Le Ricette di Alice www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette Ricette di Alice
Fine ricetta

Ingredienti Ricetta

Per l'impasto

Per la farcitura

Materiale Occorrente

  • Piastra in pietra refrattaria + pala per pizza
  • Spianatoia
  • Ciotole di diverse dimensioni
  • Pellicola trasparente
  • Padellina per cuocere le zucchine
  • Coltelli
  • Tagliere per alimenti
  • Guanti in lattice (facoltativo)

Valori Nutrizionali

Valori nutrizionali (100 g) La pizza più buona del mondo - pizza anticrisi di Alice è una versione gustosa ed economica della pizza fatta in casa. L'apporto energetico è modesto, pur considerando che la traduzione fa riferimento al prodotto crudo, contenente più acqua rispetto a quello finito, che risulta quindi più disidratato e ricco di calorie; l'energia deriva prevalentemente dai carboidrati, anche se non mancano proteine a medio-alto valore biologico e grassi prevalentemente monoinsaturi; la fibra è insufficiente. La porzione media di pizza anticrisi corrisponde a circa 250-350g, per un totale di 490-680kcal (da considerare come piatto unico). La ripartizione accidica (acidi grassi saturi, mono- e poli-insaturi) non è disponibile.



Valore energetico: 194 Kcal
Carboidrati: 23.90 g

Proteine: 9.00 g

Grassi: 7.60 g
  di cui saturi: 0.00 g
di cui monoinsaturi: 0.00 g
di cui polinsaturi: 0.00 g
Colesterolo: 15.40 g
Fibre: 1.20 g

Pizza più buona del mondo - Pizza "anticrisi"

Categoria: Pane, Pizza e Brioche
Tempo di Preparazione 200 minuti
Note: 15 minuti per l’impasto; 2 ore per la prima lievitazione; 1 ora per la seconda lievitazione; 6 minuti per la cottura
Per quante persone 2 persone Costo: basso

Descrizione Ricetta

  1. Sbriciolare il lievito di birra in un bicchiere, aggiungere lo zucchero (indispensabile per attivare i lieviti) ed un po' d'acqua tiepida: mescolare per bene fino a completo scioglimento del lievito.
  2. Versare la farina in una ciotola capiente e, al centro, unirvi l'acqua con il lievito sciolto. Aggiungere dunque l'olio extravergine d'oliva, la rimanente acqua ed il sale, possibilmente evitando il contatto diretto con il lievito per non compromettere la fermentazione. Se necessario, ammorbidire l'impasto con ulteriore acqua.
  3. Lavorare l'impasto a lungo, prima con il mestolo di legno, poi a mano, per facilitare lo sviluppo del glutine.
  4. Lasciar riposare l'impasto in una ciotola in vetro od in plastica (non d'acciaio!) in un ambiente tiepido, per circa 2 ore.
  5. Trascorse le due ore, l'impasto dovrà essere triplicato di volume: si procede ora con la seconda lavorazione della pasta, indispensabile per ottenere un risultato ottimale. Rovesciare dunque la pasta da pizza sulla spianatoia infarinata e lavorare ancora una volta l'impasto a mano. Per ottenere un'unica grande pizza, realizzare una palla d'impasto e lasciarla nuovamente lievitare nella stessa ciotola utilizzata per la prima lievitazione.

L'idea giusta
Per realizzare due piccole pizze a partire dalla medesima dose, si consiglia di dividere l'impasto in due parti e di lasciarle lievitare (ben distanziate) in una piastra da forno.

  1. Nel frattempo, preparare le zucchine: dopo averle lavate accuratamente e tagliate a rondelle dallo spessore di mezzo centimetro, scottarle in una padella (in pietra od antiaderente) per un paio di minuti per lato, senza aggiungere condimento. Chi lo desidera può aggiustare di sale.
  2. Solo quando sarà diventato molto gonfio e soffice, l'impasto sarà pronto per la stesura definitiva. Preriscaldare nel frattempo il forno alla massima temperatura (280°C). Rovesciare l'impasto sulla spianatoia ben infarinata e stenderlo con le mani fino ad ottenere un disco molto grande e piuttosto sottile, dalle dimensioni pari a circa quelle delle pietra refrattaria.

Che cos'è la pietra refrattaria?
Si tratta di una speciale piastra in pietra particolarmente adatta alla cottura della pizza, il cui costo oscilla dai 30 ai 50 euro. Va posta direttamente sulla base del forno e, solo quando ha raggiunto la massima temperatura (280°C) sarà pronta per cuocere perfettamente la pizza: in pochissimi minuti otterremo una pizza perfetta.

  1. Trasferire il disco di pasta sull'apposita pala per pizza, che dovrà essere anch'essa molto infarinata per facilitare poi lo scorrimento della pizza dalla pala alla piastra in pietra.
  2. Farcire la pizza a piacere: distribuire un po' di passata di pomodoro, successivamente aggiungere la mozzarella per pizza ridotta in piccoli cubetti, le zucchine e le olive nere.
  3. Trasferire la pizza sulla piastra solo quando il forno avrà raggiunto la massima temperatura: chiudere immediatamente la portiera del forno e procedere con la cottura per 6-8 minuti.
  4. Estrarre la pizza dal forno utilizzando ancora l'apposita pala, dunque ultimare con la bresaola e servire immediatamente.

Il commento di Alice - PersonalCooker

In soli 6 minuti la pizza anticrisi è pronta. Anzi, azzarderei a dire che l'impasto mi piace forse anche di più rispetto alla pizza da pizzeria. Provare per credere: questa, a mio avviso, è la pizza più buona del mondo! Per chi ama preparare le pizze cucinate nel metodo classico, posso consigliare la ricetta della pizza alla birra; per chi invece ama seguire una dieta ricca di proteine, ottima è la pizza iperproteica!