Le Ricette di Alice www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette Ricette di Alice
Fine ricetta

Ingredienti Ricetta

Materiale Occorrente

  • Ciotole
  • Tagliere per alimenti
  • Coltello in ceramica
  • 2 casseruole capienti
  • Cucchiaio di legno
  • Mestolo per invasare
  • Barattoli in vetro con rispettivi tappi a vite
  • Canovaccio pulito
  • Pinze
  • Bilancia
  • Passaverdura

Valori Nutrizionali

Valori nutrizionali (100 g) La Marmellata di Mele Cotogne è una confettura ricchissima di fibre. Apporta prevalentemente carboidrati (semplici), mentre i grassi e le proteine non sono presenti in quantità rilevanti. Il colesterolo è assente.
L'apporto energetico della Marmellata di Mele Cotogne, rispetto ad altre confetture acquistabili, è piuttosto moderato. Inoltre, la confettura si presta (più delle altre) all'alimentazione di chi soffre di stipsi.
La porzione media di Marmellata di Mele Cotogne è di circa 50g (60kcal).



Valore energetico: 123 Kcal
Carboidrati: 31.00 g

Proteine: 0.20 g

Grassi: 0.60 g
  di cui saturi: 0.10 g
di cui monoinsaturi: 0.20 g
di cui polinsaturi: 0.30 g
Colesterolo: 0.00 g
Fibre: 3.90 g

Marmellata di Mele Cotogne

Categoria: Ricette Senza Glutine / Ricette per Vegetariani / Ricette Vegane / Ricette Regionali / Dolci e Dessert
Tempo di Preparazione 40 minuti
Note: 10 minuti per la pulitura; 20 minuti di bollitura; 10 minuti per la gelificazione
Per quante persone 12 persone Costo: basso

Descrizione Ricetta

  1. Pulire e lavare le mele cotogne in acqua fresca corrente, avendo cura di sfregarle con una spugnetta per rimuovere eventuali impurità.
  2. Spremere il succo di limone in una ciotola e riempire con acqua: l'acqua acidificata servirà per prevenire l'ossidazione delle mele cotogne.
  3. Mettere a bollire una casseruola con abbondante acqua: servirà per far appassire le mele cotogne.
  4. Sistemare alcuni vasi di vetro con i rispettivi tappi a vite in una capiente casseruola, dunque riempire d'acqua e portare ad ebollizione. Per una corretta sterilizzazione, i barattoli devono bollire almeno 20 minuti.
  5. Tagliare le mele cotogne a metà con un coltello, rimuovendo il torsolo. Tagliare le mele a pezzi e tuffarle immediatamente nell'acqua acidificata: le mele cotogne tendono ad ossidare rapidamente.

Lo sapevi che…
La buccia delle mele cotogne è fonte di pectina, un addensante naturale che facilita la gelificazione della marmellata. Per questa ragione, si raccomanda di non sbucciare le mele cotogne e di preferire frutta biologica.

  1. Tuffare i pezzi di mela cotogna nell'acqua bollente e cuocere per circa 15-20 minuti, fino a quando si saranno ammorbiditi.
  2. Rimuovere i pezzi di mela cotogna dall'acqua e schiacciarli al passaverdure. Pesare le mele schiacciate e calcolare 400 g di zucchero per chilo di purea ottenuta.
  3. Versare le mele schiacciate con lo zucchero in una casseruola ed aggiungere il succo di mezzo limone. Cuocere a fiamma moderata per circa 5 minuti o fino a quando la marmellata avrà raggiunto il grado di densità desiderato. Mescolare spesso per evitare che la marmellata si bruci.
  4. Rimuovere i barattoli di vetro dall'acqua di sterilizzazione aiutandosi con pinze e spugnetta. Riporre in un canovaccio pulito.
  5. Quando la marmellata avrà raggiunto la giusta consistenza, riempire i vasetti di vetro lasciando 1 cm dal bordo. Chiudere velocemente con il tappo a vite e lasciar riposare i vasetti fino a sterilizzazione avvenuta.
  6. La marmellata di mele cotogne è pronta per essere conservata: se la sterilizzazione è andata a buon fine (percepibile dal caratteristico clap di chiusura), la marmellata si conserverà perfettamente per almeno 12 mesi.

Il commento di Alice - PersonalCooker

La marmellata di mele cotogne si addensa in un batter d'occhio! Chi desidera, può aggiungere alcune gocce di senape alla marmellata fredda ed ottenere così la mostarda macinata, una ricetta tipicamente Mantovana.