La fascite plantare, rottura dell'aponeurosi e il taping kinesiologico ®

A cura del professor Rosario Bellia - Docente di taping kinesiologico ® presso Università Statale di Valencia (Spagna) - Fisioterapista della nazionale italiana della F.I.H.P.

 

Fascite plantareLa fascite plantare è un rischio nello sport e per il podista in particolare, è meglio prevenirla.

 

Le fasciti plantari e le rotture dell'aponeurosi sono affezioni della pianta del piede dello sportivo, che possono comparire negli sport che comportano spinte o salti, quali l'atletica leggera, la ginnastica e la danza.

La fascia plantare - composta da tre parti: esterna, interna, media - ha un ruolo essenziale di trasmissione delle forze del tricipite surale alle dita, e la sua visco-elasticità permette di restituire per distensione elastica una grande quantità di energia ad ogni falcata o ad ogni salto.

Rottura fascia plantare

 

a) Fascite plantare: si evidenzia con dolore alla pianta del piede, accentuato di solito in corrispondenza della tuberosità posteriore e interna, irradiato lungo il margine interno dell'aponeurosi sia durante il movimento che alla palpazione. La messa in tensione dell'aponeursi, in dorsi flessione delle dita e della caviglia, scatena il dolore. L'ecografia mostra irregolarità nella zona d'inserzione della fascia, e può evidenziare una “spina calcaneare” che dimostra l'ipersollecitazione della fascia plantare. Bendaggio decompressivo nella fase acuta e utilizzo delle solette plantari visco-elastiche; nella fase di rientro sportivo bendaggio di stabilità.

 

b) rottura dell'aponeurosi: compare dopo uno sforzo di spinta (scatto, salto) e si traduce in un dolore acuto, violento, accompagnato da una sensazione di strappo a livello della pianta del piede e da impotenza funzionale completa; alla palpazione, si apprezza un dolore lungo la fascia plantare che prevale in corrispondenza del tubercolo posteriore, sede preferenziale della rottura.

 

L'aponeurosi plantare superficiale comprende una parte esterna (1), una parte interna (2) e una parte intermedia (3), particolarmente interessata dalla fascite, dalle microrotture e dalle rotture.

 

fascite Fascite

 

L'aponeurosi plantare, posta in serie nel sistema suroachilleo- calcaneo-plantare, assicura un ruolo di trasmissione delle forze del tricipite surale verso le dita nella marcia, nella corsa e nel salto.

 

Eziopatogenesi della lesione

 

Le lesioni tendinee ed aponeurotiche, come il caso della fascite plantare, possono essere classificate, a seconda della loro eziologia, in traumatiche, microtraumatiche e su base dismetabolica e/o infiammatoria. FasciteLe tendinopatie micro-traumatiche sono anche definite lesioni da sovraccarico funzionale, in grado di determinare la patologia con un meccanismo diretto ed uno indiretto. Questo tipo di lesioni può portare alla rottura dell'aponeurosi plantare, che rappresenta comunque l'episodio acuto conseguente ad un processo degenerativo (tendinosi), il quale - talvolta in modo quasi del tutto asintomatico, o preceduto e accompagnato da episodi di infiammazione dolorosa e coinvolgendo in maniera più o meno estesa la compagine tendinea-aponeurotica - ne determina una diminuzione della resistenza meccanica, che può essere superata da un'improvvisa sollecitazione anche non eccessiva.

I fattori che possono provocare patologie da sovraccarico nei tendini (e in molti casi anche nei muscoli), del collo piede e del piede si possono genericamente dividere in intrinseci ed estrinseci, ed agiscono in percentuale variabile da soggetto a soggetto. Per quanto riguarda i fattori intrinseci, questi sono essenzialmente:

a) la variabilità anatomica, con conseguente alterazione più o meno marcata della normale biomeccanica del cammino o del gesto atletico, il che sottopone il collo piede e piede ad uno stress anormale;

b) le malattie dismetaboliche, che possono favorire reazioni flogistiche locali, nonché provocare l'alterazione della composizione del normale tessuto tendineo sino a determinare un più precoce invecchiamento;

c) ultimo fattore, ma non meno importante, l'età dell'individuo, gli anni di attività agonistica ed eventuale sovrappeso-sportivo. Infatti, l'invecchiamento del tessuto tendineo provoca un rallentamento metabolico del collagene tissutale, con una diminuzione graduale del rapporto cellule-matrice a favore di quest'ultima, una diminuzione del contenuto idrico delle fibre elastiche, dei proteoglicani e glicoproteine. Scompare inoltre la linea blu, presente a livello giunzionale osteo-tendineo, che svolge un'importante azione modulatrice ed ammortizzante nei confronti delle sollecitazioni meccaniche. Per quanto riguarda l'alterazione della biomeccanica, uno dei problemi principali è l'iperpronazione del collo piede e del piede durante la corsa, che ha un'azione di frustata, come la corda di un arco, sull'aponeurosi plantare, con conseguente alta frequenza d'infiammazione.

Per quanto riguarda i fattori estrinseci, essi diventano spesso determinanti nell'instaurazione della tendinopatia da sovraccarico al collo piede e piede. Si distinguono principalmente tre fattori:

1) l'allenamento incongruo

2) i terreni di gara o di allenamento

3) la calzatura

La fascite plantare: trattamento »



ARTICOLI CORRELATI

Fascite plantareFascite plantare - cura e trattamentoSintomi Fascite plantareTrattamento della fascite plantareFascite plantare su Wikipedia italianoPlantar fasciitis su Wikipedia inglesePiede DiabeticoAlluce valgoAstragalo (Osso)CalcagnoDisidrosiDolore al TalloneMani Piedi Bocca - MalattiaMetatarsalgiaNeuroma di MortonNeuroma di Morton - Farmaci e CuraOcchio di PerniceOssa del PiedePiedePiede CavoPiedi gonfi in gravidanzaPiedi PiattiPrincipali anomalie podaliche e conseguenze posturaliPuzza dei piediRiflessologia PlantareRimedi Mani e Piedi Freddi - Cosa FareRimedi Puzza dei PiediSpina CalcaneareTalloni ScrepolatiTalloniteTallonite - Farmaci per la Cura della TalloniteTarso - Ossa del TarsoFarmaci per la cura della Tigna del PiedePiede Diabetico - Cosa Fare e Cosa Non FarePiede diabetico: diagnosi, cura e trattamentoPiedi gonfi e stanchi: cause e soluzioniTalloni screpolati: prevenzione e trattamentoAracnodattilia - Cause e SintomiBrachidattilia - Cause e SintomiDolore al piede - Sintomi e cause di Dolore al piedeDolore al tallone - Sintomi e cause di Dolore al talloneImportanza dei corretti appoggi podalico ed occlusaleMetatarsalgia - Sintomi e cause di MetatarsalgiaPiede d'atletaPiedi gonfi e stanchi - Sintomi e cause di Piedi gonfi e stanchiPodagra - Cause e SintomiRagadi nei Piedi - Cause e SintomiRagadi nelle Mani - Cause e SintomiRidurre il Dolore ai Piedi Causato dai TacchiSindattilia - Sintomi e cause di SindattiliaSintomi Alluce valgoSintomi Malattia mano-piede-e-boccaPiedi su Wikipedia italianoFoot su Wikipedia inglese