Proprietà nutrizionali

Il bovino adulto è il nome che viene dato al vitellone, al manzo, alla vacca, al toro, al bue e alla giovenca.

La carne di bovinorientra nella classe delle carni rosse; grazie al suo ricco contenuto di emoglobina e mioglobina.

Ha un alto contenuto proteico e un basso contenuto calorico. Buona fonte di ferro e vitamina PP (niacina). Contenuto lipidico modesto, in prevalenza grassi saturi. Grande variabilità nei valori nutrizionali a seconda del taglio, dell'età e dei metodi di allevamento dell'animale.

Il vitellone: l'animale viene abbattuto nel pieno della sua maturità, tra i 12 e i 18 mesi.  Per questo motivo contiene meno acqua rispetto alla carne di vitello, è più saporita ed ha un contenuto proteico maggiore. Tra le razze più pregiate ricordiamo la chianina e la romagnola. La giovenca: è la femmina giovane che non ha ancora partorito. Il manzo: è un maschio di 3-4 anni (può essere chiamato manzo anche il bovino femmina che non ha ancora partorito). L'animale viene castrato in giovane età per favorire l'ingrassamento precoce e viene macellato a 3-4 anni. In questo modo si ottiene una carne qualitativamente migliore con un basso contenuto di acqua ma con una percentuale di grasso relativamente alta (10-15%). Proprio per quest'ultimo aspetto la carne di manzo non è molto richiesta. Il bue: è un maschio castrato che ha superato i quattro anni e mezzo di età. Pur avendo proprietà nutrizionali eccellenti questo bovino, utilizzato in agricoltura fino a pochi anni fa, oggi è praticamente scomparso in quanto, non essendo più necessario per i lavori nei campi, viene macellato in età precoce. Il toro: è il maschio non castrato, ha una carne rosso scuro, dura, con tessuto connettivale giallastro. La vacca: è l'animale da latte che ha terminato il suo ciclo di produzione o "carriera economica". Dopo essere stata utilizzata per la produzione di vitelli e latte viene macellata all'età di 7-10 anni.

Ha una carne scura, piuttosto dura, simile a quella del manzo ma con un prezzo generalmente inferiore. Il vitello: vedi VITELLO




Ultima modifica dell'articolo: 28/01/2016