Tetracloruro di carbonio o Freon 10

Una volta bioattivato, il tetracloruro di carbonio (CCl4, una molecola complessa e di per sé non molto tossica), porta ad una catena di eventi e alla formazione di numerosi composti tossici. Questa molecola è anche conosciuta con il nome FREON 10.

Il Freon 10 veniva utilizzato in passato come componente nel liquido degli estintori, nei frigoriferi, nei condizionatori, negli smacchiatori e nei lavaggi a secco.

Il freon 10 è molto pericoloso perchè perde un elettrone con la metabolizzazione in triclorometilene (CCl3); quest'ultimo metabolita presenta un elettrone spaiato, quindi diventa un radicale, perciò un composto altamente reattivo. Il triclorometilene presenta molti effetti pericolosi:

  1. si lega facilmente al gruppo -EME delle proteine;
  2. blocca l'attività del citocromo P450 (visto che il citocromo è un'emoproteina);
  3. agisce su altre proteine cellulari;
  4. può provocare necrosi e cancro epatico;
  5. può provocare nefropatie;
  6. interagendo con gli acidi grassi dei lipidi di membrana, porta alla formazione del cloroformio, che se ossidato porta alla formazione del fosgene.

In passato il cloroformio era utilizzato come anestetico; in realtà è una sostanza molto tossica perché porta alla formazione di un metabolita del tetracloruro di carbonio molto tossico.
Freon 10 e fosgeneDall'analisi di tutti questi effetti la sostanza triclorometilene è da considerarsi molto pericolosa, con un ampio range di effetti tossici. Questo metabolita molto reattivo e tossico reagisce con l'ossigeno e porta alla formazione di un radicale altamente reattivo con i lipidi della membrana, provocando il fenomeno di LIPOPEROSSIDAZIONE. Questo fenomeno porta una disorganizzazione della struttura fosfolipidica della membrana cellulare, rendendo difficile il funzionamento delle proteine in essa incastrate (deputate agli scambi metabolici della cellula e più in generale necessarie al funzionamento della stessa).

Sempre dal Freon 10 di ottiene il FOSGENE, che è un metabolita altamente tossico. In particolare, tra tutti i metaboliti che si vanno a formate con la metabolizzazione del Freon 10 il Fosgene è nettamente il più tossico rispetto agli altri.

Il metabolita Fosgene nel nostro organismo viene inibito con un'azione di idrolisi che lo scinde in acido cloridrico (HCl) ed anidride carbonica (CO2). Però se questo sistema di inibizione dovesse essere insufficiente, il Fosgene si lega in maniera irreversibile tramite legami covalenti a tutte le proteine.

 

« Tossicologia »


ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoia