Olimpiadi Atene 2004

L'invasione cinese

Ad Atene si fa insistente l'avanzata della Cina. Già nelle ultime edizioni il gigante asiatico aveva conquistato un gran numero di medaglie, ma confinate quasi sempre in settori molto specifici, dai tuffi al tiro o alla ginnastica. Qui la forza della Cina esplode un po' ovunque, atletica compresa. L'uomo simbolo di questa nuova Cina è Xiang Liu, che si impone a sorpresa in una delle discipline più tecniche e complesse dell'atletica, i 110 ostacoli. La vittoria sembra favorita da una caduta dell'americano Allen Johnson, il più grande dell'ultimo decennio nella specialità, che sbaglia nelle batterie e viene eliminato. Ma il cinese in finale tira fuori un clamoroso 12.91 con cui eguaglia il record del mondo ed anche nella stagione successiva si confermerà sugli stessi livelli. La Cina vince con la Xing anche i 10000, dove la bicampionessa etiope Tulu è bronzo, domina i tuffi, dove i suoi atleti lasciano a bocca aperta per la perfezione assoluta dell'entrata in acqua, si prende un oro dal nuoto (100 rana con la Luo) e vince pure la pallavolo femminile. E' cinese anche l'oro del tennis nel doppio femminile, un'impresa, questa, davvero imprevista. Alla fine, dopo un bel testa a testa, gli americani salvano il primo posto nel medagliere, ma con soli 4 ori in più dei cinesi, 36 a 32. A Pechino 2008 il sorpasso appare già a portata di mano.

Ginobili-Tevez: è festa argentina

Il torneo di calcio raccoglie un ottimo successo e lo sport del pallone si inserisce sempre di più a pieno titolo nei cinque cerchi, dopo un passato un po' da corpo estraneo. E' merito anche di una splendida squadra argentina che dà spettacolo grazie a campioncini come Carlitos Tevez, Javier Saviola, Andres d'Alessandro, Javier Mascherano. Fa le spese dello strapotere argentino anche l'Italia guidata da Gentile, che in semifinale è sommersa con un 3 a 0. La celeste va poi a vincere il titolo superando in finale il Paraguay con l'ennesimo gol, l'ottavo nel torneo, di Tevez. Per l'Italia la soddisfazione del bronzo, grazie al gol di Gilardino che ci permette di battere 1 a 0 l'Irak, sorpresa del torneo.
Anche nel basket gli azzurri devono piegarsi alla classe degli argentini di Manu Ginobili e Hugo Sconochini. E' un torneo che vive sulle difficoltà degli americani, alle prese con una squadra che non ha più gli immensi talenti degli anni Novanta ed ha poco spirito di gruppo. Già all'esordio l'ex Dream Team è piegato da Portorico, poi riesce a riprendersi arrivando in semifinale, ma qui Ginobili e soci gli infliggono un pesante 89-81. Gli azzurri guidati da Basile invece riscattano l'opaca prova di Sidney e fanno fuori Portorico nei quarti e Lituania in semifinale. La finalissima per l'oro è difficile, la superiorità degli argentini viene fuori ed il punteggio di 84-69 la testimonia. Per i nostri è però un torneo ed un argento da incorniciare. Per rifarci delle due sconfitte con gli argentini in calcio e basket arriva in soccorso la pallavolo maschile, ancora alla ricerca dell'oro tanto sognato. Ci sono gli ultimi reduci della grande nazionale degli anni Novanta che ha dominato il mondo ma senza vincere le Olimpiadi, Andrea Giani e Paolo Tofoli. Nei quarti di finale, dopo un avvio incerto, gli azzurri mettono sotto gli argentini, quindi in semifinale affondano facilmente la Russia. In finale c'è il Brasile, che stavolta è favorito e dimostra tutta la sua forza. L'Italia gioca a lungo alla pari ma alla fine deve cedere alla classe di Giba e compagni. Il capolavoro per gli sport di squadra azzurri è la pallanuoto femminile, dove le ragazze di Pierluigi Formigoni si impongono sulle padrone di casa greche al termine di una finale protrattasi ai supplementari. Un oro che pone il sigillo su quello che è un ciclo di vittorie eccellente per Giusy Malato e le altre azzurre, con due titoli mondiali e quattro europei. Tra gli uomini la pallanuoto è un disastro, fuori nel girone eliminatorio dopo una sconfitta con la Grecia per 3 a 2. Non vanno bene neanche le ragazze della pallavolo, campionesse del mondo ma eliminate da Cuba nei quarti di finale.
Ad Atene si festeggia anche la prima campionessa olimpica nella storia della Turchia, la sollevatrice di pesi Nurcan Taylan. E' una vecchia conoscenza invece, la tedesca Birgit Fischer: la sua canoa è ancora d'oro come accade quasi ininterrottamente dal 1980, Giochi di Mosca. Solo il boicottaggio dell'allora Germania Est l'ha bloccata a Los Angeles, per il resto sempre medaglie d'oro. E' un record assoluto, mai nessun atleta era riuscito a vincere in sei Olimpiadi differenti e mai nessuno aveva vinto medaglie a distanza di ben 24 anni. Il ciclismo ritrova Leontien Van Morseel, l'olandese star di Sidney, che aveva annunciato di voler appendere la bici al chiodo ed invece è ancora qui a faticare. Su pista trova atlete più forti, e deve accontentarsi di un bronzo nell'inseguimento vinto da una formidabile neozelandese, Sarah Ulmer. Nella cronometro però arriva la grande conferma ed il quarto oro di una carriera strepitosa. Tra gli uomini la stessa gara, la crono su strada, ha un epilogo amaro: l'americano Tyler Hamilton è il vincitore sul campione uscente, il veterano russo Ekimov, ma poco dopo i Giochi viene trovato positivo e si viene a scoprire che da anni faceva largo uso di sostanze dopanti. Nonostante questo, l'oro resta suo.
Nel tennis tutti i più grandi, da Federer a Roddick, deludono profondamente finendo fuori nelle prime battute del torneo. La vittoria va così al cileno Massu che con il connazionale Gonzalez si ripete anche nel doppio. Più gloria tra le donne, per i grandi nomi: la finale è tra la francese Mauresmo e la belga Henin, con il successo di quest'ultima.


« 1 2 3 4 »


ARTICOLI CORRELATI

Olimpiadi di Londra 2012 - Cronaca degli Episodi salientiOlimpiadi invernali: Chamonix 1924 - Saint Moritz 1928 - Lake Placid 1932 - Garmisch 1936Olimpiadi invernali: Saint Moritz 1948 - Oslo 1952 - Cortina 1956Olimpiadi invernali: Sapporo 1972 - Innsbruck 1976 - Lake Placid 1980Olimpiadi invernali: Sarajevo 1984 - Calgary 1988Olimpiadi invernali: Squaw Valley 1960 - Innsbruck 1964 - Grenoble 1968Olimpiadi 1924 di ParigiOlimpiadi Amsterdam 1928Olimpiadi Amsterdam 1928 - Medagliere -Olimpiadi Anversa 1920Olimpiadi Atene 1896Olimpiadi Atene 2004Olimpiadi Atene 2004 - Medagliere -Olimpiadi Atene 2004 - sfida tra giganti -Olimpiadi Atlanta 1996Olimpiadi Atlanta 1996 - MedagliereOlimpiadi Barcellona 1992Olimpiadi Barcellona 1992 - Medagliere -Olimpiadi Berlino 1936Olimpiadi Berlino 1936 - Medagliere -Olimpiadi Citta del Messico 1968Olimpiadi Citta del Messico 1968 - Medagliere -Olimpiadi Helsinki 1952Olimpiadi Helsinki 1952 - Medagliere -Olimpiadi invernali: Albertville 1992Olimpiadi invernali: Lillehammer 1994Olimpiadi invernali: Nagano 1998Olimpiadi invernali: Salt Lake City 2002Olimpiadi invernali: Torino 2006Olimpiadi invernali: Vancouver 2010Olimpiadi Londra 1908Olimpiadi Londra 1948Olimpiadi Londra 1948 - MedagliereOlimpiadi Londra 2012 - Bolt e i fulmini giamaicaniOlimpiadi Londra 2012 - Eroi italiani e Medagliere finaleOlimpiadi Londra 2012 - Sogni e incubi olimpiciOlimpiadi Los Angeles 1932Olimpiadi Los Angeles 1932 - Medagliere -Olimpiadi Los Angeles 1984Olimpiadi Los Angeles 1984 - Medagliere -Olimpiadi Melbourne 1956Olimpiadi Melbourne 1956 - MedagliereOlimpiadi Monaco 1972Olimpiadi Monaco 1972 - MedagliereOlimpiadi Montreal 1976Olimpiadi Montreal 1976 - Medagliere -Olimpiadi Mosca 1980Olimpiadi Mosca 1980 - Medagliere -Olimpiadi Parigi 1900Olimpiadi Parigi 1924Olimpiadi su Wikipedia italianoOlympic Games su Wikipedia ingleseOlimpiadi di Atene 2004 su Wikipedia italiano2004 Summer Olympics su Wikipedia inglese