Disfagia - Cause e Sintomi

Disfagia - Cause e Sintomi
Ultima modifica 29.06.2021

Definizione

La disfagia consiste nell'oggettiva difficoltà nel deglutire alimenti solidi o liquidi, o sensazione che il cibo ingerito resti a metà strada tra la bocca e lo stomaco. E' molto simile all'odinofagia in cui la deglutizione provoca una sensazione dolorosa causata dal passaggio del cibo (in particolare liquidi caldi, alcolici o speziati) sulla mucosa esofagea infiammata.

Sintomi Disfagia

Sintomi e segni clinici della disfagia possono essere eclatanti oppure quasi impercettibili e facilmente equivocabili.

Soprattutto in caso di odinofagia (deglutizione dolorosa) e globus (sensazione di un nodo alla gola) - condizioni indipendenti ma a volte compresenti - si rende necessaria la cosiddetta diagnosi differenziale.

Nota: l'odinofagia rappresenta un sintomo abbastanza distintivo di carcinoma, sebbene abbia anche numerose altre cause non correlate al cancro.

Il sintomo "tipico" della disfagia è invece la fatica nel far passare cibi/bevande, soprattutto solidi, dalla bocca allo stomaco. Il paziente descrive spesso una sensazione di "blocco" prima del passaggio allo stomaco e conseguente rigurgito.

Attenzione! l'acalasia è una delle principali eccezioni rispetto al modello consuetudinario di disfagia, in quanto prevede una tendenza a maggiori difficoltà con i fluidi rispetto ai solidi. Nell'acalasia si verifica la distruzione idiopatica dei gangli parasimpatici del plesso di Auerbach dell'intero esofago, che si traduce in un restringimento funzionale dell'esofago inferiore e insufficienza peristaltica per tutta la sua lunghezza.

Quando viene chiesto dove si "ferma" il cibo, i pazienti spesso indicano come sede dell'ostruzione la regione cervicale (collo).

Nota: il sito effettivo dell'ostruzione è sempre pari, o al limite inferiore, alla zona percepita; mai superiore.

Segue la sensazione di mancata sensibilità faringea o altre sensazioni di inadeguatezza nel meccanismo di deglutizione.

Tuttavia, il quadro dei segni e dei sintomi può considerarsi molto più complesso di così, soprattutto nel momento in cui la condizione venga riconosciuta in stato già avanzato - con sintomi e i segni clinici corrispondenti alle complicanze stesse.

Inoltre, certi pazienti affetti da disfagia mostrano una limitata consapevolezza della loro condizione; ciò significa che la mancanza del sintomo non esclude necessariamente una malattia sottostante.

Situazioni simili sono probabilmente le più "pericolose"; questo perché, non diagnosticata o non trattata, la disfagia aumenta il rischio di aspirazione polmonare e conseguente polmonite. In tal caso, il paziente può manifestare presenza - anche costante - di febbre (spesso trascurata perchè di bassa entità).

Certi soggetti presentano la cosiddetta "aspirazione silente" e non mostrano invece né tosse né altri segni.

La disfagia non diagnosticata può anche provocare disidratazionemalnutrizione e addirittura insufficienza renale. Il calo ponderale e la disidratazione, quali conseguenze di una complicata assunzione di cibi e bevande, oltre ad essere tipiche complicazioni della disfagia, vengono anche considerati due dei più importanti segni clinici di questa malattia.

In sintesi, sono segni e sintomi frequenti di disfagia orofaringea:

  • sensazione consapevole di difficoltà nel deglutire;
  • difficoltà a controllare il cibo in bocca;
  • sensazione di soffocamento;
  • incapacità di controllare la salivazione;
  • difficoltà a iniziare la deglutizione;
  • presenza di cibo bloccato in gola;
  • tosse durante i pasti;
  • velatura della voce post deglutizione;
  • polmonite frequente;
  • perdita di peso inspiegabile;
  • costante sensazione di debolezza;
  • voce gorgogliante dopo la deglutizione;
  • riflesso del vomito frequente;
  • rigurgito nasale durante i pasti.

Possibili Cause* di Disfagia

* Il sintomo - Disfagia - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Disfagia può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.