Acerola: proprietà e benefici della ciliegia tropicale

Acerola: proprietà e benefici della ciliegia tropicale
Ultima modifica 21.11.2022
INDICE
  1. Introduzione
  2. Proprietà dell'Acerola
  3. Concentrato di vitamina C e sali minerali
  4. Proprietà benefiche
  5. Come si assume
  6. Controindicazioni

Introduzione

L'acerola è il frutto della Malpighia emarginata, pianta originaria dell'America centro-meridionale e della zona tropicale delle Antille. La forma e il colore lo rendono molto simile alla ciliegia tanto da essere denominata "ciliegia delle Barbados o del Brasile". E' formata da piccoli spicchi di colore arancio scuro o rosso, e il suo sapore acidulo ricorda quello del mandarino.

Viene coltivata soprattutto in Brasile, essendo il clima ideale quello tropicale perché predilige i terreni sabbiosi o argillosi. Il frutto dell'Acerola è ovale, con dimensioni di 1-2 cm, morbido, succoso, con una buccia sottile e un grosso seme all'interno.

Dai frutti si ricava il succo che viene concentrato, essiccato e polverizzato fino ad ottenere un estratto con un altissimo contenuto di vitamina C. Da sapere: 1 grammo di polvere di acerola essicata corrisponde a circa 100 gr di arancia, in quanto a vitamina C.

Proprietà dell'Acerola

  • Prevenire e combattere le sindromi influenzali
  • Combattere le carenze vitaminiche
  • Prevebire le malattie da raffreddamento
  • Combattere le infezioni del tratto respiratorio
  • Stimolare le difese immunitarie
  • Efficace nei casi di astenia
  • Sintesi del collagene
  • Azione antiossidante
  • Aumento dell'assorbimento di ferro
  • Azione antinfiammatoria
  • Azione antistaminica

Concentrato di vitamina C e sali minerali

La caratteristica peculiare dell'acerola è quella di essere una miniera di vitamina C, oltre alle diverse proprietà. Il frutto fresco dell'acerola, infatti, contiene un quantitativo di vitamina C 30 volte superiore rispetto alle arance o al kiwi, alle fragole.  Possiamo ritenere questa "cicliegia tropicale" una tra le fonti naturali di acido ascorbico più efficaci per il benessere dell'organismo. 

I frutti dell'acerola apportano circa 32 calorie per 100 gr di prodotto (87,8% carboidrati, 4,3% proteine, 8% grassi), non contengono solo vitamina C, bensiì caroteni, tannini, vitamine B1, B2, B3, B5, B6provitamina A e sali minerali tra cui: ferrocalciofosforopotassiomagnesio.  Anche dal punto di vista della composizione chimica, questi frutti contengono il doppio di magnesio e di acido pantotenico rispetto alle arance. Sono inoltre richci di bioflavonoidi (ossia di vitamina C2) che hanno un'azione sinergica alla vitamina C. 

Il podio dei frutti più vitaminici

Al mondo esistono frutti ricchissimi di acido ascorbico, quindi di vitamina C. Il loro consumo è assolutamente benefico per la salute, tuttavia, è bene sciacquare la bocca con dell'acqua prima e dopo averli mangiati, in quanto lo smato dei denti potrebbe essere fortemente intaccato (per via del potere acidifcante). Veniamo al podio dei frutti più ricchi di vitamina C:

  1. Gubinge australiano, conosciuto anche come Kakadu Plum, è un frutto coltivato dagli aborigeni. Frutto di piccole dimensioni, dal colore verde, simile ad una prugna. Il sapore ricorda quello della mela cotta. Il suo contenuto di vitamina C è di 100 volte superiore all'arancia.
  2. Camo camo amazzonico: frutto che cresce lungo le rive del Rio delle Amazzoni, simile a piccole mele tonde dal colore che vira dal giallo al rosso. Il suo contenuto di vitamina C è di 50 volte superiore all' arancia.
  3. Acerola, che abbiamo descritto in questo articolo, ha un contenuto di vitamina C è di 30 volte superiore all' arancia

Proprietà benefiche

Con un profilo vitaminico e minerale di grande sostanza, l'acerola vanta notevoli benedici per la salute del nostro organismo. Tra essi, si elencano: 

Come si assume

L'acerola si trova in commercio sotto forma di integratori, polvere e tisane, ma anche come succo confezionato in aggiunta ad altri frutti o estratti. Il succo fresco puro di acerola, in Italia è difficilmente reperibile e lo si trovapastorizzato e confezionato. Si può aggiungere la polvere di acerola nella preparazione di un frullato o un centrifugato di frutta e verdura; nella preparazione di dolci, marmellate, gelatine.

Controindicazioni

Il consumo di acerola non presenta particolari controindicazioni. Può essere consumato sia dagli adulti che dai bambini.Da limitare l'assuinzione in caso di: