra di carne (poco meno di mezzo chilogrammo), è necessario impiegare mediamente 25 libbre di mangime (valore medio tra bestie di grosse dimensioini e piccole).

Al contrario, per produrre 1 libbra di grilli, sono sufficienti 2 libbre di mangime. Una bella differenza!

Ciò è imputabile al fatto che, rispetto agli animali da macello tradizionali (uccelli e ancor più i mammiferi), gli insetti crescono in maniera esponenzialmente più veloce.

Le previsioni di marketing indicano che, entro il 2054, le fonti alternative supereranno il 33% della produzione globale proteica e, in questo contesto, la farina di grilli giocherà un ruolo fondamentale.

Proprietà nutrizionali della farina di grillo

La maggior parte degli insetti destinati all'alimentazione umana, senza eccezione per i grilli, contiene pochissimi grassi e, oltretutto, si avvale di una concentrazione proteica he sfiora il 60-70% della massa totale e ad alto valore biologico.

Inoltre, i grilli sono ricchissimi di minerali e vitamine, come calcio, potassio, ferro e vitamina B12 (cobalamina), vitamina B2 ecc.; in conclusione, sembrerebbero un vero e proprio toccasana per l'accrescimento osseo, per la prevenzione all'anemia, per il supporto nutrizionale in gravidanza e non solo.

Quanto costa la farina di grillo?

Il costo della farina di grilli (100% a base di grillo di terra) è partito da circa 25-45 $ a pound (poco meno di mezzo chilogrammo) e, ad oggi (2023), sembre essere rimastolo stesso (mediamente 40 $ a pound).

Si tratta di un prezzo decisamente superiore rispetto sia alla media degli sfarinati di origine animale, sia a quella delle farine alternative destinate al miglioramento dell'apporto proteico per l'uomo.

Se ne evince che, per il momento, l'impiego di farina di grilli per l'alimentazione umana o animale, quando usata come sostituto della carne, del pesce, delle uov e del latte e derivati, risulti ancora economicamente insostenibile - soprattutto contestualizzata in una produzione su larga scala.

Se però ne consideriamo un impiego "ragionevole", come l'integrazione di una dieta carente in proteine, con l'obbiettivo di aumentare l'ecosostenibilità della dieta umana, la farina di grillo può essere una buona soluzione.

Farina di grillo: vale la pena?

A questo punto, molti lettori si chiederanno: "Perché la farina di grillo costa così tanto se, per produrla, è necessario utilizzare così poco mangime?"

Sottolineando che si tratta di un prodotto ancora in fase di sviluppo, è necessario tenere in considerazione che le aziende produttrici hanno dovuto investire enormi capitali per: la ricerca, gli impianti all'avanguardia, la formulazione dei mangimi, i software ecc. Ovviamente, le spese verranno ammortizzate nel tempo ed ulteriormente ridotte grazie alla ricerca e all'impegno tecnologico; tuttavia, al momento è necessario continuare ad investire capitale per ottimizzare il metodo di allevamento e il processo di lavorazione.

Personalmente credo che, per quanto l'introduzione sul mercato di un prodotto simile possa risultare difficoltosa, soprattutto a causa dello scetticismo collettivo, un tentativo da parte della popolazione occidentale sia quantomeno doveroso.

La velocità di crescita dei grilli è di molte volte superiore a quella dei grossi mammiferi, ragion per cui il loro impiego nell'alimentazione umana potrebbe costituire una parziale ma efficace soluzione ai problemi di: allevamento intensivo, presenza di farmaci e contaminanti nel prodotto finale, sfruttamento delle risorse terriere e disboscamento a scopo agricolo.

Come si usa la farina di grillo?

Ad oggi, l'impiego principale della farina di grillo a livello industriale è come ingrediente di:

  • barrette proteiche;
  • pasta;
  • pane;
  • tortilllas;
  • biscotti;
  • snack simili a chips, di composizione mista (con anche legumi e cereali);
  • burger alternativi - a base vegetale - ecc.;
  • smoothies.

Segnaliamo tuttavia che, essendo disponibile anche al dettaglio, la farina di grillo sta rapidamente trovando impiego anche nelle formulazioni casalinghe - ad esempio negli impasti dei panificati.

Autore

Dott. Riccardo Borgacci

Dott. Riccardo Borgacci

Dietista e Scienziato Motorio
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer