Posizione del Guerriero 2: come eseguire le varianti di Virabhadrasana

Ultima modifica 25.09.2020
INDICE
  1. Come si esegue
  2. Benefici

Abbiamo già visto nel dettaglio la posizione del Guerriero 2, posizione che fa parte del ciclo dei Guerrieri (Guerriero I,2,3), asana yoga che attivano tutto il corpo e lavorano sulla forza di gambe, addome e braccia.

In questa sequenza proponiamo alcune varianti che ci permettono di rendere ancora più intensa l'asana, lavorando su allungamenti del busto, espansione della schiena e potenziamento delle catene muscolari posteriori delle gambe.

Per approfondire: Posizione del cane a testa in giù e varianti

Come si esegue

Portati  sul tappetino con le gambe divaricate per un metro circa e con le mani in preghiera davanti al petto. Ruota il piede destro verso destra, apri i fianchi, allarga le braccia verso l'esterno con i palmi delle mani rivolti verso il pavimento, rilassa  le spalle mantenendole lontane delle orecchie e volgi lo sguardo verso il dorso della mano destra. Poi piega il ginocchio destro a novanta gradi, porta il bacino verso terra in linea con il ginocchio. Le spalle sono aperte e morbide, il petto ben espanso, la schiena ben allineata con una leggera retroversione del bacino. 

Il Guerriero Rovesciato

Per entrare nella prima variante, ruota il palmo delle mani verso l'alto e riporta lo sguardo frontale per dare sollievo alle vertebre cervicali. Fai ora scivolare la mano sinistra nell'incavo del ginocchio sinistro o sul polpaccio, allunga il braccio destro indietro, con lo sguardo verso il piede sinistro. Oppure puoi sperimentare la variante portando lo sguardo verso l'alto, in modo da aprire bene il petto e lavorare sulla schiena.

Il Guerriero Utile

Ora intreccia la dita delle mani dietro la schiena, piega bene il ginocchio destro e scendi con il bacino verso il basso allungando la gamba sinistra e tenendola tesa e sollevando le braccia dietro verso l'alto. Puoi rimanere per cinque profondi respiri e poi ripetere tutto dall'altro lato.

Ripeti tutto dall'altro lato!

Torna con le gambe larghe tese sul tappetino. Gira la punta del piede sinistro verso sinistra, apri i fianchi, allarga le braccia verso l'esterno con i palmi delle mani rivolti verso il pavimento, rilassa  le spalle mantenendole lontane delle orecchie e volgi lo sguardo verso il dorso della mano sinistra. Piega il ginocchio sinistro a novanta gradi e scendi con il bacino verso terra mantenendolo in linea con il ginocchio. Le spalle sono aperte e morbide, il petto ben aperto, la schiena ben allineata con una leggera retroversione del bacino. 

Il Guerriero Rovesciato, lato sinistro

Poi ruota le mani verso l'alto e riporta lo sguardo frontale per dare sollievo alle vertebre cervicali. Fai ora scivolare la mano destra nell'incavo del ginocchio o sul polpaccio destro, allunga il braccio sinistro indietro e volgi lo sguardo verso il piede lavorando sull'apertura laterale del fianco. Oppure puoi sperimentare un'altra variante portando lo sguardo verso l'alto, in modo da aprire bene il petto e lavorare sulla schiena.

Il Guerriero Umile, lato sinistro

Ora intreccia la dita delle mani dietro la schiena, piega bene il ginocchio sinistro e scendi con il bacino verso il basso allungando la gamba destra e tenendola tesa e sollevandole braccia verso l'alto. Puoi rimanere per cinque profondi respiri, poi ti sollevi verso l'alto con le gambe tese e concludi la tua pratica.

Per approfondire: Yoga: i triangoli laterali in torsione

Benefici

La posizione del Guerriero 2 lavora sui muscoli delle gambe, dell'addome e della schiena. Aumenta la capacità polmonare e l'espansione del torace. Tonifica le braccia, le spalle e le caviglie, fortificandole per aiutarci ad eseguire meglio le posizioni di equilibrio.

Non ci resta che salire tutti sul tappetino!

Questo allenamento è realizzato in partnership con Yogaessential

Autore

YOGAESSENTIAL

YOGAESSENTIAL

Insegnanti di Yoga
Elena, imprenditrice e venture capitalist, Selena esperta in comunicazione e media relation, entrambe insegnanti di Yoga. Un sodalizio affettivo e professionale che dura da oltre vent'anni. Sono unite da tanti valori comuni e dalla passione per lo Yoga, da cui nasce il progetto YOGAESSENTIAL