Pechino 2008: è successo anche questo

Il dramma di Tai Aguero Tra le vittorie e sconfitte dello sport c'è anche chi, a Pechino, ha dovuto patire un dramma umano incalcolabile. La pallavolista cubana di nascita e naturalizzata italiana Tai Aguero ha ricevuto notizia delle difficili condizioni di salute della mamma a poche ore dall'inizio dei Giochi. La Aguero ha lasciato il Villaggio Olimpico per accorrere al capezzale della madre, ma questo non gli è stato consentito. Dopo essere tornata in Europa, la Aguero ha atteso invano che le autorità cubane le concedessero il nullaosta in tempi brevi per volare a Cuba. Ma questo non è arrivato: la Aguero infatti non ha più passaporto cubano da quando vive in Italia, perché le leggi dell'isola non permettono la doppia cittadinanza. Nonostante le drammatiche circostanze, da Cuba non è arrivato il permesso e la mamma di Tai è morta senza poter rivedere la figlia. Alla Aguero non è rimasto altro che rientrare a Pechino per riunirsi alla nazionale azzurra di pallavolo.

 

Super Guderzo: bronzo nel ciclismo Due gare e due podi per le gare in linea del ciclismo. All'argento di Rebellin tra gli uomini ha replicato un bellissimo bronzo di Tatiana Guderzo tra le donne, che hanno gareggiato in una giornata di tregenda. La 24enne di Marostica ha infiammato la corsa lungo la salita che portava alla Grande Muraglia, scattando a ripetizione con forza e determinazione fino ad andarsene da sola. Nella discesa finale la Guderzo si è vista recuperare da quattro atlete e la volata conclusiva è stata dominata di potenza dalla gallese Nicole Cooke, una delle grandi favorite della vigilia. La Guderzo, però, è riuscita ad agguantare una splendida medaglia di bronzo, dietro alla svedese Johansson: per la vicentina, dopo anni duri in cui si era smarrita, è un grande ritorno.

 

Pellielo infallibile: terzo podio E' una sicurezza dello sport italiano meno reclamizzato Giovanni Pellielo. Bronzo a Sidney, argento a Atene, ha collezionato un'altra medaglia d'argento nel tiro a volo, specialità trap. Una gara difficilissima, con la finale disputata sotto una pioggia battente che ha costretto i tiratori a numerosi errori. Il più bravo è stato il ceco Kostelecky che ha centrato 146 piattelli, mentre Pellielo si è fermato a 143. Persona molto umile e religiosa, Pellielo si è detto comunque soddisfatto dell'ennesimo podio anche se non è arrivato l'oro. Da segnalare nella stessa gara anche la bella prova del giovane esordiente Erminio Frasca che ha chiuso al 6° posto.

 

Russia-Georgia, un abbraccio per la pace La crisi dell'Ossezia, i bombardamenti russi, sono inevitabilmente arrivati anche alle Olimpiadi. La delegazione georgiana è stata sul punto di ritirarsi dai Giochi e tornare in patria, visto il difficile momento, ma il presidente georgiano Saakashvili in prima persona ha voluto che gli atleti rimanessero a Pechino. A poche ore di distanza da questa decisione due atlete, una russa ed una georgiana, si sono ritrovate sullo stesso podio, medaglia d'argento e di bronzo nella gara di tiro con pistola da 10 metri vinta da una cinese. E la georgiana Salukvadze è andata subito ad abbracciare la russa Paderina: un abbraccio ricambiato con affetto, carico di significati e che il pubblico ha sottolineato con emozione.

 

Arco: azzurri dietro ai maestri coreani La magica Atene di Marco Galiazzo non è stata una soddisfazione effimera. L'arciere veneto ha guidato la squadra azzurra verso un'eccellente medaglia d'argento dietro agli invincibili sudcoreani, che si sono aggiudicati il titolo per la terza volta di fila. L'Italia, composta anche da Ilario Di Buò e Mauro Nespoli, ha superato Canada, Malesia e Ucraina per approdare alla finale con i coreani, che hanno subìto preso il largo raggiungendo un vantaggio di 6 punti. Gli azzurri, però, hanno rimesso tutto in discussione riportando la partita in parità, ma quando sembrava addirittura possibile il sorpasso, Mauro Nespoli, all'esordio olimpico, ha sbagliato il suo ultimo tiro, lasciando aperta la porta ai coreani. Resta comunque un argento da incorniciare

 

Quintavalle, la prima dal tatami Ecco cancellato uno zero dagli score della storia olimpica azzurra. Per la prima volta una ragazza italiana è riuscita a salire sul gradino più alto del judo. L'impresa è stata firmata da Giulia Quintavalle, 25 anni da Rosignano Marittimo, vicino a Livorno. La ragazza toscana ha compiuto un'autentica impresa conquistando la medaglia d'oro a sorpresa, al termine di un percorso netto e di grande difficoltà che l'ha vista già al primo turno opposta alla campionessa olimpica uscente, la tedesca Boenisch. Invece la Quintavalle ha inanellato una vittoria dietro l'altra, fino alla semifinale, dove nonostante un infortunio ad un braccio, ha sconfitto anche l'australiana Pekli. Nella finale per l'oro la Quintavalle si è trovata di fronte una judoka olandese, la Gravenstijn, già medagliata olimpica. Nonostante fosse all'esordio nei Giochi, la Quintavalle non si è scomposta ed ha messo nel carniere un koka e un yuko, i due punti col minor valore, che sono stati sufficienti a portare a casa il match e la medaglia d'oro. Una medaglia inattesa per molti, ma non per la judoka livornese che dopo il trionfo ha dichiarato che era certa di poter combattere per l'oro.

 

Anche D'Aniello spara all'argento Dopo Pellielo ecco un altro azzurro del tiro a volo sul podio, confermando la tradizione italiana in questo sport. E' Francesco D'Aniello, 39enne di Nettuno, che è secondo solo all'imprendibile americano Walton Eller nel double trap. D'Aniello era all'esordio olimpico nonostante l'età non verdissima: il suo arrivo all'agonismo è stato infatti molto tardivo e solo da pochi anni si è dedicato a questa attività, raggiungendo però ben presto risultati straordinari come il titolo mondiale nel 2007. Dopo la gara il tiratore ha lanciato un appello al Parlamento affinché i premi spettanti ai vincitori delle medaglie olimpiche siano detassati, come avviene per altri paesi, ad esempio la Cina.


Seconda parte »



ARTICOLI CORRELATI

Azzurri verso Pechino: calcioAzzurri verso Pechino: pallavolo femminileAzzurri verso Pechino: Paolo BettiniAzzurri verso Pechino: Vanessa FerrariDa Pechino 2008 a Londra 2012Du Toit e Pistorius, porte aperte per i GiochiFederica Pellegrini oro a Pechino 2008Il sogno infranto di Oscar PistoriusLe speranze azzurre sport per sportOlimpiadi di Pechino 2008: -200 al viaOlimpiadi Pechino 2008, un evento da 1,5 miliardi di euroPechino 2008 - Un mondo, un sogno -Pechino 2008 Howe, Magnini, Ferrari, pallavolo: quanti flop dai big azzurriPechino 2008, accensione della Fiamma OlimpicaPechino 2008, cerimonie: per l’Italia sì, no, forse…Pechino 2008, diritti umani e inquinamentoPechino 2008, la fiaccola sull'everestPechino 2008: è successo anche questoPechino 2008: è successo anche questo - Quarta PartePechino 2008: è successo anche questo - Seconda PartePechino 2008: è tornato il Dream Team americanoPechino 2008: a pieno ritmo verso PechinoPechino 2008: alla scoperta del Villaggio OlimpicoPechino 2008: Andrew HowePechino 2008: Antonio Rossi e gli atleti della canoaPechino 2008: Azzurri dal Presidente NapolitanoPechino 2008: Filippo MagniniPechino 2008: il mondo chiede le "Olimpiadi verdi"Pechino 2008: Italia oro nella marciaPechino 2008: Italia, un buon bilancio con qualche ombraPechino 2008: L’ONU invoca la Tregua OlimpicaPechino 2008: la cerimonia di aperturaPechino 2008: la Cina fa man bassa di medaglie d’oroPechino 2008: la Cina sotto esamePechino 2008: la fiaccola avanza tra le protestePechino 2008: la grande occasionePechino 2008: le news di aprilePechino 2008: le news di FebbraioPechino 2008: le news di GiugnoPechino 2008: le news di luglioPechino 2008: le news di MaggioPechino 2008: le news di marzoPechino 2008: Matteo Tagliariol oro nella spadaPechino 2008: medagliere medagliePechino 2008: Michael Phelps sulle tracce di SpitzPechino 2008: niente Fiamma Olimpica a TaiwanPechino 2008: niente Olimpiadi per i TibetaniPechino 2008: quanta curiosità per il Nido d’UccelloPechino 2008: risultati atleticaPechino 2008: sfida tra gli uomini più veloci del mondoOlimpiadi di Pechino su Wikipedia italiano2008 Summer Olympics su Wikipedia inglese

Link esterni: Sito ufficiale olimpiadi di Pechino 2008

Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015