Sanguinamento intraoculare - Cause e Sintomi
Ultima modifica 02.07.2018

Articoli correlati: Sanguinamento intraoculare

Definizione

La perdita di sangue nell'occhio è un sintomo che può avere diverse cause: può derivare dalla rottura di piccoli capillari o di un vaso sanguigno più grande (in tal caso si parla di emorragia).

In base alla sede, è possibile distinguere tra emorragie sottocongiuntivali, vitreali e retiniche.

Un'emorragia sottocongiuntivale appare come un semplice stravaso di sangue nello spazio situato appena al di sotto della congiuntiva. Può essere causata da improvvisi aumenti di pressione, come violenti starnuti, traumi, sforzi o colpi di tosse. La rottura dei capillari può verificarsi anche in persone che soffrono di ipertensione o che assumono anticoagulanti. Tali emorragie allarmano il paziente, ma non hanno significato patologico e non provocano problemi di vista o un rilevante disagio, nonostante l'aspetto visibile. Nella maggior parte dei casi, il trattamento non è necessario e il versamento di sangue sottocongiuntivale si riassorbe spontaneamente entro 1-3 settimane.

Quando il sanguinamento interessa la cavità vitreale (emorragie vitreali), invece, può causare una significativa riduzione della vista: il sangue riversato nell'umor vitreo, la sostanza gelatinosa che riempie l'interno dell'occhio, impedisce alla luce di raggiungere la retina. Se il sanguinamento è limitato, il paziente potrebbe vedere solo un paio di macchie scure o corpi mobili. Nei casi più gravi, l'emorragia può riempire la cavità vitrea e compromettere totalmente la visione (il paziente potrebbe percepire solo la luce e il buio). Il sangue tende ad essere riassorbito entro poche settimane o mesi, senza conseguenze per la visione (a meno che la macula non sia stata danneggiata). Le emorragie vitreali possono verificarsi in condizioni quali il distacco di retina, la neovascolarizzazione (es. per retinopatia diabetica o degenerazione maculare legata all'età) e i traumi oculari.

Le emorragie retiniche, invece, sono indicative di una malattia vascolare generalmente sistemica (es. occlusione venosa, diabete ecc.). Si manifestano come piccole o grandi macchie di sangue situate negli strati più profondi della retina e, in genere, si associano a gravi alterazioni dell'occhio.

Possibili Cause* di Sanguinamento intraoculare

* Il sintomo - Sanguinamento intraoculare - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Sanguinamento intraoculare può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.