Carciofi Trifolati - Sugo di Carciofi

Ultima modifica 20.03.2014
/5

[Sto pulendo i carciofi fin che mi accorgo di essere ripresa]
Ciao Ragazzi, avete visto? Sto finendo di pulire i carciofi! Li adoro, ma il problema è che si deve dedicare un po' di tempo alla pulizia, ma come vedete sono a buon punto ed ho quasi finito il mio lavoro. Oggi vorrei infatti preparare i carciofi trifolati, ideali per insaporire la pasta o per preparare crespelle, lasagne al forno, o torte salate. Mi fate compagnia?

Video della Ricetta

 Problemi con la riproduzione del video? Ricarica il video da youtube.

Carta di Identità della Ricetta

Categoria Ricetta: Verdure e Insalate / Ricette per Diabetici / Ricette Senza Glutine / Ricette per Vegetariani / Ricette Vegane / Ricette dietetiche Light / Carciofi Trifolati - Sugo di Carciofi

Ingredienti

Materiale Occorrente

  • Ciotola con acqua e limone
  • Guanti in lattice (facoltativi)
  • Coltelli in ceramica
  • Casseruola con coperchio
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Pulire accuratamente i carciofi, come riportato in QUESTO VIDEO.

Breve ripasso: come pulire i carciofi?
Per pulire i carciofi rimuovere le foglie (brattee) esterne, e tagliare la parte più dura del gambo. Eliminare dunque le spine e la parte superiore del carciofo. Con uno scavino o con un coltello affilato, rimuovere la barba (pappo) centrale. Man mano che vengono tagliati a fette, i carciofi vanno tuffati nell'acqua acidulata per evitare l'ossidazione.

  1. Scaldare un paio di cucchiai di olio e.v.o. in una casseruola, unendo anche l'aglio, tritato oppure in camicia.
  2. Versare le fettine di carciofi - ben scolate dall'acqua di ammollo - nell'olio caldo.
  3. Salare e pepare a piacere. Sfumare con il vino bianco secco e, una volta evaporato l'alcol, unire anche un po' d'acqua. Attendere l'ebollizione e cuocere per circa 20-30 minuti, o fino a quando i carciofi saranno morbidi.

Il consiglio OK
Si consiglia di controllare spesso le verdure durante la cottura: se il liquido evapora, aggiungere ancora un po' d'acqua.

  1. A cottura ultimata, alzare la fiamma per rosolarli leggermente. Sciogliere l'amido di riso in uno o due cucchiai di acqua, dunque versare l'addensante direttamente nella casseruola: in questo modo, si potrà ottenere un sugo di carciofi denso e cremoso.
  2. Terminare con un'abbondante manciata di prezzemolo tritato, proseguire la cottura per altri 2-3 minuti e servire, unendo a piacere la scorza grattugiata di un limone bio.

Il commento di Alice - PersonalCooker

Ecco trasformati questi ortaggi dalla bella forma a stella in un sughetto speciale per la preparazione di primi piatti o contorni. Un po' di fatica, quel poco che serve per risparmiare un po' di soldini (visto che i carciofi già puliti non sono certo economici) e darci tanta soddisfazione.
Vi consiglio la ricetta della torta salata con i carciofi ed i carciofi ripieni di carne.

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

I Carciofi Trifolati sono un contorno ipocalorico ricco di fibre. I grassi sono apportati esclusivamente dall'olio di oliva, le proteine sono scarse e i carboidrati rappresentano la maggior fonte di energia. Si prestano a qualunque regime alimentare e sono particolarmente indicati nella dieta per la disintossicazione del fegato. La porzione media di Carciofi Trifolati è di circa 200g (140kcal).

Valori nutrizionali (100 g)

  • Calorie: 70 Kcal
  • Carboidrati: 9.60 g
  • Proteine: 3.00 g
  • Grassi: 2.40 g
    • di cui saturi: 0.40g
    • di cui monoinsaturi: 1.70g
    • di cui polinsaturi: 0.30 g
  • Colesterolo: 0.00 mg
  • Fibre: 5.00 g
Foto Carciofi Trifolati - Sugo di Carciofi

Autore

Alice Mazzo

Alice Mazzo

Presentatrice di Ricette di Alice
Creatività e perseveranza, con un pizzico di follia: il mix d’ingredienti perfetto che definisce Alice, presentatrice del programma Ricette di Alice, su My-personaltrainerTV. Il suo cuore batte per la cucina salutistica: appassionata di alimentazione, la sua mission è trasmettere la passione per la cucina sana, trasformando bombe caloriche in bocconcini leggeri, senza rinunciare al gusto