Tutti i benefici del cioccolato fondente

Tutti i benefici del cioccolato fondente
Ultima modifica 04.01.2022
INDICE
  1. È molto nutriente
  2. È una potente fonte di antiossidanti
  3. Può migliorare il flusso sanguigno e abbassare la pressione
  4. Aumenta il colesterolo buono e riduce quello cattivo
  5. Può ridurre il rischio di malattie cardiache
  6. Può proteggere la pelle dal sole
  7. Potrebbe migliorare la funzione cerebrale

Mangiare cioccolato fondente ad alta concentrazione di cacao non soddisfa solo la voglia di uno spuntino goloso ma fa anche bene alla salute. Questo cibo infatti è ricco di sostanze nutritive che assicurano diversi benefici.

Questi i principali.

È molto nutriente

Il cioccolato fondente con un alto contenuto di cacao rappresenta un'ottima fonte dal punto di vista nutrizionale, soprattutto per quanto riguarda fibre e minerali.

Nello specifico una tavoletta di cioccolato fondente da 100 grammi con il 70–85% di cacao contiene:

  • 11 grammi di fibra
  • 67% del fabbisogno giornaliero di ferro
  • 58% del fabbisogno giornaliero di magnesio
  • 89% del fabbisogno giornaliero di rame
  • 98% del fabbisogno giornaliero di manganese

Inoltre, il cioccolato fondente è ricco di potassio, fosforo, zinco, selenio e acido oleico, un grasso salutare per il cuore che si trova anche nell'olio d'oliva.

Tuttavia esiste anche il rovescio della medaglia. Mangiare questa quantità, infatti, comporta l'assunzione di 600 calorie.

Inoltre nel cioccolato fondente sono presenti anche l'acido stearico che ha un effetto neutro sul colesterolo e l'acido palmitico che invece può aumentarne i livelli se pur minimamente, visto che costituisce solo un terzo delle calorie totali dei grassi del cioccolato fondente.

Infine il cioccolato fondente contiene stimolanti come la caffeina e la teobromina ma in quantità minori rispetto al caffè e quindi non in grado di influire sulla qualità del sonno.

È una potente fonte di antiossidanti

Il cioccolato fondente è ricco di composti organici che funzionano come antiossidanti. I principali sono polifenoli, flavanoli, catechine e la loro concentrazione è superiore a quella di altri alimenti considerati anch'essi antiossidanti, come mirtilli e bacche di acai.

Può migliorare il flusso sanguigno e abbassare la pressione

I flavanoli presenti nel cioccolato fondente possono stimolare l'endotelio, il rivestimento delle arterie, a produrre ossido nitrico, che ha tra le sue funzioni quella di inviare segnali alle arterie per rilassarsi. Questo riduce la resistenza al flusso sanguigno e quindi migliora la pressione.

Aumenta il colesterolo buono e riduce quello cattivo

Il consumo di cioccolato fondente può migliorare diversi importanti fattori di rischio per le malattie cardiache.

In uno studio controllato è stato scoperto che la polvere di cacao riduce significativamente il colesterolo LDL ossidato (cattivo) negli uomini, aumenta il colesterolo buono e abbassa quello cattivo totale nei soggetti con colesterolo alto.

L'abbassamento del colesterolo cattivo ossidato avviene perché il cioccolato fondente contiene un'abbondanza di potenti antiossidanti che entrano nel flusso sanguigno e proteggono le lipoproteine dal danno ossidativo.

I flavanoli presenti in questo alimento possono anche ridurre la resistenza all'insulina, che è un altro fattore di rischio comune per malattie cardiache e il diabete.

Tuttavia, per le persone con questa patologia è fondamentale tenere in considerazione il fatto che il cioccolato fondente contenga anche zucchero, che può generare l'effetto opposto.

Può ridurre il rischio di malattie cardiache

I composti nel cioccolato fondente sembrano essere altamente protettivi contro l'ossidazione delle LDL e questo nel tempo dovrebbe far sì che molto meno colesterolo si depositi nelle arterie, con un conseguente minor rischio di malattie cardiache.

A dirlo sarebbero anche diversi studi osservazionali a lungo termine, che mostrano un miglioramento abbastanza drastico in tal senso.

In uno effettuato su 470 uomini anziani, è stato scoperto che il cacao riduce il rischio di morte per malattie cardiache del 50% in 15 anni, mentre altri due hanno rivelato che mangiare cioccolato almeno due o più volte alla settimana riduce del 32% il rischio di avere placca calcificata nelle arterie, e più di cinque volte a settimana riduce del 57% il rischio di malattie cardiache.

Naturalmente si tratta di studi osservazionali, quindi non è chiaro esattamente se sia solo il cioccolato a ridurre il rischio. Tuttavia, poiché il processo biologico di abbassamento della pressione sanguigna è noto, è plausibile che mangiare regolarmente cioccolato fondente possa essere positivo da questo punto di vista.

Può proteggere la pelle dal sole

I composti bioattivi nel cioccolato fondente possono anche essere ottimi per migliorare la salute della pelle.

In particolare sono i flavanoli a proteggere dai danni del sole, migliorare il flusso sanguigno alla pelle e aumentarne la densità e l'idratazione.

La dose eritematosa minima è la quantità minima di raggi UVB necessaria per provocare arrossamento della pelle 24 ore dopo l'esposizione. In uno studio su 30 persone si è osservato come questa risulti più che raddoppiata dopo aver consumato cioccolato fondente ad alto contenuto di flavanoli per 12 settimane.

Potrebbe migliorare la funzione cerebrale

Il cioccolato fondente può anche migliorare il funzionamento cerebrale.

Uno studio su volontari sani ha mostrato che mangiare cacao ad alto contenuto di flavanoli per 5 giorni aumenti il flusso sanguigno al cervello.

Il cacao può anche migliorare significativamente la funzione cognitiva negli anziani con lieve decadimento cognitivo, la fluidità verbale e diversi fattori di rischio per la malattia.

Inoltre, il cacao contiene sostanze stimolanti come la caffeina e la teobromina, che possono aumentare i livelli di attenzione e reattività a breve termine.