Come conservare il rosmarino fresco?

Come conservare il rosmarino fresco?
Ultima modifica 03.06.2024
INDICE
  1. Cos'è il rosmarino?
  2. Quali sono i metodi di conservazione del rosmarino fresco?
  3. Come conservare il rosmarino in frigorifero?
  4. Come conservare il rosmarino in freezer?
  5. Come conservare il rosmarino sotto sale?
  6. Come conservare il rosmarino sott'olio?
  7. Benefici principali del rosmarino

Cos'è il rosmarino?

Il rosmarino è una pianta aromatica dalle innumerevoli proprietà, facile da coltivare nell'orto, ma anche sul balcone di casa. Con il suo sapore caratteristico e mediterraneo, il rosmarino arricchisce di gusto numerose preparazioni in cucina.

Oltre a consumarlo fresco, appena raccolto dalla pianta, è possibile conservarlo in diversi modi, e mantenere intatte le sue proprietà organolettiche

Quali sono i metodi di conservazione del rosmarino fresco?

  • In frigorifero
  • In congelatore
  • Sotto sale
  • Sott'olio

Come conservare il rosmarino in frigorifero?

Una volta raccolto, il rosmarino può essere conservato in frigorifero senza alterare gusto, consistenza e aroma. Lavare i rametti di rosmarino ed asciugarli con della carta assorbente, avvolgerli nella carta da cucina e riporre in frigorifero, o in una vaschetta senza coperchio, o direttamente sul ripiano più basso. 

 

Come conservare il rosmarino in freezer?

Il rosmarino può essere anche congelato. Per facilitare l'utilizzo in cucina, è bene far congelare i rametti separati, e non a mazzetti, ma distanziati tra di loro. Una volta congelati si ripongono in un sacchetto per gli alimenti, o in un contenitore a chiusura ermetica. Il rosmarino in freezer può essere conservato fino a 6 mesi. In questo caso è meglio utilizzarlo per preparazioni calde o marinature. 

Come conservare il rosmarino sotto sale?

Un altro modo di conservare il rosmarino mantenendone la freschezza è quello di conservarlo sotto sale. Serviranno un barattolo di vetro, pulito e sterilizzato previa bollitura, e del sale grosso. I rametti si mischiano al sale, così da essere pronto da utilizzare su carni rosse, arrosti, pollame, ma anche pesce al cartoccio, ortaggi o patate al forno. 

Come conservare il rosmarino sott'olio?

Tra i metodi di conservazione del rosmarino fresco troviamo anche il sott'olio. Disporre i rametti di rosmarino freschi in vaso in vetro capiente, e ricoprire con olio extra vergine di oliva. Lasciare macerare per una ventina di giorni. A questo punto è pronto da usare: sia l'erba aromatica stessa, che l'olio aromatizzato. 

Come essiccare il rosmarino?

Il rosmarino fresco può essere essiccato in maniera semplice: 

  • in un luogo fresco e asciutto come la cantina. I mazzetti andranno appesi all'ingiù sino ad asciugatura completa: il verde degli aghi di rosmarino diventeranno marroncini. Dopodichè si conservano in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente.
  • in forno, alla temperatura di 50°C per circa 4 ore, lasciando lo sportello del forno leggermente aperto per far uscire l'umidità. Allo stesso modo, una volta pronti ed essiccati, i rametti si conservano in un barattolo di vetro.

Benefici principali del rosmarino