Contenuto in Vitamina B6 degli alimenti

Fonti alimentari, livelli di assunzione e stato di nutrizione



Fonti alimentari


La vitamina B6 è largamente diffusa negli alimenti di origine sia animale che vegetale. Parte della vitamina B6 presente negli alimenti vegetali è sotto forma di glicosidi di piridossamina, non idrolizzabili dagli enzimi intestinali, quindi non biologicamente disponibili. Non si dispone di dati specifici relativi al contenuto di vitamina B6 nella dieta italiana ne allo stato nutrizionale in vitamina B6 della popolazione italiana.


Livelli di assunzione raccomandati


Per la stretta dipendenza con il metabolismo aminoacidico, il fabbisogno di questa vitamina viene calcolato in funzione del contenuto proteico della dieta. Sulla base di studi di deplezione e replezione proteica, con misure dello stato di nutrizione per la vitamina B 6, si è visto che un livello di 13 m g/g di proteine alimentari era in grado di mantenere un buono stato di nutrizione vitaminica. Pertanto il Comitato Scientifico Europeo ha fissato una raccomandazione per l'adulto pari a 1,5 mg per 100 g di proteine alimentari ( Commission of the European Communities, 1993), considerando un apporto proteico pari a circa il 15% dell'energia della dieta, nell'adulto e nel bambino. Tale raccomandazione viene pertanto adottata anche dalla presente edizione dei LARN. Durante la gravidanza e l'allattamento viene raccomandato un incremento del 20% e del 30% rispettivamente.

VITAMINA B6: FONTE DATI SINU-LARN

Categoria Età Peso Vit.B 6
  (anni) (1) (kg) (2) (mg) (11)
       
Lattanti 0,5-1 7-10 0,4
Bambini 1-3 9-16 0,7
  4-6 16-22 0,9
  7-10 23-33 1,1
Maschi 11-14 35-53 1,3
  15-17 55-66 1,5
  18-29 65 1,5
  30-59 65 1,5
  60+ 65 1,5
Femmine 11-14 35-51 1,1
  15-17 52-55 1,1
  18-29 56 1,1
  30-49 56 1,1
  50+ 56 1,1
Gestanti     1,3
Nutrici     1,4

1 I limiti superiori dell'intervallo di età si intendono fino al compimento del successivo compleanno (ad esempio con "1 - 3 anni" si intende da 1 anno appena compiuto fino al compimento del 4° anno). L'ultima classe di età della donna è "50 e più" poiché con la menopausa cambiano i fabbisogni di due importanti nutrienti: il calcio e il ferro. Nell'uomo l'ultima classe di età è "60 e più".


2 Nei lattanti, bambini e adolescenti, gli intervalli di peso sono i valori di riferimento ripresi dalla tabella 1 del capitolo "Energia": il limite inferiore dell'intervallo corrisponde al peso delle femmine nella classe d'età più bassa, mentre il limite superiore corrisponde al peso dei maschi nella classe di età più elevata. Nell'adulto è stato riportato il peso desiderabile medio dei maschi e delle femmine nella popolazione italiana (vedi capitolo "Energia").


11 Il fabbisogno in vitamina B6 è stato calcolato sulla base di 15 m g/g di apporto proteico e considerando che circa il 15% dell'apporto energetico è assicurato dalle proteine sia nel bambino che nell'adulto.


Contenuto minerale e vitaminico alimenti »


Le vitamine »