Ultima modifica 24.12.2015

A Cura del Dr. Massimo Bonazzelli

Sinonimi

L'esercizio Mezzi stacchi alla rumena è noto anche come Romenian half deadlift, Romenian deadlift, Stacchi alla rumena, Stacco alla rumena

Tipo di Esercizio

Mezzi stacchi alla rumena è un esercizio Multiarticolare/accessorio

Varianti

Mezzi stacchi alla rumena: Esecuzione

La posizione di partenza vede l'atleta in posizione eretta con le scapole addotte e le ginocchia leggermente flesse ed il bilanciere tenuto nelle mani. La distanza tra i piedi (passo) deve essere molto vicina alla distanza tra le spalle. L'angolo di apertura dei piedi deve essere di circa 10°, ma con margine di modifica in base alle caratteristiche individuali; generalmente tra gli 8 ed i 20 gradi. Le braccia scendono dritte lungo i fianchi. La presa può essere supina, prona o mista (una mano supina e l'altra prona); quest'ultima conferisce una maggiore solidità. L'esercizio inizia dalla fase negativa, ovvero con la sola flessione delle anche accompagnata da una flessione molto controllata della spalla sul piano sagittale per mantenere sul piano verticale la traiettoria del bilanciere senza che questi si stacchi dalle gambe. Le altre articolazioni non subiscono modifiche a livello di angolo. La fase di discesa termina nel punto oltre al quale non è più possibile mantenere la schiena nella sua posizione di forza. L'esecuzione consiste nel sollevare il bilanciere verticalmente grazie all'esclusiva forza dell'estensione delle anche, accompagnata da un'estensione delle spalle sul piano sagittale, fino al ritorno alla posizione di partenza.

Muscoli coinvolti nell'esercizio Mezzi stacchi alla rumena

Gruppo 0

Azione
Esensione anca

Gruppo 1

Azione
Estensione spalla (fase eccentrica)

Funzione dei muscoli stabilizzatori: Stabilità della colonna, del bilanciere, della spalla, della scapola, del polso del ginocchio, dell'anca, della caviglia e del piede

Allenati a Casa con i nostri Workout