Ultima modifica 23.10.2020
INDICE
  1. Preparazione
  2. Viparita Karani: la posizione drenante per eccellenza
  3. Posizione della Candela
  4. Posizione dell'Aratro (Halasana)
  5. Benefici

Le calde giornate inducono il corpo a trattenere i liquidi e a gonfiarsi. Complice la vita sedentaria che spesso caratterizza le nostre giornate, spesso arriviamo a sera avvertendo una certa pesantezza soprattutto agli arti inferiori che sentiamo il bisogno di alleggerire.

Oltre a bevande disintossicanti e docciature fredde, anche la pratica yoga ci viene incontro regalandoci alcune posizioni che vanno a drenare il corpo, migliorando la circolazione venosa e linfatica degli arti inferiori.

Sdraiati sul tappetino e Iniziamo!

Preparazione

Porta le ginocchia verso l'addome, abbracciati e, se riesci, afferra i gomiti. Rimani con le gambe verso il petto per cinque respiri. Poi allunga la gamba sinistra a terra, stacca la gamba destra e cerca di portarla verso la spalla, se puoi afferra la caviglia o l'alluce e avvicina la fronte alla tibia. Rimani per cinque respiri e poi cambia gamba. Allunga la gamba destra al pavimento e porta la sinistra piegata verso il petto, poi cerca di allungarla verso la testa, afferra la caviglia o l'alluce e porta la fronte verso la tibia sinistra, resta anche qui per cinque respiri. 

Porta entrambe le gambe a terra davanti a te e torna col corpo completamente sdraiato al pavimento. Poi sollevale lentamente a squadra ed entra nella posizione del pilastro. Stendi le braccia lateralmente e solleva anche il petto, staccando la schiena dal suolo, lo sguardo è rivolto verso l'alto. Mantieni la posizione per cinque respiri. 

Torna con le gambe a terra, solleva i glutei, porta le mani nella zona lombare per sostenere la schiena ed entra nella posizione del mezzo ponte. Da qui solleva la gamba destra e portala oltre la spalla, allungando la gamba sinistra verso terra. Rimani per cinque respiri e poi cambia la gamba. Porta indietro la gamba sinistra e metti a terra la destra allungata.

Viparita Karani: la posizione drenante per eccellenza

Torna con entrambi i piedi a terra, tieni le mani sotto la lombare ed esegui un anteroversione con il bacino, portando le gambe verso l'alto. Sei entrato in Viparita Karana, una potente variante della posizione della candela, in cui le mani sostengono il bacino e gambe e  liquidi del corpo scendono lentamente verso il basso.

Rimani qua per cinque respiri o anche più se puoi, considera che queste è una delle posizioni più potenti dello yoga.

Posizione della Candela

Da Viparita puoi entrare direttamente nella candela, facendo scivolare le mani sulla schiena, verso le scapole, tutto il peso si sposta sulle spalle, le gambe sono tese verso l'alto, gli alluci puntano al soffitto, lo sguardo al cielo e il collo è immobile.

Dopo cinque respiri nella posizione classica della candela porta prima la gamba destra oltre la testa, toccando il pavimento con l'alluce e poi, ritorni e porti giù la gamba sinistra

Posizione dell'Aratro (Halasana)

Torna con entrambe le gambe tese al cielo e falle scivolare verso terra oltre la testa, entrando nella posizione di Halasana, l'aratro. Stendi le braccia a terra in avanti, se puoi afferra i palmi. Rimani per cinque respiri e poi torna con entrambe le gambe verso l'alto, rientra nella posizione della candela e poi falle scendere  verso terra davanti a te, srotolando lentamente la colonna vertebrale, col braccia appoggiate al tappetino.

Quando sei con la schiena e le gambe a terra, rilassati in Svasana, la posizione del cadavere e abbandona tutto il peso del corpo al suolo.

Benefici

In questa mini sequenza che lavora sulla salute delle gambe, abbiamo inserito una serie di posizioni invertite che migliorano il sistema immunitario ed endocrino, calmano la mente e favoriscono la concentrazione.

A livello di circolazione, la sequenza conferisce sollievo alle gambe stanche, favorisce il ritorno venoso e il drenaggio dei liquidi linfatici dagli arti inferiori. Riduce i sintomi conseguenti alla presenza di vene varicose e dovute a insufficienza venosa, allungando i muscoli posteriori delle gambe. Questa pratica attenua la sindrome premestruale e i sintomi della menopausa. Se praticata nel periodo precedente al ciclo aiuta a ridurre i crampi addominali e gonfiori.

Autore

YOGAESSENTIAL

YOGAESSENTIAL

Insegnanti di Yoga
Elena, imprenditrice e venture capitalist, Selena esperta in comunicazione e media relation, entrambe insegnanti di Yoga. Un sodalizio affettivo e professionale che dura da oltre vent'anni. Sono unite da tanti valori comuni e dalla passione per lo Yoga, da cui nasce il progetto YOGAESSENTIAL