Steroidi: quando non funzionano

A cura di Ivan Mercolini


Prima di leggere l'articolo sul - Steroidi inefficaci: genetica sfavorevole, allenamento inadeguato, farmaci inadeguati - accertati di essere a conoscenza degli effetti collaterali e delle ripercussioni legali derivanti dall'utilizzo degli steroidi anabolizzanti (regolamentate dalla legge in materia antidoping 14 dicembre 2000, n. 376 e successivi aggiornamenti, e dalla legge in materia di disciplina degli stupefacenti D.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309 e successivi aggiornamenti)

Genetica Sfavorevole

Detto semplicemente: se gli steroidi sono i semi, il corpo che li riceve è il terreno. Un terreno fertile dà un ottimo raccolto anche con pochi semi, un terreno sabbioso e sterile dà risultati mediocri anche in semina copiosa. L'esempio bucolico direi che è calzante a pennello, e focalizza immediatamente l'idea di cò che voglio spiegarVi.
Steroidi e geneticaChi opera già da tempo nella fotomoda, salvo che non sia per ragioni legate alla sua notorietà, al suo nome (questo avviene spesso nel ns. paese, credetemi; la bellezza viene imposta anche dove non c'è, semplicemente perchè un tale è rampollo o volto famoso dello sport o dello spettacolo o relativi), è chiaro che non rientra in questa finestra. Se lavora già nell'immagine, e ci lavora per il suo aspetto somatico, ha chiaramente una genetica favorevole.
Ma chi intende debuttare potrebbe scoprire di essere un brutto anatroccolo semplicemente perché.... lo è... senza DNA in comune con i cigni. Questa finestra andrebbe letta dopo aver visionato la mia lezione "ADDOMINALI SCOLPITI". Infatti non voglio ripetermi sull'argomento "genetica sfavorevole", avendolo trattato in maniera chiara ed esaustiva nella lezione menzionata.
Qui mi limito a ricordare che il potenziale anabolico è dato dal numero di fibre, dalla percentuale di fibre bianche e dal rapporto di lunghezza tra muscolo e tendine, tutto frutto di genetica e di stile di vita nell'età dello sviluppo. Poi vi è il lato endocrino, anch'esso frutto di genetica e di stile di vita nell'età dello sviluppo, età dove il corpo prende visione della prospettiva di vita e si adegua di conseguenza. Attenti a quello che vi ho appena detto. Non legate pali con le spranghe a viti ormai cresciute, perché è TARDI. Se volete i vostri filari diritti, dovete pensarci prima. Ecco perchè non finirò mai di inorridire di fronte a genitori "distratti" (il "distratti" è perchè mi è stato chiesto di essere educato) che allevano figli in crescente sovrappeso con assoluta naturalezza, li privano dello sport interessandosi solo allo studio, li imbottiscono di fritti ogni volta che escono al ristorante e di carboidrati raffinati, farinacei, ad ogni merenda. Pensano poi, erroneamente, che la pubertà li trasformerà... casi eccezionali si sono verificati. Ma in genere la pubertà mette solo una pezza al disastro ormai in atto. Poveri bambini, destinati ad un'adolescenza infelice e ad un'età adulta con molte strade già precluse. Ma lascio perdere le polemiche. Tanto stasera li porterete a mangiare in fast food tanto quanto prima, a giudicare da quanto li trovo pieni. In omaggio nei menù danno i pupazzetti... dategli da mangiare anche quelli, tanto p... (ok, ok, educato.... sarò educato e calmo).
Polemica a parte, vorrei che comprendeste che gli AAS stimolano l'anabolismo in "quello che c'è". Non vi rendono alti, belli, proporzionati come se fossero un elisir magico. Se i Vs. femori sono corti e spessi, tali restano. Se il design del Vs. scheletro vi rende simili ad un elfo, tale resta. Se siete poveri di fibre bianche e di fibre in generale, con tendini lunghi, un po' naturalmente guadagnerete, ma non vi aspettate miracoli.  Gli steroidi non cambiano una natura nella sostanza, ma coadiuvano l'anabolismo in proporzione alla fertilità del terreno e dei trattamenti. Molti sono i delusi che si aspettavano da questi farmaci chissà che cosa, ubriacati dalle leggende che ci girano sopra, e invece si sono presi solo i sides e magari pure problemi con la legge. Attenzione a queste parole. Chi intende debuttare nell'immagine, sia maschio o femmina, si faccia prima valutare da un esperto, non intraprenda questa strada senza avere un buon margine di certezza di ottenere successo. E comprendete che gli steroidi non sono chirurgia estetica (e pure quest'ultima ha dei limiti, ragioneremo un poco nelle note conclusive).

Allenamento inadeguato

Affinché gli steroidi siano efficaci è assolutamente necessario un allenamento adeguato. Ricordate: l'allenamento intenso crea quelle modificazioni che permettono alle cellule di usare proficuamente gli steroidi. Ciò significa raggiungere massimi risultati con dosaggi più bassi. Dosaggi più bassi significano meno effetti collaterali o nessuno, quello che ogni professionista dell'immagine dotato di senno dovrebbe cercare. Dell'allenamento estetico maschile abbiamo parlato diversi mesi fa, così come dell'allenamento massimizzante l'ipertrofia (Heavy Duty - poi ripreso e ampliato dal BIIO... anche se non mi piace dare nomi all'allenamento ipertrofizzante, come se si potesse ottenere in modi diversi).

Ivan Mercolini

Ivan Mercolini
- autore dell'articolo -

Non voglio rientrare ora nei programmi, negli schemi, già espressi, ma voglio ribadire l'importanza dell'intensità, della costanza, dei "grossi carichi" (in proporzione alla propria forza naturalmente), della concentrazione sul workout. Un allenamento meno intenso, meno organizzato, meno "vissuto" porta non solo a richiedere dosi più alte, ma anche e comunque ad ottenere risultati inferiori alle aspettative. Un fisico stimolato  con una routine dura, si "apre" agli steroidi e alla successiva porta anabolica.

Uso di farmaci sbagliati

Questo errore è comune. Non si confonda questo capitolo con gli steroidi contraffatti. In questa finestra prendiamo in considerazione farmaci veri, originali, contenenti il principio attivo riportato nel foglietto illustrativo sia in qualità che in quantità. Ma l'errore dell'utilizzatore qui esaminato sta nell'assumere un principio attivo inadeguato agli obiettivi prefissati. Ad esempio, quando si ricerca durezza e compattezza, ci vogliano farmaci che non diano ritenzione, non aromatizzino, è vero? Ergo è sbagliato usare nandroloni, boldenoni in questa fase, peggio ancora testosteroni soprattutto se da soli. In alcuni soggetti l'associazione di nandrolone con un derivato del DHT funziona comunque egregiamente se dieta e allenamento sono giusti, ma di certo nandrolone o boldenone da soli non sono adatti per la qualità. Per non parlare poi di chi fa uso di farmaci strappati al bodybuilding quali ossimetolone, metandrostenolone, fluossimesterone, i quali oltre a dare forte ritenzione idrica hanno anche pesanti sides. Altro errore comune: l'uso del finasteride - per limitare la caduta dei capelli nei soggetti predisposti - sempre in fase di qualità. Questo farmaco fa crollare il tono muscolare oltre a dare problemi erettivi. Assumere derivati del DHT per prendere tono e durezza, e al contempo assumere finasteride è senza senso.


« 1 2 3 4 5 6 »
BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE:
- Anabolic Reference Guide di Bill Philips – Sandro Ciccarelli editore
- Author L. Rea: CHEMICAL MUSCLE ENHANCEMENT - Ciccarelli Editore
- Author L. Rea: COSTRUIRE LA BESTIA PERFETTA – Ciccarelli Editore
- Dr. Di Pasquale: DOPING – USO E RILEVAMENTO – Ciccarelli Editore
- Dr. Di Pasquale: Problema doping – Ciccarelli Editore

Tali indicazioni hanno esclusivamente scopo informativo e NON intendono in alcun modo sostituirsi al parere di un medico o favorire l'utilizzo di steroidi anabolizzanti, né tanto meno promuovere specifici prodotti commerciali, eventualmente indicati a puro scopo informativo. Il ricorso agli steroidi anabolizzanti al di fuori dell'ambito medico è una pratica pericolosa ed aberrante dalla quale ci discostiamo CONDANNANDOLA E SCORAGGIANDOLA nella maniera più assoluta. Si veda a tal proposito la lista degli effetti collaterali generici relativi agli steroidi anabolizzanti o quanto pubblicato in calce all'articolo.
L'eventuale posologia e le modalità di utilizzo indicate per quanto concerne l'uso in ambito sportivo od estetico, NON hanno valenza di consiglio specifico; intendono bensì fornire un'informazione di carattere generale in linea con quanto diffuso dalle pubblicazioni scientifiche in materia (vedi bibliografia od altri testi sul doping), per limitare fenomeni di abuso, fermo restando che non esiste una posologia od una combinazione di farmaci sicura e priva di effetti collaterali. Per queste ragioni l'autore declina ogni responsabilità per danni, pretese o perdite, dirette o indirette, derivanti dall'utilizzo di tali informazioni.


BIBLIOGRAFIA PRINCIPALE (con all'interno riferimenti bibliografici a pubblicazioni mediche internazionali): William Llewellyn's ANABOLICS 2007


Alcuni dei più comuni effetti collaterali a cui potresti andare incontro utilizzando Steroidi Anabolizzanti...

Acne da Steroidi
Caso clinico: acne severa conglobata indotta da steroidi anabolizzanti androgeni.

A) Il paziente al tempo della sua immagine corporea ideale; il 21enne bodybuilder ha avuto una storia di abuso di steroidi anabolizzanti androgeni.B) Acne conglobata severa; le lesioni includono papule, pustole, ascessi e ulcerazioni profonde. C) Paziente dopo sei settimane di terapia antibiotica antisettica (si notino gli esiti cicatriziali permanenti). Fonte: Lancet


Ginecomastia da AnabolizzantiLa ginecomastia, termine medico indicante l'abnorme crescita di tessuto mammario nell'uomo (immagine a lato), è un altro effetto collaterale macroscopico degli steroidi anabolizzanti. Se non affrontata tempestivamente con una terapia farmacologica opportuna, tale condizione risulta pressoché irreversibile; l'unica valida soluzione è rappresentata da un intervento chirurgico specifico.

Nei soggetti geneticamente predisposti, l'alopecia androgenetica ("caduta dei capelli) e l'eccessiva crescita della peluria corporea rappresentano ulteriori effetti macroscopici indesiderati di queste sostanze.

Tra gli altri effetti collaterali degli steroidi anabolizzanti, si ricordano: ipertensione, infertilità temporanea negli uomini, atrofia (rimpicciolimento) dei testicoli, ipertricosi e virilismo (nella donna, crescita dei peli e dei caratteri sessuali maschili), alterazioni mestruali, gravi anomalie dello sviluppo fetale (se assunti durante la gravidanza), blocco della crescita (se assunti durante l'adolescenza), disfunzioni epatiche, aumento del rischio cardiovascolare, aumento dell'aggressività e degli sfoghi di rabbia fino a veri propri quadri di psicosi e dipendenza fisica in caso di utilizzo prolungato (pensieri ed atteggiamenti omicidi durante l'assunzione, pensieri ed atteggiamenti suicidiari durante l'astinenza). La dipendenza psico-fisica nei confronti di tali sostanze fa sì che, anche iniziando un ciclo di assunzione a bassi dosaggi per limitare possibili effetti collaterali, l'utilizzatore - per quanto informato e "coscienzioso" - potrebbe cadere in un circolo vizioso per cui, al crescere delle dosi e dei tempi di assunzione, gli effetti collaterali diverrebbero sempre più gravi ed evidenti fino a sfociare nei casi limite, per questo solo apparentemente "esagerati", evidenziati nelle foto.





Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015