Fenextra - Foglio Illustrativo

Principi attivi: Dexibuprofene

FENEXTRA 400 mg, compresse rivestite con film
FENEXTRA 300 mg, granulato per sospensione orale
FENEXTRA 400 mg, granulato per sospensione orale

I foglietti illustrativi di Fenextra sono disponibili per le confezioni:

IndicazioniPerché si usa Fenextra? A cosa serve?

Questo medicinale contiene il principio attivo dexibuprofene e appartiene ad una classe di farmaci detti FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) che agiscono contro il dolore e l'infiammazione.

FENEXTRA è utilizzato per ridurre:

Si rivolga al medico se non si sente meglio o se si sente peggio dopo un breve periodo di trattamento.

ControindicazioniQuando non dev'essere usato Fenextra

Non prenda FENEXTRA:

Precauzioni per l'usoCosa serve sapere prima di prendere Fenextra

Si rivolga al medico prima di prendere FENEXTRA se:

  • sta prendendo altri farmaci che riducono il dolore (analgesici) e l'infiammazione (FANS);
  • sta prendendo farmaci che fluidificano il sangue (anticoagulanti);
  • ha avuto patologie dello stomaco o dell'intestino, ad esempio ulcera o sanguinamento, morbo di Crohn;
  • è anziano poiché ha una maggiore probabilità di sviluppare eventi avversi a questo medicinale specialmente emorragie e perforazioni allo stomaco o all'intestino, che possono essere fatali;
  • ha problemi con l'alcool (alcolismo);
  • ha problemi ai reni o sta assumendo farmaci che aumentano la diuresi (diuretici);
  • soffre o ha sofferto di asma;
  • soffre o ha sofferto di pressione alta o di problemi gravi al fegato;
  • ha malattie che colpiscono il tessuto connettivo causando dolori alle articolazioni o ai muscoli, alterazioni della cute come dermatite esfoliativa, sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi tossica epidermica, e problemi ad altri organi (malattie autoimmuni), ad esempio il lupus eritematoso sistemico (LES, conosciuto come lupus).

Informi il medico se:

  • non si sente meglio o si sente peggio dopo un breve periodo di trattamento, poiché la terapia con farmaci antinfiammatori (FANS) può nascondere i segni di un'infezione;
  • se presenta qualsiasi sintomo gastrointestinale inusuale (soprattutto emorragia gastrointestinale); ? presenta problemi al fegato, ai reni o al cuore.

IN TUTTI I QUESTI CASI, IL MEDICO VALUTERÀ LA NECESSITÀ DI EFFETTUARE ESAMI DI CONTROLLO.

InterazioniQuali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto di Fenextra

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale, poiché alcuni farmaci possono interagire con FENEXTRA o aumentare il rischio di eventi avversi, anche gravi.

FENEXTRA può influenzare o essere influenzato da altri medicinali. Ad esempio:

Anche alcuni altri medicinali possono influenzare o essere influenzati dal trattamento con FENEXTRA. Pertanto, consulti sempre il medico o il farmacista prima di prendere FENEXTRA con altri medicinali.

AvvertenzeÈ importante sapere che:

I farmaci antinfiammatori/antidolorifici come dexibuprofene possono essere associati a un modesto aumento del rischio di attacco cardiaco o ictus, specialmente se somministrati in dosi elevate. Non superare la dose o la durata del trattamento raccomandata.

Deve discutere la terapia con il medico o farmacista prima di prendere FENEXTRA se ha:

FACCIA ATTENZIONE poiché:

  • durante il trattamento con tutti i farmaci contro l'infiammazione (FANS), in qualsiasi momento, con o senza sintomi di preavviso, anche in pazienti senza precedenti problemi gravi allo stomaco o all'intestino (gastrointestinali), sono stati riportati sanguinamenti, ulcerazione o perforazione dello stomaco o dell'intestino, che possono essere mortali;
  • anche se molto raramente, sono state riportate gravi reazioni della pelle, alcune delle quali mortali, che si manifestano con arrossamento, formazione di bolle ed esfoliazione (ad esempio dermatite esfoliativa, sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi tossica epidermica). Nelle prime fasi della terapia, i pazienti sembrano essere a più alto rischio: tali reazioni si verificano nella maggior parte dei casi entro il primo mese di trattamento;
  • l'uso prolungato e ad alte dosi di farmaci contro il dolore, come FENEXTRA, può causare mal di testa; in tal caso, non aumenti la dose di FENEXTRA per alleviare il dolore.

Può ridurre il rischio di avere effetti indesiderati utilizzando la dose efficace più bassa e per la più breve durata possibile di trattamento che occorre per controllare i sintomi.

SOSPENDA il trattamento e contatti il medico se:

  • nota qualsiasi sintomo a carico dello stomaco e dell'intestino (gastrointestinale), soprattutto se si tratta di sanguinamenti;
  • compare un'eruzione della cute, lesioni della mucosa o qualsiasi altro segno di reazione allergica (esempio arrossamento, prurito, gonfiore del viso e della gola, brusco abbassamento della pressione).

Questo medicinale può influenzare i risultati di alcune analisi di laboratorio, aumentando i livelli nel sangue dell'azoto ureico, della creatinina delle transaminasi e di altri parametri del fegato. Se verifica un'alterazione delle analisi, contatti il medico.

Bambini e adolescenti

FENEXTRA non è adatto a pazienti che hanno meno di 18 anni di età.

Fertilità, gravidanza, allattamento

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

Non usi FENEXTRA dopo il sesto mese di gravidanza,poiché questo medicinale può causare problemi al cuore, ai polmoni o ai reni del feto e complicazioni durante il parto.

Faccia attenzione con FENEXTRA:

  • se vuole intraprendere una gravidanza o ha problemi di concepimento, poiché questo medicinale può compromettere la fertilità. Tale effetto è reversibile alla sospensione del farmaco;
  • durante i primi mesi di gravidanza (fino al sesto mese), poiché questo medicinale deve essere utilizzato nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico;
  • se sta allattando al seno, chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

FENEXTRA può causare vertigini e stanchezza. Faccia particolare attenzione prima di mettersi alla guida di veicoli o di usare macchinari.

FENEXTRA Granulato contiene giallo (E110): può causare reazioni allergiche.

Dose, Modo e Tempo di SomministrazioneCome usare Fenextra: Posologia

Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente quanto riportato in questo foglio o le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

La dose giornaliera raccomandata è di 600-900 mg, suddivisa fino a 3 somministrazioni.

Se ha dolore lieve o moderato prenda una dose iniziale di 200 mg, fino ad un massimo di 600mg in un giorno. Non assuma più di 400 mg per volta.

Se ha un dolore forte o se i sintomi si ripresentano, la dose massima giornaliera può essere aumentata temporaneamente sino a 1200 mg al giorno. Non superi tale dose.

Se ha dolore mestruale (dismenorrea), non superi la dose singola di 200 mg e la dose giornaliera di 800 mg.

Pazienti anziani o con problemi al fegato o ai reni

È opportuno attenersi ai dosaggi minimi sopra indicati, salvo diversa indicazione del medico.

Bambini e negli adolescenti

FENEXTRA non è adatto a pazienti che hanno meno di 18 anni di età.

Modo di somministrazione

Assuma FENEXTRA per bocca (uso orale), preferibilmente a stomaco pieno, come di seguito riportato:

  • compresse: prenda le compresse con abbondante acqua;
  • granulato per sospensione orale: assuma il granulato sciogliendolo in acqua.

Se dimentica di prendere FENEXTRA

Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza.

Se ha qualsiasi dubbio sull'uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

SovradosaggioCosa fare se avete preso una dose eccessiva di Fenextra

Se prende più FENEXTRA di quanto deve potrebbe avvertire dolori addominali, nausea, vomito, sonno profondo (letargia), sonnolenza, mal di testa, movimenti oscillatori, ritmici ed involontari degli occhi (nistagmo), rumore all'orecchio (tinnito) e mancata coordinazione dei muscoli (atassia). Di solito tali sintomi si presentano nelle prime 4 ore dall'assunzione.

Raramente potrebbe notare sintomi o segni più gravi, quali sanguinamento gastrointestinale, abbassamento della pressione del sangue (ipotensione) o della temperatura (ipotermia), pH acido del sangue (acidosi metabolica), crisi epilettiche, funzionalità del rene ridotta, coma, gravi problemi respiratori (sindrome da distress respiratorio) soprattutto nell'adulto, episodi di mancanza di respiro (apnea) soprattutto nei bambini più piccoli, e diarrea, a seguito di ingestione di alte dosi.

In caso di assunzione di dosi elevate di FENEXTRA, avverta immediatamente il medico o si rivolga al più vicino ospedale, poiché potrebbero essere necessarie misure adeguate (es. carbone vegetale, svuotamento dello stomaco, lavanda gastrica).

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

Interrompa immediatamente l'assunzione di FENEXTRA e si rivolga al medico, se verifica una delle seguenti condizioni:

  • gravi problemi di stomaco, bruciore o dolore addominale dovuti ad ulcera dello stomaco o del duodeno (peptica);
  • dolore violento ed improvviso alla bocca dello stomaco (perforazione dell'ulcera);
  • vomito contenente sangue (ematemesi) o feci nere (melena), associati a sanguinamenti dello stomaco o dell'intestino (gastrointestinali) o affaticamento anomalo con ridotta eliminazione delle urine (dovuti a sanguinamenti non visibili);
  • gravi reazioni allergiche, che si manifestano con gonfiore del viso, degli occhi, delle labbra, edema della gola (angioedema) con possibile difficoltà a respirare; tali effetti indesiderati sono non comuni. In rari casi, può inoltre comparire aumento dei battiti cardiaci (tachicardia) e abbassamento, anche brusco, della pressione del sangue (anafilassi e shock);
  • gravi eruzioni cutanee con arrossamento, esfoliazione e/o formazione di vesciche (es. eritema multiforme, Sindrome di Steven-Johnson, necrolisi tossica epidermica, dermatite esfoliativa);
  • difficoltà a respirare (asma, broncospasmo o dispnea), pause durante la respirazione (apnea);
  • peggioramento delle infezioni come ad esempio la comparsa di fascite necrotizzante che si manifesta con febbre, brividi, debolezza, sudorazione, diarrea, vomito, arrossamento, dolore, gonfiore, lividi in una zona del corpo dovuta a necrosi tissutale (morte delle cellule dei tessuti);
  • infiammazione delle meningi (meningite asettica) che si manifesta con: febbre molto alta, mal di testa improvviso, incapacità a flettere il capo, nausea, vomito, confusione, sopore e fastidio alla luce.

Informi il medico se nota:

Effetti indesiderati comuni (possono interessare fino a 1 persona su 10)

  • comparsa più o meno improvvisa di lesioni della pelle, ad esempio cambiamenti di colore a macchie o diffusi (eruzioni cutanee);
  • stanchezza, sonnolenza, mal di testa, vertigini, capogiri;
  • affaticamento, malessere.

Effetti indesiderati non comuni (possono interessare fino a 1 persona su 100)

Effetti indesiderati rari (possono interessare fino a 1 persona su 1000)

Effetti indesiderati molto rari (possono interessare fino a 1 persona su 10.000)

  • insufficienza del fegato, infiammazione del pancreas (pancreatiti);
  • sensazione di cuore in gola (palpitazioni), infarto del cuore, ridotta funzionalità (insufficienza) del cuore, pressione alta del sangue (ipertensione);
  • problemi a respirare dovuti ad edema nei polmoni;
  • infiammazione dei vasi (vasculite);
  • gravi eruzioni cutanee con arrossamento, esfoliazione e/o formazione di vesciche (es. eritema multiforme, Sindrome di Steven-Johnson, necrolisi tossica epidermica, dermatite esfoliativa).

Altri effetti indesiderati

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo "www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili". Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

Scadenza e Conservazione

Tenere questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce all'ultimo giorno di quel mese.

Non getti alcun medicinale nell'acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l'ambiente.

Altre informazioni

Cosa contiene FENEXTRA

Il principio attivo è: dexibuprofene.

Ogni compressa di FENEXTRA 400 mg contiene 400 mg di dexibuprofene.

Ogni bustina di FENEXTRA 300 e 400 mg contiene: 300 e 400 mg di dexibuprofene.

Gli altri componenti sono:

Descrizione dell'aspetto di FENEXTRA e contenuto della confezione

FENEXTRA Compresse è disponibile in confezione da 30 compresse da 400 mg.

FENEXTRA Granulato da 300 e 400 mg sono disponibili in confezioni da 30 bustine monouso.


Fonte Foglietto Illustrativo: AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Contenuto pubblicato a Gennaio 2016. Le informazioni presenti possono non risultare essere aggiornate. Per avere accesso alla versione più aggiornata, si consiglia l'accesso al sito web dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Disclaimer e informazioni utili.


Ulteriori informazioni su Fenextra sono disponibili nella scheda "Riassunto delle Caratteristiche".


ARTICOLI CORRELATI

ASPIRINA ® Acido acetilsalicilico FANS - Storia, Meccanismo d'azione, Indicazioni FANS: Classificazione e Scelta dei FANS MOMENT ® Ibuprofene FANS: Effetti Collaterali e Controindicazioni Abuso di antinfiammatori in campo sportivo AULIN ® Nimesulide BRUFEN ® Ibuprofene Morniflumato Acido Acetilsalicilico Celecoxib Cerotti Antinfiammatori Diclofenac Etoricoxib Fenilbutazone Flurbiprofene Gastroprotettori Ibuprofene Indometacina Ketoprofene Ketorolac Meloxicam Naprossene Nimesulide Piroxicam AIRTAL ® Aceclofenac ARTROSILENE ® Ketoprofene ASCRIPTIN ® Acido acetilsalicilico ASPIRINETTA ® Acido acetilsalicilico Brexidol - Foglietto Illustrativo Cibalgina due Fast - Foglietto Illustrativo Dicloreum actigel - Foglietto Illustrativo DICLOREUM ® Diclofenac sodico Fastum Gel - Foglietto Illustrativo FASTUM GEL ® Ketoprofene Feldene Fast - Foglietto Illustrativo FLEXEN "Retard" ® Ketoprofene GLADIO ® Aceclofenac KETODOL ® Ketoprofene LIOMETACEN ® Indometacina Naproxene sodico - Farmaco generico - Foglietto Illustrativo Pirobec - Foglietto Illustrativo SALICINA ® Acido acetilsalicilico TORADOL ® Ketorolac VIVIN C ® Acido acetilsalicilico + Acido ascorbico VOLTAREN EMULGEL ® Diclofenac Walix - Foglietto Illustrativo Acido Acetilsalicilico - Farmaco Generico - Foglietto Illustrativo ACTIGRIP febbre e dolore ® Ibuprofene ACULAR ® Ketorolac Airtal - Foglietto Illustrativo Fans su Wikipedia italiano Non-steroidal anti-inflammatory drug su Wikipedia inglese Antidolorifici su Wikipedia italiano Painkillers su Wikipedia inglese