Come Pulire e Cuocere la Manioca

Ultima modifica 26.02.2019
/5

Vi va di sperimentare qualcosa di nuovo? Sono sicura che molti di voi non conoscono la manioca, detta anche yuca, aipim o cassava. La parte commestibile di quest'alimento bizzarro, poco conosciuto dalle nostre parti, è rappresentata dalle radici tuberose della pianta Manihot esculenta Crantz, una pianta tipica dell'America del Sud. Esistono due tipologie di manioca: quella amara (dalla buccia liscia e dalle foglie rosse) e quella dolce (con buccia rugosa e foglie verdi). La consistenza, così come il sapore, ricordano quelli della patata: non a caso, questa radice è ricca di amido, mentre le proteine sono piuttosto scarse. Proprio per la ricchezza in termini di amido, dalla manioca si ricava una farina senza glutine (detta tapioca) che si usa in cucina come addensante. Ahinoi, la manioca non si distingue per il contenuto di Sali minerali e vitamine, pressoché irrisorio. Vi state chiedendo come si può pulire e cucinare? Scopriamolo insieme!

Video della Ricetta

 Problemi con la riproduzione del video? Ricarica il video da youtube.

Carta di Identità della Ricetta

  • 189 KCal Calorie per porzione
  • Difficoltà facile
  • Dosi per 4 persone
  • Preparazione
  • Costo basso
  • Nota 10 minuti per la preparazione; 15 minuti per la cottura

Categoria Ricetta: Verdure e Insalate / Ricette Internazionali / Ricette per Vegetariani / Ricette Senza Glutine / Ricette Vegane / Come Pulire e Cuocere la Manioca

Ingredienti

Materiale Occorrente

  • Tagliere
  • Coltello
  • Casseruola
  • Padella
  • Paletta

Preparazione

  1. Lavare la radice di manioca, tagliarla a tocchetti dalle dimensioni di circa 7-8 cm per ottenere forme cilindriche. Appoggiare la parte piatta di ogni cilindro sul piano di lavoro e, con il coltello, rimuovere la parte esterna (marrone) e la fascia bianca sottile che l'avvolge internamente (dallo spessore di 2 mm) per ricavarne solo la parte polposa, cha appare bianca e compatta.

Lo sapevi che…
Eventuali parti scure all'interno della polpa vanno rimosse: la presenza di parti marroncine è indice di scarsa freschezza della radice. Tuttavia, in simili circostanze non è necessario buttare tutta la radice: è sufficiente eliminare queste parti per apprezzare comunque la polpa bianca adiacente.
La parte più esterna della manioca va rimossa perché contiene una sostanza tossica (un glicoside chiamato manihotossina) in grado di liberare acido cianidrico, che è presente soprattutto nella buccia della yuca dolce e nella polpa della manioca amara. Questa sostanza viene inattivata con il calore: per questo motivo, la manioca dev'essere consumata cotta.

  1. Portare a bollore dell'acqua, evitando l'aggiunta del sale.
  2. Quando bolle, riunire i pezzi di manioca e lasciar cuocere per 15-20 minuti o fino a quando la polpa apparirà morbida.
  3. Scolare la manioca dall'acqua: da ogni pezzo, rimuovere il cordone centrale (evidente soprattutto dopo la cottura) poiché risulta filoso e non gradevole al palato.
  4. A questo punto, la manioca può essere saltata velocemente in padella con un filo d'olio, sale e pepe, per essere poi servita con erbe aromatiche a piacere, come ad esempio prezzemolo oppure erba cipollina.

Il commento di Alice - PersonalCooker

La manioca può essere servita proprio come le patate: se gradite, potere anche aggiungere un cucchiaino di succo di limone oppure di aceto! Per la versione “strong”, suggerisco la frittura: dopo aver lessato la manioca, lasciatela raffreddare, eliminate la parte centrale filosa, tagliatela a pezzetti e friggetela! Con la farina ricavata dalla manioca si ricava la tapioca, un amido utilizzato in cucina per molte ricette! Provate le Nuvolette di Drago con la Tapioca e non perdetevi la ricetta del Bubble Tea con perle di tapioca!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

La Manioca è un alimento che rientra nella categoria dei tuberi.
Ha un apporto energetico più alto di quello della patata, fornito prevalentemente dai carboidrati, seguiti dai lipidi e infine dalle proteine.
I glucidi sono tendenzialmente complessi, gli acidi grassi monoinsaturi e i peptidi a medio valore biologico.
Il colesterolo è assente e le fibre rilevanti.
La Manioca si presta a qualunque regime alimentare, ma deve rispettare porzioni moderate in caso di sovrappeso, iperglicemia o diabete mellito tipo 2 e ipertrigliceridemia.
E' idonea alla dieta contro la celiachia e l'intolleranza al lattosio; soddisfa anche i criteri del regime alimentare vegetariano e vegano.
La porzione media di Manioca, se utilizzata come primo piatto, corrisponde a circa 150-200g (185-377kcal).

Valori nutrizionali (100 g)

  • Calorie: 189 Kcal
  • Carboidrati: 36.60 g
  • Proteine: 1.30 g
  • Grassi: 4.10 g
    • di cui saturi: 0.69g
    • di cui monoinsaturi: 2.94g
    • di cui polinsaturi: 0.37 g
  • Colesterolo: 0.00 mg
  • Fibre: 1.70 g
Foto Come Pulire e Cuocere la Manioca

Autore

Alice Mazzo

Alice Mazzo

Presentatrice di Ricette di Alice
Creatività e perseveranza, con un pizzico di follia: il mix d’ingredienti perfetto che definisce Alice, presentatrice del programma Ricette di Alice, su My-personaltrainerTV. Il suo cuore batte per la cucina salutistica: appassionata di alimentazione, la sua mission è trasmettere la passione per la cucina sana, trasformando bombe caloriche in bocconcini leggeri, senza rinunciare al gusto