Trattamento riabilitativo dopo rottura del tendine d'Achille

A cura del professor Rosario Bellia

a) Generalità sulla rottura del tendine d'Achille 

1) eziopatogenesi della lesione

b) Generalità sulle cicatrici e sulle patologie correlate
c) Screening test: esame posturale completo

d) Descrizione del protocollo riabilitativo:

1) massaggio trasverso  profondo (MTP o Cyriax)

2) neuroregolazione interattiva con InterX

3) cupping therapy

4) Crochetage

5) stretching: CHRS (contract-hold-relax-stretch)

6) taping kinesiologico ®

7) Rieducazione del cammino:

e) Conclusioni e considerazioni

1) prevenzione delle lesioni del tendine d'Achille

f) Bibliografia e sitografia

 

Questo lavoro è già stato pubblicato dalla rivista "RiabilitazioneOggi" nel numero di  marzo 2010.

Presentazione del caso

Rottura spontanea del tendine d'Achille in calciatore amatore di 45 anni verificatasi durante una partita.


Intervento di tenoraffia termino-terminale e dimesso con gambaletto gessato per circa 50 gg. Dopo 2 mesi la ferita si è riaperta per infezione iatrogena; il paziente viene quindi  sottoposto ad un periodo di antibiotici e a 24 terapie in camera iperbarica per 1 ore e mezza a seduta.
Finalmente la cicatrice è stabilizzata, ma presenta un cheloide molto retraente ed accollato ai piani profondi.

a) Generalità sulla rottura del tendine d'Achille 

Profilo clinico

Il tendine del tricipite surale è capace di sopportare forze di trazione di 300 kg. E' il tendine più potente dell'organismo, ma è mal vascolarizzato nella parte intermedia.
Rottura tendine d'achille tapingLa rottura del tendine d'Achille è caratteristica generalmente dei soggetti, sportivi e non, che negli anni hanno avuto molti episodi di tendipotapatia  per ipersollecitazione funzionale.
Nello sportivo si manifesta a fine carriera a causa di alcuni fattori scatenanti:


aumento di peso, scarsa idratazione (come dimostrato da uno studio giapponese), come causa iatrogena di cure antibiotiche, calzature non adeguate, quindi squilibrio nel carico podalico, intensificazione degli allenamenti dopo un periodo di riposo forzato, irrigidimento del tendine dopo trattamento infiltrativo cortisonico ecc.


I sintomi ed i segni clinici variano a seconda dell'azione che si stava compiendo:


nel caso in esame il paziente ha sentito " una sassata" al tendine mentre calciava il pallone e dopo un'impotenza funzionale con la risalita del muscolo tricipite surale verso il cavo popliteo; nel primo momento credeva di aver subìto un calcio da dietro.


Il tendine d'Achille, o anche detto tendine calcaneare, prende origine dalla fusione dell'aponeurosi dei muscoli gastrocnemio e soleo. E' una struttura anatomica nastriforme, costituita da fibrille di collagene, interposta tra il tricipite surale ed il calcagno, ed è deputatoa alla trasmissione degli impulsi meccanici derivanti dalla contrazione muscolare del polpaccio al segmento scheletrico, realizzando un movimento articolare di fondamentale importanza: la spinta del piede. Oltre a questo compito fondamentale, il tendine d'Achille esercita una funzione tampone nei confronti della contrazione muscolare volontaria e/o involontaria massimale.

La rottura del tendine d'Achille è la più comune di tutte le rotture tendinee sottocutanee. Infatti, se è vero che in alcune casistiche meno recenti le rotture dell'achilleo non figurano al primo posto in ordine di frequenza, è da considerare che negli ultimi decenni questa lesione è divenuta di osservazione sempre più frequente, soprattutto nei soggetti dediti allo sport.

La rottura di questo tendine non interessa solamente l'ambito sportivo, ma viene evidenziata anche in soggetti anziani, che non svolgono attività sportive, ma che presentano alterazioni dismetaboliche ed infiammatorie in questo distretto.
La rottura del tendine d'Achille colpisce maggiormente soggetti di sesso maschile, in un'età compresa tra i 25 e i 50 anni; i valori più bassi si riscontrano negli sportivi, mentre dopo i 60 anni la lesione è piuttosto rara.
Questa lesione viene riscontrata in percentuali maggiori al lato sinistro (57%) rispetto al lato destro (43%); tali dati sono in accordo con quanto rilevato da uno studio effettuato da Riede su una popolazione di circa 500 studenti, nel 58% dei quali l'arto sinistro era quello dominante nella spinta del piede contro il suolo. Le lesioni bilaterali contemporanee del tendine d'Achille sono estremamente rare.

 

1 2 3 4 5 6 7 8 »


ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 01/03/2016

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?Mal di testa da aereo: come si manifestaMal di testa da aereo: causeIl computer causa mal di testa?Mal di testa da gelato: come evitarlo