Olimpiadi Helsinki 1952

« prima parte

E' l'Italia di Mangiarotti

Nel solco della tradizione sono scherma e ciclismo a segnare i maggiori successi italiani. Tra tutti però si fa strada la figura di Edoardo Mangiarotti, lo schermidore milanese qui alla sua terza Olimpiade. Mangiarotti sale in pedana nella spada e nel fioretto conquistando 4 medaglie in altrettante prove disputate. Nella finale della spada deve vedersela con il fratello Dario, in una sfida che rinverdisce quella dei fratelli Nadi ad Anversa.  La gara è accesissima e si conclude con il trionfo di Edoardo che poi guida l'Italia all'oro a squadre. Nel fioretto riesce ad arrivare ancora in finale, ma qui trova sulla sua strada un fortissimo francese, Christian D'Oriola che lo costringe all'argento.  Stessa musica per la gara a squadre. La scherma regala altri trionfi, come quello di Irene Camber che vince nel fioretto contro la favorita ungherese Elek, campionessa di Londra e Berlino. La sciabola maschile deve invece accontentarsi dell'argento dietro all'Ungheria e a completare c'è il bronzo di Manlio Di Rosa nel fioretto.
Il ciclismo non è da meno. Ad imporsi qui è soprattutto Enzo Sacchi, splendido dominatore della velocità.  Ma torna agli antichi splendori anche il quartetto dell'inseguimento con Mesina, De Rossi, Campana e Morettini che riportano l'Italia all'oro sconfiggendo in finale il Sudafrica.  Arrivano anche due argenti dallo stesso Morettini nel km da fermo e dalla squadra della prova su strada. Il tandem arriva invece al bronzo, ma regala due personaggi per motivi diversi storici: Antonio Maspes e Cesare Pinarello. Il primo diventerà il più grande pistard di sempre, capace di vincere un'infinità di Mondiali e di dare alla pista grandissima popolarità; il secondo dopo una modesta carriera professionistica diventerà uno dei maggiori industriali di biciclette.
La pista d'atletica ritrova il discobolo Adolfo Consolini, che perde però la possibilità di riconfermarsi campione per mano di un pellerossa americano, Sim Iness, che lo relega all'argento. Detto dell'impresa di Dordoni nella marcia, l'atletica non regala nessun'altra medaglia. Ci possiamo rifare nella boxe, dove conquistiamo una medaglia per ogni colore, con il bolognese Aureliano Bolognesi (oro nei leggeri), Sergio Caprari (argento nei piuma) e Bruno Visintin (bronzo nei welter). Uno dei successi più sentiti è quello della vela dove Straulino e Rode riescono a superare proprio nell'ultima regata gli americani, fin lì in testa, vincendo l'oro della classe star. Le ultime medaglie sono l'argento del lottatore sordomuto Ignazio Fabra e il bronzo della nazionale di pallanuoto. Il finale è con 21 medaglie, meno rispetto a Londra (29). Considerando però il rientro di Giappone e Germania, l'ingresso dell'URSS, il bilancio è più che positivo.


MEDAGLIERE OLIMPIADI

   ORO ARGENTO BRONZO TOTALE
1.   Stati Uniti   40 19 17 76
2.   Unione Sovietica   22 30 19 71
3.   Ungheria   16 10 16 42
4.   Svezia   12 13 10 35
5.   ITALIA  8 9 4 21
6.   Cecoslovacchia  7 3 3 13
7.   Francia   6 6 6 18
8.   Finlandia   6 3 13 22
9.   Australia  6 2 3 11
10.   Norvegia   3 2 0 5
11.   Svizzera   2 6 6 14
12.   Sud Africa  2 4 4 10
13.   Giamaica   2 3 0 5
14.   Belgio   2 2 0 4
15.   Danimarca  2 1 3 6
16.   Turchia   2 0 1 3
17.   Giappone  1 6 2 9
18.   Gran Bretagna   1 2 8 11
19.   Argentina  1 2 2 5
20.   Polonia   1 2 1 4
21.   Canada  1 2 0 3
21.   Jugoslavia  1 2 0 3
23.   Romania   1 1 2 4
24.   Nuova Zelanda  1 0 2 3
24.   Brasile   1 0 2 3
26.   India   1 0 1 2
27.   Lussemburgo   1 0 0 1
28.   Germania   0 7 17 24
29.   Olanda   0 5 0 5
30.   Iran   0 3 4 7
31.   Cile   0 2 0 2
32.   Austria   0 1 1 2
32.   Libano   0 1 1 2
34.   Messico   0 1 0 1
34.   Irlanda   0 1 0 1
34.   Spagna   0 1 0 1
37.   Corea del Sud   0 0 2 2
37.   Trinidad e Tobago   0 0 2 2
37.   Uruguay   0 0 2 2
40.   Venezuela   0 0 1 1
40.   Portogallo  0 0 1 1
40.   Bulgaria   0 0 1 1
40.   Egitto   0 0 1 1


ARTICOLI CORRELATI

Olimpiadi di Londra 2012 - Cronaca degli Episodi salienti Olimpiadi invernali: Chamonix 1924 - Saint Moritz 1928 - Lake Placid 1932 - Garmisch 1936 Olimpiadi invernali: Saint Moritz 1948 - Oslo 1952 - Cortina 1956 Olimpiadi invernali: Sapporo 1972 - Innsbruck 1976 - Lake Placid 1980 Olimpiadi invernali: Sarajevo 1984 - Calgary 1988 Olimpiadi invernali: Squaw Valley 1960 - Innsbruck 1964 - Grenoble 1968 Olimpiadi 1924 di Parigi Olimpiadi Amsterdam 1928 Olimpiadi Amsterdam 1928 - Medagliere - Olimpiadi Anversa 1920 Olimpiadi Atene 1896 Olimpiadi Atene 2004 Olimpiadi Atene 2004 - Medagliere - Olimpiadi Atene 2004 - sfida tra giganti - Olimpiadi Atene 2004: l'invasione cinese Olimpiadi Atlanta 1996 Olimpiadi Atlanta 1996 - Medagliere Olimpiadi Barcellona 1992 Olimpiadi Barcellona 1992 - Medagliere - Olimpiadi Berlino 1936 Olimpiadi Berlino 1936 - Medagliere - Olimpiadi Citta del Messico 1968 Olimpiadi Citta del Messico 1968 - Medagliere - Olimpiadi Helsinki 1952 Olimpiadi invernali: Albertville 1992 Olimpiadi invernali: Lillehammer 1994 Olimpiadi invernali: Nagano 1998 Olimpiadi invernali: Salt Lake City 2002 Olimpiadi invernali: Torino 2006 Olimpiadi invernali: Vancouver 2010 Olimpiadi Londra 1908 Olimpiadi Londra 1948 Olimpiadi Londra 1948 - Medagliere Olimpiadi Londra 2012 - Bolt e i fulmini giamaicani Olimpiadi Londra 2012 - Eroi italiani e Medagliere finale Olimpiadi Londra 2012 - Sogni e incubi olimpici Olimpiadi Los Angeles 1932 Olimpiadi Los Angeles 1932 - Medagliere - Olimpiadi Los Angeles 1984 Olimpiadi Los Angeles 1984 - Medagliere - Olimpiadi Melbourne 1956 Olimpiadi Melbourne 1956 - Medagliere Olimpiadi Monaco 1972 Olimpiadi Monaco 1972 - Medagliere Olimpiadi Montreal 1976 Olimpiadi Montreal 1976 - Medagliere - Olimpiadi Mosca 1980 Olimpiadi Mosca 1980 - Medagliere - Olimpiadi Parigi 1900 Olimpiadi Parigi 1924 Olimpiadi Roma 1960 Olimpiadi su Wikipedia italiano Olympic Games su Wikipedia inglese