Vitamina C

Già nel XVI secolo era noto che lo scorbuto si preveniva e si curava somministrando estratti di aghi di pino, di verdure o di limone, ma solo nel 1912 Funk ipotizzo la presenza nelle piante verdi di una sostanza idrosolubile ad azione antiscorbutica, nel 1921 tale sostanza fu isolata e denominata vitamina C.

La vitamina C
Vitamina C è il termine utilizzato per indicare il sistema redox acido ascorbico acido deiroascobico, un sistema ossidoriduttivo reversibile a forte azione antiossidante.
L'acido ascorbico è la forma enolica del 3-cheto-L-gulofuranolattone.
La vitamina C viene sintetizzata dalle piante e da molti animali (anfibi, rettili, alcuni uccelli e Mammiferi) a partire dal glucosio.
Tra  i Mammiferi solo l'uomo, altri primati e la cavia non sono in grado di sintetizzarla per carenza della L-gulono-g-lattone ossidasi


Assorbimento e trasporto

La vitamina C viene assorbita nella parte prossimale dell'intestino tenue per trasporto facilitato Na+dipendente, l'assorbimento diminuisce nella vecchiaia, nei casi di acloridria e di infezioni intestinali.
Il grado di assorbimento per dosi  dietetiche è elevato 70÷90%, ma declina per dosi superiori ad 1 g; l'aspirina ne inibisce l'assorbimento.
La vitamina C viene trasportata nel plasma dall'albumina sotto forma di acido ascorbico, che entra nelle cellule come acido deidroascorbico (l'insulina favorisce il passaggio e il glucosio lo inibisce).
Una volta entrato l'acido deidroascorbico viene ridotto ad acido ascorbico che si concentra prevalentemente nel citoplasma dove svolge la funzione di antiossidante.

Deposito ed eliminazione

A differenza delle altre vitamine la vitamina C viene accumulata nell'organismo umano soprattutto nel fegato e nelle ghiandole surrenali, ciò spiega perché i sintomi da carenza compaiano solo dopo 4 mesi.
Il pool di vitamina C nell'organismo umano e di circa 1,5÷5 g.
Il catabolismo dell'acido deidroascorbico avviene per idrolisi dell'anello con formazione di acido 2,3-dicheto-L-gulonico, che può essere decarbossilato a CO2 e composti a 5 atomi di carbonio (xilosio, ac. xilonico) o ossidato ad acido ossalico e composti a 4 atomi di carbonio (ac. treonico).
L'acido ascorbico viene eliminato principalmente con le urine; viene riassorbito, in parte, nei tubuli renali per trasporto attivo Na+ dipendente, che insieme all'assorbimento intestinale rappresenta un meccanismo di regolazione omeostatica.

Funzioni della vitamina C nell'organismo

La vitamina C è necessaria per numerosi processi di idrossilazione catalizzati da alcune ossigenasi.
La vitamina C svolge  importanti funzioni quali:

  • la biosintesi del collagene: dove interviene nella conversione della prolina in idrossiprolina e della lisina in idrossilisina ad opera della prolina idrossilasi e della lisina idrossilasi che richiedono Fe++ (la vitamina C mantiene il ferro in forma ridotta);
  • la sintesi della noradrenalina (neurotrasmettitore) a partire dalla dopamina e, con ogni probabilità del triptofano in serotonina;
  • la sintesi della carnitina, essenziale per il trasferimento di acili (acidi grassi) nei mitocondri;
  • Il catabolismo della tirosina ad acidi fumarico e acetacetico attraverso la formazione dell'acido omogentisinico;
  • l'amidazione dell'estremità carbossiterminale di peptidi ormonali quali la vasopressina, l'ossitocina, la colecistochinina, l'ormone adrenocorticotropo (ACTH) e l'ormone rilasciante la tireotropina;
  • la biosintesi degli acidi biliari, infatti nelle cavie sottoposte ad una dieta carente di vitamina la sintesi risulta ridotta; la vitamina C sembra stimolare la reduttasi del citocromo P450, responsabile dell'idrossilazione in posizione 7-a del colesterolo, necessaria per la sintesi dell'acido colico;
  • l'attivazione dell'acido folico  in acido tetraidrofolico (FH4), forma biologicamente attiva;
  • la regolazione dei livelli endogeni di istamina, inibendone  il rilascio e favorendone la degradazione (la vit. C si utilizza a scopo terapeutico per prevenire lo shock anafilattico, la pre-eclampsia e la prematurità nelle complicanze della gravidanza); 
  • la biosintesi degli ormoni steroidei della corteccia surrenale (per idrossilazione); infatti, quando aumenta il bisogno ormonale nella corteccia si verifica una deplezione sia di colesterolo che di vitamina C;
  • l'assorbimento intestinale del ferro (riducendo il Fe ferrico a ferroso e favorendo la formazione di chelati stabili in grado di mantenere il Fe solubile in ambiente alcalino), il suo trasferimento dalla transferrina plasmatica alla fereritina tissutale e l'aumentata disponibilità intracellulare favorendo  il legame ferro-ferritina e aumentando la stabilità del complesso stesso;
  • la riduzione dell'efficienza  dell'assorbimento intestinale del rame, poiché la forma ossidata è più assorbita di quella ridotta (a dosi elevate di vitamina);
  • ridurre la tossicità di alcuni minerali (Ni, Pb, V, Cd, Se), che in forma ridotta vengono assorbiti più difficilmente o escreti più velocemente;
  • favorire l'utilizzazione del selenio a dosi fisiologiche, aumentandone la biodisponibilità di alcune sue forme organiche e inorganiche;
  • un'azione preventiva nella cancerogenesi da nitrosamine, inibendo la loro sintesi, che avviene a livello intestinale, per reazione dei nitriti con i gruppi aminici;
  • la riduzione degli ioni superossidi, dei radicali idrossilici, dell'acido ipocloroso e altri potenti ossidanti, proteggendo la struttura del DNA delle proteine e delle membrane dai danni che tali ossidanti potrebbero provocare;
  • la costituzione, insieme alla vitamina E, di un sistema di protezione contro il danno ossidativo provocato dai radicali liberi: i PUFA sono protetti dai tocoferoli, che in seguito a irradiazione formano radicali fenossilici, i tocotrienossilici, per essere poi rigenerati a spese della vitamina C che forma un radicale ascorbilico;
  • la funzione immunitaria, infatti si è osservato sperimentalmente che la vitamina C è in grado di:
    • stimolare la produzione di interferoni, che proteggono le cellule dagli attacchi virali,
      stimolare la proliferazione dei neutrofili,
    • proteggere le proteine dall'inattivazione da parte dei radicali liberi prodotti durante i processi ossidativi che si verificano nei neutrofili,
    • stimolare la sintesi del fattore timico umorale e degli anticorpi delle classi IgG e IgM.
1 2 3 »


ARTICOLI CORRELATI

Vitamina C o acido ascorbico La vitamina C o acido L-ascorbico prende il nome dalla capacità di curare lo scorbuto, malattia che in passato colpiva i marinai...Acido ascorbico come integratore: quanto e in quale forma Italiani grandi consumatori di vitamina C. A più di trent'anni dai primi libri di Pauling, nonostante le secche smentite da...Proprietà dell'Acerola - Vitamina C - FitoterapiaIl genere “Malpighia” è in onore a Marcello Malpighi, celebre medico del XVII secolo. Il frutto dell'Acerola, per il suo aspetto...Acido ascorbico come additivo E300, E301, E302, E304 Le proprietà antiossidanti della vitamina C, nota anche come acido L-ascorbico (E300), vengono ampiamente sfruttate dall'industria...Vitamina C: naturale o di sintesi?Dal punto di vista chimico e funzionale, non esiste alcuna differenza tra la vitamina C naturale e quella ottenuta per via sintetica...Farmaci per la cura dello ScorbutoNon deve sembrare strano che la carenza di vitamina C nell’organismo comporti un quadro sintomatologico così complesso, dal momento...Vitamina C contro il raffreddoreLa vitamina C è una molecola essenziale all'omeostasi dei leucociti, pertanto, una sua carenza inciderebbe significativamente sulle...Vitamina C: Effetti Collaterali e ControindicazioniL'acido L-ascorbico, meglio conosciuto come vitamina C, rientra nel gruppo delle vitamine idrosolubili. Questa caratteristica, se da...Collagene, Fotoinvecchiamento e Vitamina CTra i principali fattori esterni responsabili dell’invecchiamento precoce della pelle ci sono i danni indotti dall’esposizione...SALICINA ® Acido acetilsalicilicoSALICINA ® è un farmaco a base di Acido acetilsalicilico + Acido ascorbico. SALICINA ® è indicata nel trattamento sintomatico...Vitamina C - Funzioni, Alimenti Apportatori, FabbisognoLa vitamina C è molto importante per l’organismo. Perché? Quali funzioni svolge? Dove si trova? Quanta bisogna introdurne con la...Vitamina C e tumoriLa vitamina C (Acido Ascorbico) è una molecola idrosolubile che svolge numerose funzioni coenzimatiche di idrossilazione; tra tutte...VIVIN C ® Acido acetilsalicilico + Acido ascorbicoVIVIN C ® è un farmaco a base di Acido acetilsalicilico + magnesio e alluminio idrossido. VIVIN C ® è indicata nel trattamento...AGRUVIT ® - Acido AscorbicoAGRUVIT ® è un farmaco a base di acido ascorbico e suoi Sali (Calcio Ascorbato e Ascorbato di sodio). AGRUVIT ® è utilizzato nella...Alimenti ricchi di vitamina CAlimenti apportatori di vitamina C e fabbisogno quotidaono La vitamina C è ampiamente distribuita in natura, tuttavia può...Antiscorbutiche Si definisce antiscorbutica qualsiasi sostanza in grado di prevenire lo scorbuto, malattia causata da un apporto insufficiente di...

Vitamina C o acido ascorbico

Contenuto in vitamina C degli alimenti