Sintomi Strabismo
Ultima modifica 02.10.2019

Articoli correlati: Strabismo

Definizione

Lo strabismo è un disallineamento degli occhi che provoca una deviazione dello sguardo. Questo difetto di convergenza degli assi visivi è dovuto per lo più a errori di rifrazione (come la miopia, l'ipermetropia e l'astigmatismo) o ad una mancanza di coordinamento tra i muscoli oculari. Tali situazioni impediscono di orientare lo sguardo di ciascun occhio sullo stesso obiettivo, ostacolando la corretta visione binoculare e influenzando negativamente anche la percezione della profondità.

Alcuni bambini nascono con uno strabismo congenito, mentre altre persone sviluppano il disturbo in un secondo momento (strabismo acquisito). Rare cause di strabismo comprendono retinoblastoma, trauma cranico e alcune condizioni neurologiche (es. paralisi cerebrale, spina bifida, infezioni virali ecc.).

Il segno più evidente dello strabismo è il movimento non coordinato degli occhi (in pratica, questi guardano in direzioni diverse). Molto spesso, un occhio guarda dritto davanti a sé, mentre l'altro occhio è deviato verso l'interno (strabismo convergente) o l'esterno (strabismo divergente), verso l'alto o verso il basso (strabismo verticale). Nei bambini è frequente l'inclinazione della testa o il sollevamento del mento per compensare le difficoltà del cervello a fondere le immagini provenienti dai due occhi disallineati e consentire così una corretta visione binoculare. Negli adulti, possono manifestarsi affaticamento degli occhi, mal di testa, torcicollo e visione doppia o sfocata.

Se non trattato, lo strabismo può comportare una riduzione della vista dovuta ad ambliopia (soppressione corticale dell'immagine percepita dall'occhio deviato per evitare confusione). Ulteriori conseguenze del disallineamento degli occhi nel bambino sono la riduzione delle abilità motorie e un ritardo nello sviluppo (come nel camminare e nel parlare).

Lo strabismo può essere diagnosticato durante un esame della vista di routine, che comprenda l'osservazione del riflesso corneale alla luce e la valutazione dell'acuità visiva. Il trattamento può comprendere la correzione dei disturbi visivi con occhiali e bendaggio, l'allineamento mediante lenti correttive, l'impiego di agenti miotici topici (per facilitare l'accomodazione) e l'intervento chirurgico.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Strabismo

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.