Pechino 2008: le news di aprile

News Febbraio News Marzo News Aprile News Maggio News Giugno News Luglio

Baldini da Pechino: "Triste per il Tibet" - Il campione olimpico in carica della maratona, l'emiliano Stefano Baldini, è volato in Cina a metà aprile subito dopo aver corso la maratona di Londra (12° posto) per prendere visione del percorso della gara che assegnerà il titolo e della situazione ambientale. Da Pechino, però, Baldini è entrato anche nel merito della questione tibetana, ed è il primo campione a spendere parole in questo senso, tanto più dal suolo cinese. Baldini si è detto molto rattristato dalla situazione che sta vivendo il Tibet, "Una delle tanti situazioni critiche nel mondo per le quali tutti dovremmo rattristarci". In precedenza Baldini, prima di partire per la Cina, aveva parlato di atleti in missione di pace per i Giochi contro le violenze ma anche contro i boicottaggi. Per quanto riguarda la sua maratona, il campione non si è detto preoccupato per l'inquinamento, che sta mettendo il CIO in allarme, ma che secondo lui non sarà determinante per l'esito della gara se non per atleti che abbiano qualche problema respiratorio. Più importanti, secondo Baldini ed il suo storico tecnico Luciano Gigliotti (lo stesso che guidò all'oro olimpico Gelindo Bordin), saranno il caldo e l'umidità che potrebbero raggiungere valori molto elevati e favorire soprattutto gli atleti africani. La maratona sarà la gara di chiusura dei Giochi di Pechino, come da tradizione, il 24 di agosto.

 

Petrucci: "Niente boicottaggio e atleti liberi" - Il Presidente del CONI Gianni Petrucci è tornato a parlare a proposito di quanto sta accadendo in Tibet, limitatamente alla linea scelta in vista dei Giochi. Il Presidente ha ribadito che l'eventualità di un boicottaggio per protesta contro le repressioni effettuate dai cinesi in Tibet non è mai stata neanche presa in considerazione. E' molto interessante soprattutto la presa di posizione del Presidente Petrucci sul comportamento degli atleti. All'estero alcuni comitati olimpici nazionali hanno chiesto agli atleti di firmare un documento in cui si impegnano a non rilasciare dichiarazioni di carattere politico o a riguardo dei diritti umani durante i Giochi. Petrucci invece ha annunciato che in Italia non si ricorrerà a niente di tutto questo e che i nostri azzurri a Pechino saranno liberi di esprimere i propri punti di vista".

 

I dubbi di Laure Manaudou - I Giochi di Pechino sarebbero dovuti essere anche i suoi, ma per Laure Manaudou, la stella del nuoto francese, la marcia di avvicinamento si sta rivelando molto complicata. La campionessa francese sta attraversando un momento di difficoltà: ai campionati nazionali non è riuscita a strappare la qualificazione olimpica nei 400 stile libero, mentre nei 200 non si è neanche presentata al via. Una situazione difficile cui fa da contraltare il grande momento della rivale Federica Pellegrini, che le ha recentemente strappato il record mondiale dei 400, oltre ad essere subentrata alla francese nel cuore di Luca Marin.

 

La Francia ha scelto il suo alfiere - Con grande anticipo i francesi hanno già designato il loro alfiere, l'atleta che durante la cerimonia di apertura dei Giochi, l'8 agosto, aprirà la sfilata del paese portando la bandiera nazionale. La scelta è caduta sul canoista Tony Estanguet, campione olimpico sia a Sidney 2000 che a Atene 2004. Certamente non un nome di primissimo piano nel panorama di campioni d'Oltralpe, ma un atleta titolatissimo. Le scelte dei rispettivi alfieri spettano ai Comitati olimpici nazionali: in Italia l'alfiere non è stato ancora designato, ma tra i nomi che sono circolati come tra i più probabili c'è quello di Filippo Magnini. Ad Atene l'alfiere azzurro fu Yuri Chechi, mentre a Sidney fu il cestista Carlton Mayers.



ARTICOLI CORRELATI

Azzurri verso Pechino: calcioAzzurri verso Pechino: pallavolo femminileAzzurri verso Pechino: Paolo BettiniAzzurri verso Pechino: Vanessa FerrariDa Pechino 2008 a Londra 2012Du Toit e Pistorius, porte aperte per i GiochiFederica Pellegrini oro a Pechino 2008Il sogno infranto di Oscar PistoriusLe speranze azzurre sport per sportOlimpiadi di Pechino 2008: -200 al viaOlimpiadi Pechino 2008, un evento da 1,5 miliardi di euroPechino 2008 - Un mondo, un sogno -Pechino 2008 Howe, Magnini, Ferrari, pallavolo: quanti flop dai big azzurriPechino 2008, accensione della Fiamma OlimpicaPechino 2008, cerimonie: per l’Italia sì, no, forse…Pechino 2008, diritti umani e inquinamentoPechino 2008, la fiaccola sull'everestPechino 2008: è successo anche questoPechino 2008: è successo anche questo - Quarta PartePechino 2008: è successo anche questo - Seconda PartePechino 2008: è successo anche questo - Terza PartePechino 2008: è tornato il Dream Team americanoPechino 2008: a pieno ritmo verso PechinoPechino 2008: alla scoperta del Villaggio OlimpicoPechino 2008: Andrew HowePechino 2008: Antonio Rossi e gli atleti della canoaPechino 2008: Azzurri dal Presidente NapolitanoPechino 2008: Filippo MagniniPechino 2008: il mondo chiede le "Olimpiadi verdi"Pechino 2008: Italia oro nella marciaPechino 2008: Italia, un buon bilancio con qualche ombraPechino 2008: L’ONU invoca la Tregua OlimpicaPechino 2008: la cerimonia di aperturaPechino 2008: la Cina fa man bassa di medaglie d’oroPechino 2008: la Cina sotto esamePechino 2008: la fiaccola avanza tra le protestePechino 2008: la grande occasionePechino 2008: le news di FebbraioPechino 2008: le news di GiugnoPechino 2008: le news di luglioPechino 2008: le news di MaggioPechino 2008: le news di marzoPechino 2008: Matteo Tagliariol oro nella spadaPechino 2008: medagliere medagliePechino 2008: Michael Phelps sulle tracce di SpitzPechino 2008: niente Fiamma Olimpica a TaiwanPechino 2008: niente Olimpiadi per i TibetaniPechino 2008: quanta curiosità per il Nido d’UccelloPechino 2008: risultati atleticaPechino 2008: sfida tra gli uomini più veloci del mondoOlimpiadi di Pechino su Wikipedia italiano2008 Summer Olympics su Wikipedia inglese

Link esterni: Sito ufficiale olimpiadi di Pechino 2008

Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015