Valori Nutrizionali Fagioli Borlotti

Valori nutrizionali per di Fagioli -Borlotti freschi crudi. Categoria alimento: Legumi

Valore energetico - Calorie Fagioli Borlotti

CALORIE: 133 kcal / 557 kj
Ripartizione percentuale delle Calorie
Da carboidrati 85 Kcal (63,91%)
63,91%
Da grassi 7,20 Kcal (5,41%)
5,41%
Da proteine 40,80 Kcal (30,68%)
30,68%
Da alcool 0 Kcal (0%)
0%
Per bruciare le calorie di di Fagioli -Borlotti freschi crudi occorre praticare una delle seguenti attività fisiche per il tempo indicato*:
Guardare la Tv 1 ore e 56 minuti Studiare, scrivere, leggere 1 ore e 4 minuti Pulizie domestiche 46 minuti
Giardinaggio 29 minuti Salire le scale con borsa della spesa 15 minuti Camminare lento (3.2 kn/h) 46 minuti
Camminare velocità media (4.8 km/h) 35 minuti Camminare veloce (6.4 km/h) 21 minuti Correre lentamente (8km/h) 14 minuti
Correre velocità media (12km/h) 9 minuti Correre velocemente (16km/h) 7 minuti Ciclismo (sforzo medio) 14 minuti
Calcio (competitivo) 11 minuti Tennis (singolo) 14 minuti Nuoto (stile libero) 13 minuti
* Valori riferiti ad un/a di anni, alto/a cm per un Peso di kg

Valori nutrizionali - Composizione Chimica

Composizione chimica valore per 100g RDA (%)
Parte edibile 52% -
Acqua60,80g-
Carboidrati disponibili22,70g-
Carboidrati complessi19,50g-
Zuccheri solubili1,20g-
Proteine10,20g-
Grassi (Lipidi)0,80g-
Saturi totali-
Monoinsaturi totali-
Polinsaturi totali-
Colesterolo0-
Fibra totale4,80g-
Fibra solubile0,91g-
Fibra insolubile3,93g-
Alcol (g)0-
Sodio2g
 0,13% RDA
Potassio650g
 13,83% RDA
Ferro3g
 37,50% RDA
Calcio44g
 4,40% RDA
Fosforo180g
 25,71% RDA
MagnesioND-
ZincoND-
RameND-
SelenioND-
Tiamina (Vit. B1)0,24mg
 20% RDA
Riboflavina (Vit. B2)0,10mg
 7,69% RDA
Niacina (Vit. B3 o PP)2,70mg
 16,88% RDA
Vitamina A retinolo eq.18µg
 2% RDA
Vitamina C10mg
 11,11% RDA
Vitamina END-
Vitamina B6ND-
Vitamina B12ND-
ManganeseND-

Valori nutrizionali - Composizione in amminoacidi

Composizione chimica valore per 100g g/100g Proteine
Proteine (%): 10,20%
Lisina714g7
Istidina303g2,97
Arginina606g5,94
Acido aspartico1340g13,14
Treonina428g4,20
Serina641g6,28
Acido glutamico1663g16,30
Prolina441g4,32
Glicina378g3,71
Alanina411g4,03
Cistina118g1,16
Valina616g6,04
Metionina120g1,18
Isoleucina556g5,45
Leucina885g8,68
Tirosina362g3,55
Fenilalanina601g5,89
Triptofano113g1,11
Indice chimico93gND
Aminoacido limitante0ND

[Espandi tutto]

Valori nutrizionali - Composizione in acidi grassi

Composizione chimica valore per 100g
Lipidi totali0,80g
Saturi totaliND
C4 0 c10 00g
C12 0ND
C14 0ND
C15 0ND
C16 0ND
C17 0ND
C18 0ND
C20 0ND
C22 0ND
Monoinsaturi totaliND
C14 1ND
C16 1ND
C17 1ND
C18 1ND
C20 1ND
C22 1ND
Polinsaturi totaliND
C18 2ND
C20 2ND
C18 3ND
C20 3ND
C20 4ND
C20 5ND
C22 6ND
NitritiND
NitratiND

[Espandi tutto]

Valori nutrizionali - Altri componenti

  • Acido fitico (g): ND

Bibliografia: Tabelle di composizione degli alimenti INRAN - Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione

Proprietà nutrizionali

I fagioli sono ricchi di glucodrine, sostanze in grado di diminuire la glicemia. Contengono anche una sostanza tossica, la fasina, che viene però eliminata durante la cottura. La presenza di lecitina, un fosfolipide che favorisce l'emulsione dei grassi evitando il loro accumulo nel sangue, rende i fagioli un alimento adatto per la prevenzione delle ipercolesterolemie (eccesso di colesterolo nel sangue). Dal punto di vista nutrizionale i fagioli sono ricchi di proteine e carboidrati, mentre il loro contenuto lipidico è piuttosto basso. Contengono inoltre calcio, fosforo, ferro e potassio.

La dicitura nobili associata alle proteine dei legumi non è corretta ed è stata introdotta per contrastare il detto secondo il quale "i legumi sarebbero la carne dei poveri". In realtà è molto importante assumere una discreta fonte di proteine vegetali nella dieta e per valorizzarle ulteriormente questo concetto è stato introdotto impropriamente il termine "nobili".

In ogni caso queste carenze, proprie anche dei fagioli, possono essere superate facilmente associando correttamente gli alimenti, come ad esempio abbinando la PASTA ai FAGIOLI. Si parla in questo caso di mutua integrazione perché gli aminoacidi di cui è carente la pasta vengono forniti dai fagioli e viceversa.