Fitosfingosina

Ambrosia Lab

INCI: Phytosphingosine

Categoria ingrediente: Funzionale

Vedi anche: Database degli ingredienti cosmetici

Fitosfingosina: caratteristiche

Phytosphingosine è una molecola di natura lipidica che si trova naturalmente nella pelle. È presente in elevate concentrazioni nello strato corneo ed è una delle basi sfingoidi che servono per la formazione delle ceramidi 3 e 6, con cui partecipa alla formazione della barriera cutanea. Nella sua forma libera, possiede proprietà antibatteriche e antinfiammatorie e agisce come mediatore cellulare per il mantenimento dell’omeostasi cutanea. Phytosphingosine partecipa infatti alla regolazione della flora cutanea e aiuta a prevenire l’ingresso di sostanze dannose nell’epidermide, costituendo di fatto la prima barriera protettiva del nostro corpo contro l’attacco di agenti chimico-fisici e patogeni. Inoltre, è in grado di inibire la protein chinasi C, una proteina di membrana coinvolta nella risposta infiammatoria, alleviando irritazioni e infiammazioni della pelle. Phytosphingosine stimola la sintesi delle ceramidi nello strato corneo contribuendo alla riparazione e al mantenimento del film idrolipidico dell’epidermide.

Fitosfingosina: Commento

Phytosphingosine viene impiegata in cosmesi per rafforzare la funzione barriera dell’epidermide, specialmente in prodotti destinati a pelli secche e mature. Grazie alla combinazione delle azioni antinfiammatoria e antibatterica, trova particolare applicazione nei prodotti anti-acne. È attiva a concentrazioni molto basse (0,05-0,2%). Come le ceramidi, è insolubile nei comuni oli cosmetici a temperatura ambiente e richiede temperature elevate per la solubilizzazione (almeno 90°C). La completa dissoluzione nella fase grassa è fondamentale per la stabilità della formulazione, in quanto tende a ricristallizzare durante il raffreddamento.

Elenco dei cosmetici che contengono Fitosfingosina


Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015