Sintomi Ipertrofia prostatica beningna
Ultima modifica 13.03.2019

Articoli correlati: Ipertrofia prostatica beningna

Definizione

L'ipertrofia (o iperplasia) prostatica benigna (IBP) è l'aumento di volume della prostata, una ghiandola a forma di castagna deputata alla produzione di un liquido importante per la funzione riproduttiva maschile. Si tratta di un fenomeno quasi fisiologico nel maschio dopo i 40-50 anni. La crescita del tessuto prostatico finisce in molti casi col comprimere l'uretra e bloccare, così, il normale deflusso dell'urina all'esterno; da qui nascono i classici sintomi dell'ipertrofia prostatica ed alcune sue complicanze (uretriti ricorrenti, calcoli urinari e danni renali nei casi più severi). Le cause dell'ipertrofia prostatica non sono ancora state pienamente chiarite; si suppone, comunque, che l'influenza ormonale - intesa come quantità di ormoni sessuali (androgeni, estrogeni) e sensibilità della prostata alla loro azione - giochi un ruolo di primo piano.
Uno dei sintomi più caratteristici dell'ipertrofia prostatica è la cosiddetta incontinenza da urgenza (bisogno impellente di urinare), associata a bruciori e dolori durante la minzione, indebolimento del getto (mitto) urinario, e senso di incompleto svuotamento della vescica; tipico e fastidioso è anche il gocciolamento post-minzionale.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Ipertrofia prostatica beningna

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.