Sintomi Pulpite
Ultima modifica 06.11.2017

Articoli correlati: Pulpite

Definizione

La pulpite è l'infiammazione della polpa del dente. Può verificarsi quando carie non trattate penetrano in profondità nella dentina e, avvicinandosi alla polpa, provocano processi infiammatori sostenuti da batteri. In altri casi, la pulpite è conseguenza di traumi o altre lesioni sul dente.

Il sintomo principale della pulpite è il dolore, che compare quando si applica sul dente uno stimolo (caldo, freddo o dolce). Il dente diventa sempre più sensibile alla pressione e alla percussione. Nei casi più gravi, il dolore è spontaneo, pulsante e continuo; il paziente può avere difficoltà a localizzare il dente da cui ha origine il dolore.

La valutazione clinica e le RX dentali confermano la diagnosi.

La pulpite è una patologia reversibile quando il dente può essere recuperato con la rimozione della carie e una semplice otturazione. Diventa purtroppo irreversibile quando la tumefazione al di sotto della dentina è tale da interrompere la circolazione linfatica e sanguigna della polpa. Possibile conseguenza è la necrosi pulpare, dove la polpa muore e predispone all'infezione (ascesso dentale). Nei casi più gravi, il trattamento può comportare una cura del canale radicolare (in pratica, si asporta la polpa) o l'estrazione del dente. Se è presente un'infezione, viene prescritta una terapia a base di antibiotici (es. amoxicillina).

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Pulpite

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.