Camomilla nelle Tisane

Nome Scientifico e parte di pianta utilizzata: Camomilla (Matricaria recutita) capolini

Camomilla: introduzione, proprietà fitoterapiche e principi attivi

Camomilla

La Camomilla (Matricaria recutita L.) è una pianta erbacea a ciclo annuale appartenente alla famiglia delle Asteraceae (Compositae).

Originaria dell'Asia e dell'Europa Meridionale ed Orientale, cresce spontanea in terreni incolti e negli orti. La Camomilla viene coltivata in paesi dell'est europeo, ma anche in Spagna, Germania e Cecoslovacchia.

La Camomilla viene usata in medicina popolare ad uso interno per le sue proprietà: antispasmodiche, sedative, antinfiammatorie, cicatrizzanti, ulceroprotettive e antibatteriche, mentre per uso esterno vanta proprietà: antinfiammatorie, emollienti, disarrossanti, schiarenti e protettive.

La Camomilla trova quindi impiego per uso interno nel trattamento della dispepsia, della cefalea, dell'insonnia, della dismenorrea e delle turbe della menopausa. Per uso esterno, la Camomilla è indicata per eczemi, infiammazioni della cute, dermatosi, conguntiviti, ulcere varicose e ferite.

Le parti della pianta utilizzate in fitoterapia sono le sommità fiorite (capolini). I principi attivi caratterizzanti sono: camazulene, alfa-bisabololo, matricina, apigenina, luteolina, rutina, cumarine (umbelliferone ed erniarina) e spiroeteri.

Camomilla: modo d'uso, dosaggi, formulazioni ed impiego nelle tisane

Nella moderna fitoterapia la Camomilla viene utilizzata sottoforma di estratti secchi titolati, tisane, infusi, estratti fluidi, decotti, polveri, succo fresco e tintura madre. Le relative dosi di assunzione normalmente consigliate sono pari a: 3 grammi di capolini per tazza d'acqua bollente (infuso), 3-10 grammi di capolini per 100 ml di acqua bollente (infuso per uso esterno), 50 grammi di fiori di Camomilla in 10 litri d'acqua (bagni), infuso al 3% per collirio, infuso al 20% come shampoo schiarente per capelli castani e per far risplendere quelli biondi, 1-5 grammi di estratto fluido (1g = 42 gocce), 30 gocce di Camomilla tintura madre due-tre volte al dì.

La Camomilla può produrre effetti collaterali come: reazioni allergiche dovute alla presenza dei lattoni sesquiterpenici (più probabili in caso di ipersensibilità accertata alle Asteraceae), nausea (abuso) ed insonnia (abuso). La Camomilla può aumentare il suo effetto se associata a sedativi o prodotti naturali quali Kava, (Piper methysticum), Melissa (Melissa officinalis) e Valeriana (Valeriana officinalis).

La Camomilla non presenta particolari controindicazioni e con le dovute attenzioni si può assumere anche in gravidanza ed allattamento.

L'impiego della Camomilla nelle tisane trova spazio per le sue proprietà antispasmodiche, sedative, antinfiammatorie, cicatrizzanti, ulceroprotettive, antibatteriche, antinfiammatorie, emollienti, disarrossanti, schiarenti e protettive. L'olio essenziale non è una preparazione idonea a scopo antinfiammatorio, antimicrobico e gastroprotettore. L'estratto secco di capolini di Camomilla è particolarmente indicato per la gastrite. La Camomilla trova impiego anche in cosmetologia come antinfiammatorio e lenitivo.

Le preparazioni erboristiche tradizionali come tisane, infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico. In una tisana, infatti, le quantità di principi attivi estratti possono essere eccessive o più comunemente insufficienti, oltre al rischio di estrarre anche componenti indesiderate. Per esempio, mentre un'infusione breve a caldo dei capollini di camomilla è utile per conciliare il sonno (azione sedativa), un'infusione a caldo prolungata (diversi minuti) può aggravare l'insonnia per il suo effetto stimolante.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di tisane popolari che contengono i capolini di Camomilla.

Esempi di Tisane che contengono Camomilla

Vedi anche: Indice A-Z delle piante medicinali usate per la preparazione di tisane


ARTICOLI CORRELATI

Camomilla: proprietà della camomilla Camomilla Camomilla in Erboristeria: proprietà della Camomilla Camomilla Romana in Erboristeria: proprietà della Camomilla Romana Estratto di camomilla comune nei Cosmetici Infuso di Camomilla contro l'insonnia Olio essenziale di camomilla Tisana digestiva alla Camomilla Tisana emmenagoga con Camomilla Tisana per la gastrite con Camomilla Camomilla su Wikipedia italiano Matricaria chamomilla su Wikipedia inglese Tisane Tisane drenanti Cellulite: tisane contro la cellulite Tisana drenante per dimagrire Essiac - La Tisana che NON cura il cancro Tisane Rilassanti Tisana dei Monaci Buddisti Kombucha Tisane e Diabete Tisane contro ansia ed insonnia Tisane e ricette di erboristeria contro la tosse Achillea (Fiori) nelle Tisane Achillea (Foglie) nelle Tisane Altea nelle Tisane Amamelide nelle Tisane Angelica nelle Tisane Anice (Frutti) nelle Tisane Anice (Semi) nelle Tisane Anice stellato nelle Tisane Anserina nelle Tisane Arancio Amaro (Fiori) nelle Tisane Arancio amaro (Scorza) nelle Tisane Arpagofito nelle Tisane Asparago nelle Tisane Asperula nelle Tisane Assenzio nelle Tisane Astragalo nelle Tisane Bardana nelle Tisane Basilico (Fiori) nelle Tisane Basilico (Foglie) nelle Tisane Betonica nelle Tisane Betulla nelle Tisane Biancospino (Foglie) nelle Tisane Biancospino (Sommità Fiorite) nelle Tisane Bistorta nelle Tisane Boldo nelle Tisane Borragine nelle Tisane Borsa del pastore nelle Tisane Brugo nelle Tisane Bucco nelle Tisane Calendula nelle Tisane Tisane su Wikipedia italiano Herbal tea su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015