Ultima modifica 28.06.2018
/5

Quante volte ci sarà capitato, d'inverno, di desiderare uno dei tanti frutti estivi! A me capita spessissimo con le pesche (chissà perché poi!): puntualmente cade il primo fiocco di neve e penso alle pesche! Bel problema Alice. Ma quest'anno non voglio farmi trovare impreparata: perché sto progettando di preparare decine di vasetti di pesche sciroppate, per conservare tutto il profumo della frutta estiva anche in inverno. Le prepariamo insieme?

Video della Ricetta

 Problemi con la riproduzione del video? Ricarica il video da youtube.

Carta di Identità della Ricetta

  • 57 KCal Calorie per porzione
  • Difficoltà abbastanza facile
  • Dosi per 15 persone
  • Preparazione
  • Costo basso
  • Nota 30 minuti per la preparazione; 1 ora di raffreddamento dello sciroppo; 20 minuti di sterilizzazione + il tempo di raffreddamento

Categoria Ricetta: Sciroppi, Liquori e grappe / Ricette Vegane / Ricette per Vegetariani / Ricette Senza Glutine / Pesche Sciroppate

Ingredienti

Materiale Occorrente

  • Pentola capiente per sterilizzare i vasetti
  • Casseruola per preparare lo sciroppo
  • Canovaccio pulito
  • Pinze
  • Tagliere per alimenti
  • Coltello in ceramica
  • Ciotole di varie dimensioni
  • Sbucciaverdure manuale o elettrico

Preparazione

  1. Preparare lo sciroppo: portare ad ebollizione l'acqua e versare a pioggia lo zucchero, continuando a mescolare fino allo scioglimento. Lasciar completamente raffreddare (almeno un'ora).
  2. Sterilizzare i vasetti con i rispettivi tappi a vite. Disporre i vasetti ed i tappi in una capiente casseruola e riempirli con acqua fresca.
  3. Portare ad ebollizione e, da quel momento, calcolare 20 minuti.
  4. Nel frattempo, sbucciare le pesche percocche, ideali per la conserva. Tagliare le pesche a pezzetti oppure a fette.

Lo sapevi che…
In questa ricetta abbiamo utilizzato le pesche percocche che, essendo molto sode e compatte, sono ideali per essere conservate sotto sciroppo. Ad ogni modo, è possibile eseguire la stessa operazione con le pesche comuni: in questo caso, però, la frutta tenderà ad afflosciare proprio perché la polpa è più morbida ed acquosa.

  1. Tagliare il limone in due metà. Strofinare il limone su tutta la superficie della pesca, per evitare l'ossidazione precoce. Per lo stesso motivo, si consiglia di tuffare tutti i pezzi di pesca in una soluzione di acqua fredda e limone prima di invasare.
  2. Rimuovere i vasetti dall'acqua di sterilizzazione e lasciarli asciugare a testa in giù su un canovaccio pulito.
  3. Scolare le pesche dall'acqua acidificata e riempire i barattoli sterilizzati ed asciugati, lasciando un paio di cm dal bordo superiore. Con le mani, comprimere leggermente le pesche per evitare di lasciar troppi spazi vuoti.
  4. Riempire ogni vaso con lo sciroppo ben freddo e chiudere con il tappo a vite.
  5. Disporre un canovaccio sul fondo di una casseruola molto capiente e adagiarvi i vasetti con le pesche. Avvolgere eventualmente i vasi con un altro canovaccio per evitare di farli scheggiare durante l'ebollizione successiva. Riempire la pentola con l'acqua: i vasetti devono essere ben coperti.
  6. Portare ad ebollizione e calcolare 20 minuti.
  7. Spegnere il fuoco ed immergere la casseruola nel lavello riempito d'acqua fredda per accelerare il processo di raffreddamento. Per la stessa ragione, si consiglia di versare a filo un po' di acqua fredda direttamente nella pentola. Questi accorgimenti sono importanti per mantenere la croccantezza delle pesche percocche, evitando dunque che queste si affloscino durante la conservazione.
  8. Rimuovere i vasetti dall'acqua di sterilizzazione solo quando il liquido si sarà raffreddato.
  9. Asciugare i vasetti e conservare in un luogo fresco ed asciutto per un anno o più.

Il commento di Alice - PersonalCooker

Che buone queste pesche: se rispettate tutti gli accorgimenti che vi ho suggerito potrete conservare il bel colore arancione e la croccantezza delle pesche percocche anche d'inverno. Allo stesso modo potete preparare anche dei vasetti di frutta mista oppure prugne sotto sciroppo ed uva sciroppata!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

NB. I valori a fianco tradotti si riferiscono a frutta e sciroppo.
Le Pesche Sciroppate sono un alimento a base di frutta conservata; sono povere di antiossidanti (poiché lavorate) e ricche di carboidrati semplici (aspetto che le rende poco idonee all'alimentazione del diabetico). Le Pesche Sciroppate sono da considerare come un dessert e non come semplice frutta. La porzione media di pesche sciroppate è di circa 200g (115kcal) da consumare preferibilmente lontano dai pasti principali.



Valori nutrizionali (100 g)

  • Calorie: 57 Kcal
  • Carboidrati: 14,6 g
  • Proteine: 0,6 g
  • Fibre: 1,5 g
Foto Pesche Sciroppate - Ricetta per Prepararle in Sicurezza

Autore

Alice Mazzo

Alice Mazzo

Presentatrice di Ricette di Alice
Creatività e perseveranza, con un pizzico di follia: il mix d’ingredienti perfetto che definisce Alice, presentatrice del programma Ricette di Alice, su My-personaltrainerTV. Il suo cuore batte per la cucina salutistica: appassionata di alimentazione, la sua mission è trasmettere la passione per la cucina sana, trasformando bombe caloriche in bocconcini leggeri, senza rinunciare al gusto