Dieta di dicembre per il colesterolo: il menù settimanale del nutrizionista

Dieta di dicembre per il colesterolo: il menù settimanale del nutrizionista
Ultima modifica 06.12.2023
INDICE
  1. Dieta di dicembre per il colesterolo: il menù settimanale del nutrizionista
  2. Lunedì
  3. Martedì
  4. Mercoledì
  5. Giovedì
  6. Venerdì
  7. Sabato
  8. Domenica

Dieta di dicembre per il colesterolo: il menù settimanale del nutrizionista

In questo breve articolo parleremo di come contrastare alti livelli di colesterolo grazie ad un menù settimanale "tipico" del mese di dicembre.
La riduzione del colesterolo può essere facilitata, oltre che dall'eventuale inversione del sovrappeso e all'inizio di attività fisica regolare, anche dalla scelta degli "alimenti giusti".
Com'è deducibile da questa frase introduttiva, la priorità rimane quella di mettere l'organismo in condizioni ottimali sul piano della composizione corporea e della funzionalità metabolica.

Quando la massa grassa corporea è tanto alta, rispetto a quella magra, da compromettere la capacità dell'organismo di rimanere in equilibrio – vedi i dismetabolismi o malattie del ricambio o patologie metaboliche – è prima di tutto necessario dimagrire.

Il mezzo principale è impostare una dieta ipocalorica dimagrante. In questo, anche l'esercizio motorio può senz'altro aiutare, ma è anche responsabile di ulteriori cambiamenti positivi. Prima di tutto, ottimizza le potenzialità muscolari (il muscolo è un fattore protettivo), promuove la fitness generale, migliora il metabolismo del glucosio e del colesterolo (i suoi benefici non si fermano qui, ma nelle prossime righe parleremo d'altro).

Se anche ciò non bastasse, è il caso di bilanciare la dieta. Nel senso che diviene necessario eseguire una serie di rettifiche che riguardano: scelta dei cibi giusti, sostituendoli a quelli meno benefici, e inserimento di alimenti normalmente evitati che però hanno un buon impatto sull'organismo.

Gli obbiettivi nutrizionali prioritari, nel tentativo di migliorare il profilo del colesterolo (rapporto colesterolo HDL/LDL ottimale, a vantaggio del primo "buono" sul secondo "cattivo", ed eventuale riduzione del colesterolo totale), sono:

  1. Sostituzione dei grassi saturi con quelli insaturi, gran parte dei quali sarà costituito dall'omega 9
    acido oleico;
  2. Garantire una quantità adeguata di acidi grassi essenziali e semi-essenziali omega 3 (acido alfa-
    linolenico, EPA e DHA) e di omega 6 acido linolenico;
  3. Assicurare una glicemia che rientri nei limiti fisiologici;
  4. Apportare almeno 30 g / die di fibre, la maggior parte solubili;
  5. Introdurre anche un buon pool di antiossidanti vegetali.


La chiave per ottenere tutti questi pregi dietetici è:

Vediamo ora come contestualizzare i cibi specifici del mese di dicembre, organizzati in un menu settimanale composto da "piatti unici" – tutti i condimenti a base di grassi sono costituiti da olio extravergine di oliva, in misura di circa 2 cucchiai a pasto.

Ecco un esempio di menù settimanale per la dieta di Dicembre per il colesterolo

Attenzione: le seguenti indicazioni hanno scopo esclusivamente informativo e non intendono sostituire il parere di specifiche figure professionali il cui intervento si rende necessario per la prescrizione e la composizione di terapie alimentari personalizzate, ovvero studiate sulle particolari condizioni fisiologiche e/o patologiche del singolo individuo e sul suo specifico fabbisogno energetico.

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità.

Lunedì

Martedì

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

Sabato

Domenica

Autore

Dott. Riccardo Borgacci

Dott. Riccardo Borgacci

Dietista e Scienziato Motorio
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer