Sintomi Cancro alla prostata
Ultima modifica 13.03.2019

Articoli correlati: Cancro alla prostata

Definizione

Il cancro alla prostata è uno dei tipi di cancro più diffusi nell'uomo e diventa più comune con l'avanzare dell'età. Generalmente il tumore progredisce molto lentamente e nelle prime fasi del suo sviluppo rimane confinato alla prostata. Per questo motivo la sintomatologia iniziale è molto scarsa, aspecifica e sovrapponibile a quella dell'ipertrofia prostatica benigna, a cui spesso si accompagna. Non dimentichiamo, comunque, che alcuni tumori alla prostata possono crescere rapidamente e diventare molto aggressivi, motivo per cui dopo i 50 anni è buona regola sottoporsi a screening periodici, anche in assenza di sintomi. Questa raccomandazione è legata anche al fatto che - causa l'iniziale assenza di sintomi - spesso il tumore alla prostata non viene scoperto fintanto che non aggredisce altri organi, rendendo molto più difficile e meno efficace il suo trattamento.
La prevenzione primaria del tumore alla prostata si basa sull'adozione di uno stile di vita più attivo ed una dieta povera di grassi saturi e ricca di vegetali (ricordiamo l'effetto protettivo del licopene, carotenoide contenuto soprattutto nei pomodori e derivati).
Quando presenti, i sintomi dipendono dalla gravità, sviluppo e diffusione del tumore. I disturbi urinari sopraelencati sono tipici dell'ipertrofia prostatica benigna, delle prostatiti e delle infezioni del tratto urinario, mentre sono meno comuni negli stadi iniziali del tumore alla prostata; qualora compaiano, è comunque importante segnalarli prontamente al proprio medico. Sintomi come dolore osseo (spesso localizzato alle vertebre, alle coste o al bacino), gonfiori agli arti inferiori, debolezza alle gambe, incontinenza urinaria e fecale, compaiono soltanto in uno stadio avanzato, come conseguenza della sua diffusione ad altre parti del corpo.

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Cancro alla prostata

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.