Olimpiadi invernali: da Squaw Valley a Grenoble

Olimpiadi invernali Squaw Valley 1960

La seconda escursione oltreoceano dei Giochi Invernali, come la prima, non è accompagnata da un grande successo. Siamo in California, a Squaw Valley, sede scelta per le Olimpiadi Invernali del 1960. Questa edizione è segnata da una clamorosa disputa tra gli organizzatori ed il CIO: gli americani si rifiutano di costruire una pista da bob quando scoprono che alla gara parteciperanno solo 9 equipaggi. Gli ammonimenti del CIO sono inutili e quella di Squaw Valley resta l'unica Olimpiade della storia senza gare di bob, una delle discipline storiche. Ne fa le spese, tra gli altri, anche il nostro campione Eugenio Monti. L'Italia è fortemente penalizzata dalla cancellazione del bob e riesce a portare a casa da Squaw Valley una sola medaglia, il bronzo di Giuliana Chenal Minuzzo nel gigante dello sci alpino.
La gara che suscita più entusiasmi è la staffetta di fondo maschile, dove il vecchio finlandese Hakulinen compie una prodigiosa rimonta nei confronti della Norvegia che porta l'oro ai finnici. È invece uno svedese, Lestander, l'oro della prima gara olimpica di un nuovo sport destinato a grande successo, il biathlon. Esordisce anche il pattinaggio velocità femminile, che è un affare russo, come quello maschile.

Olimpiadi invernali Innsbruck 1964

Anche l'edizione successiva a Squaw Valley, Innsbruck 1964, non scivola via liscia. Stavolta a mettere in difficoltà gli austriaci è il caldo e la poca neve. lydia skoblikova Olimpiadi invernali innsbruck 1954A Innsbruck entra in campo anche l'esercito, per trasportare neve dalle montagne più alte e alla fine le Olimpiadi Invernali sono salve. Grande curiosità la suscitano le sorelle francesi Christine e Marielle Goitschel, oro e argento in slalom e gigante scambiandosi le posizioni nelle due gare. La più medagliata di Innsbruck 1964, però, è Lydia Skoblikova, pattinatrice russa già doppio oro a Squaw Valley, che qui conquista altre quattro medaglie d'oro, tutte quelle in palio nel suo sport. L'Italia è grande nel bob e nello slittino, disciplina all'esordio olimpico che porta il bronzo del doppio. Nel bob, invece, si sale per ben tre volte sul podio, argento e bronzo nel doppio, bronzo in quello a 4. Su entrambi gli equipaggi che conquistano il bronzo, è Eugenio Monti a pilotare. Il campione di Dobbiaco è nobile protagonista dei Giochi: nella gara del bob a 2 presta un asse del proprio bob agli inglesi che l'hanno rotto e sono in testa alla gara. Grazie a questo gesto di grande lealtà gli inglesi vincono la medaglia d'oro davanti ai due equipaggi azzurri.

Olimpiadi invernali Grenoble 1968

Tanta generosità viene premiata 4 anni più tardi alle Olimpiadi Invernali di Grenoble del 1968. Monti non vorrebbe neanche partecipare, ha ormai 40 anni e non crede più nelle proprie possibilità. Invece si convince e dopo tanti successi sfumati per poco riesce a coronare il sogno dell'oro olimpico, guidando al trionfo gli equipaggi azzurri sia nel bob a 2 che nel bob a 4. Eugenio Monti Grenoble 1968Se la carriera sportiva di Monti ha un felice epilogo, non così sarà per la sua vita: ammalatosi di Parkinson, il campione si ucciderà con un colpo di pistola nel 2003.

Il grande personaggio delle Olimpiadi Invernali di Grenoble 1968 è Jean Claude Killy, lo sciatore francese che manda in visibilio il pubblico transalpino ripetendo l'impresa di Toni Sailer: oro in discesa, gigante e slalom. Quest'ultima vittoria diventa un giallo: a contendere il successo a Killy è l'asso austriaco Karl Schranz, che finisce fuori pista nella seconda manche dopo che un misterioso spettatore ha attraversato il tracciato mentre sta gareggiando. Il reclamo austriaco porta alla ripetizione della gara di Schranz, che riesce a battere il tempo di Killy. Clamorosamente, però, la giuria torna sui suoi passi ed annulla questa seconda chance concessa a Schranz, assegnando dunque la medaglia d'oro a Killy. Fa discutere anche lo slittino, dove tre equipaggi tedeschi che avevano dominato le gare vengono squalificati per aver surriscaldato le lame prima della partenza, uno stratagemma considerato irregolare. Per fortuna a Grenoble 1968 c'è anche da entusiasmarsi per una spettacolare coppia di marito e moglie russi, Belosova e Protopopov, che vincono per la seconda volta l'oro nell'artistico. L'Italia aggiunge altri due ori alle perle di Monti e compagni: Franco Nones inaugura la bacheca dello sci di fondo nella 30 km ed Erika Lechner è prima nello slittino.



ARTICOLI CORRELATI

Olimpiadi di Londra 2012 - Cronaca degli Episodi salientiOlimpiadi invernali: Chamonix 1924 - Saint Moritz 1928 - Lake Placid 1932 - Garmisch 1936Olimpiadi invernali: Saint Moritz 1948 - Oslo 1952 - Cortina 1956Olimpiadi invernali: Sapporo 1972 - Innsbruck 1976 - Lake Placid 1980Olimpiadi invernali: Sarajevo 1984 - Calgary 1988Olimpiadi 1924 di ParigiOlimpiadi Amsterdam 1928Olimpiadi Amsterdam 1928 - Medagliere -Olimpiadi Anversa 1920Olimpiadi Atene 1896Olimpiadi Atene 2004Olimpiadi Atene 2004 - Medagliere -Olimpiadi Atene 2004 - sfida tra giganti -Olimpiadi Atene 2004: l'invasione cineseOlimpiadi Atlanta 1996Olimpiadi Atlanta 1996 - MedagliereOlimpiadi Barcellona 1992Olimpiadi Barcellona 1992 - Medagliere -Olimpiadi Berlino 1936Olimpiadi Berlino 1936 - Medagliere -Olimpiadi Citta del Messico 1968Olimpiadi Citta del Messico 1968 - Medagliere -Olimpiadi Helsinki 1952Olimpiadi Helsinki 1952 - Medagliere -Olimpiadi invernali: Albertville 1992Olimpiadi invernali: Lillehammer 1994Olimpiadi invernali: Nagano 1998Olimpiadi invernali: Salt Lake City 2002Olimpiadi invernali: Torino 2006Olimpiadi invernali: Vancouver 2010Olimpiadi Londra 1908Olimpiadi Londra 1948Olimpiadi Londra 1948 - MedagliereOlimpiadi Londra 2012 - Bolt e i fulmini giamaicaniOlimpiadi Londra 2012 - Eroi italiani e Medagliere finaleOlimpiadi Londra 2012 - Sogni e incubi olimpiciOlimpiadi Los Angeles 1932Olimpiadi Los Angeles 1932 - Medagliere -Olimpiadi Los Angeles 1984Olimpiadi Los Angeles 1984 - Medagliere -Olimpiadi Melbourne 1956Olimpiadi Melbourne 1956 - MedagliereOlimpiadi Monaco 1972Olimpiadi Monaco 1972 - MedagliereOlimpiadi Montreal 1976Olimpiadi Montreal 1976 - Medagliere -Olimpiadi Mosca 1980Olimpiadi Mosca 1980 - Medagliere -Olimpiadi Parigi 1900Olimpiadi Parigi 1924Olimpiadi su Wikipedia italianoOlympic Games su Wikipedia inglese