Le Ricette di Alice www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette Ricette di Alice
Fine ricetta

Ingredienti Ricetta

Materiale Occorrente

  • Setaccio a maglie fitte
  • Padella capiente in acciaio o in pietra
  • Mortaio e pestello
  • Paletta

Valori Nutrizionali

Valori nutrizionali (100 g) Il Gomasio è u n condimento molto calorico ma meno energetico dell'olio. Contiene prevalentemente grassi, ma anche le frazioni di proteine (a medio valore biologico) e carboidrati (complessi) sono ben rilevanti. La ripartizione degli acidi grassi è a favore degli insaturi, con grande importanza dei polinsaturi; inoltre, le fibre sono parecchio abbondanti. Si tratta di una preparazione da utilizzare in piccole quantità (l'utilizzo elevato è sconsigliato in caso di sovrappeso), che si presta anche all'alimentazione contro le dislipidemie. La porzione media di Gomasio è di circa 10-20g (50-100kcal).
Valore energetico: 505 Kcal
Carboidrati: 20.00 g

Proteine: 16.60 g

Grassi: 40.40 g
  di cui saturi: 5.90 g
di cui monoinsaturi: 16.00 g
di cui polinsaturi: 18.50 g
Colesterolo: 0.00 g
Fibre: 12.30 g

Gomasio - Che cos'è e Come si Prepara

Categoria: Ricette Senza Glutine / Ricette Vegane / Ricette per Vegetariani / Ricette Internazionali / Preparazioni di Base
Tempo di Preparazione 15 minuti
Note: 15 minuti per la preparazione; 15 minuti per l’asciugatura; 15 minuti per il raffreddamento
Per quante persone 10 persone Costo: medio

Descrizione Ricetta

  1. Versare i semi di sesamo (marroni, neri e/o chiari) in un colino a maglie fitte e lavarli con un getto d'acqua.

Lo sapevi che…
Il lavaggio dei semi di sesamo favorisce l'eliminazione di sostanze chelanti, come i fitati, responsabili della riduzione dell'assorbimento di alcuni minerali.

  1. Lasciar asciugare i semi di sesamo nel colino, mescolandoli spesso per favorire l'eliminazione dell'acqua.
  2. Tostare i semi di sesamo a fiamma bassissima. Si raccomanda di porre molto attenzione durante la fase di tostatura: i semi di sesamo non devono infatti essere bruciati per evitare la formazione di sostanze potenzialmente tossiche per la salute. La tostatura va terminata quando i semi di sesamo, presi in mano, si sgranano tra le dita; inoltre, l'aroma di sesamo viene percepito chiaramente.
  3. Versare i semi di sesamo in una ciotola e lasciar raffreddare.
  4. Nel frattempo, tostare anche il sale (che assorbirà l'olio perso dai semi di sesamo durante la tostatura).
  5. A questo punto, si può procedere con la realizzazione del gomasio. Versare i semi di sesamo tostati e freddi in un mortaio, unire il sale e qualche pezzo di Alga Nori. Macinare il miscuglio, poco per volta, aiutandosi con il pestello. Si sconsiglia invece di macinare con un frullatore elettrico per evitare il surriscaldamento dei principi attivi contenuti nei semi di sesamo. Il gomasio deve risultare granuloso, non cremoso come invece la tahina.

Lo sapevi che…
Il rapporto tra sale e semi di sesamo può variare da 1:7 a 1:20. Il più delle volte, si preferisce ridurre quanto possibile la quantità di sale, utilizzando dunque 1 parte di sale per 17-20 parti di semi di sesamo.

  1. Il gomasio è pronto e può essere conservato in un barattolo di vetro, ben chiuso, in frigorifero. Si conserverà per un paio di settimane.

Il commento di Alice - PersonalCooker

Nell'insalata o nella verdura cotta, nel riso o nella pasta, il gomasio sembra essere una manna dal cielo sia per il sapore piacevole che lascia nei cibi, sia per le proprietà salutistiche legate al suo consumo. Insomma, da questa video-ricetta/video lezione abbiamo capito che il gomasio è una salutare e valida alternativa al sale da cucina, da utilizzare (come qualsiasi altro alimento) con moderazione e buon senso.