Filaria - Filariosi Cardio-Polmonare

La filariosi cardiopolmonare, ormai nominata più sinteticamente "Filaria", è una malattia che può colpire i gatti e, in particolar modo, i cani.

Se non viene curata in tempo, lamalattia provoca difficoltà respiratorie all'animale fino a portarlo alla morte.

filaria

Cause

La Filaria è provocata da un parassita che compie il suo ciclo vitale sia all'interno di un ospite intermedio (insetto), che in un ospite definitivo (l'animale). Questo perché, il parassita - rappresentato dalla Dirofilaria immitis (classe NEMATODI; ordine SPIRURIDA; sottordine FILARIATA; famiglia ONCHOCERCIDAE) - necessita di diverse fasi per completare il suo ciclo biologico.

Ciclo Vitale della Filaria

L'ospite intermedio - rappresentato dalle zanzare della famiglia CULICIDAE, genere Culex, Aedes ed Anopheles - è un insetto ematofago (si nutre di sangue). Questa zanzara, pungendo un animale infetto (ospite definitivo), ingerisce col sangue le micro-filarie (larve di primo stadio "L1").

Queste larve, all'interno del vettore biologico (zanzara), maturano, dopo circa sette giorni, in larve di secondo stadio L2, per poi svilupparsi, dopo altri 6-7 giorni, in larve infettanti L3.

Quindi, da quando la zanzara assume le microfilarie L1 al momento in cui queste diventano larve L3 infettanti (ovvero raggiungono una maturazione tale da poter diventare poi adulte e provocare la malattia), trascorrono circa 12-14 giorni (dato che la vita media di una zanzara è di circa 15 giorni, ogni insetto può permettere soltanto lo sviluppo di poche microfilarie).

A questo punto, le larve L3 infettanti, migrano nell'apparato buccale della zanzara, la quale, pungendo un nuovo ospite per cibarsi del suo sangue, trasmette il parassita.

Le larve, attraverso il sottocute dell'animale, migrano nei capillari per trasformarsi, dopo circa 6-12 giorni, in larve L4. Queste, per diverso tempo, migrano all'interno dell'ospite definitivo dove mutano, tra il 50° ed il 70° giorno, allo stadio adulto L5, per poi insediarsi entro il 120° giorno, nel cuore e nelle arterie polmonari del nostro amico a quattro zampe.

A 6 mesi dalla penetrazione delle larve L3 di Dirofilaria immitis nell'animale, i parassiti diventano sessualmente maturi e cominciano a produrre le microfilarie. Dopo la fecondazione, la femmina vivipara (non deposita uova ma partorisce direttamente la prole) rilascia le micro-filarie L1 in circolo, le quali, soprattutto nelle ore notturne, si concentrano nella circolazione periferica (vasi cutanei).

Le zanzare, che iniziano a comparire proprio al crepuscolo pungendo l'animale per cibarsi del suo sangue, assumono le microfilarie (L1) e ricomincia il ciclo.

 

Filaria; ciclo vitale
Approfondimenti:
1 2 3 4 »


Ultima modifica dell'articolo: 17/06/2016