Allenamento portiere

Se il pallone arriva troppo veloce o lontano dal punto in cui si trova il portiere, è necessario tuffarsi, cioè dare vita ad un'azione aerea con successiva ricaduta.
Il tuffo cambia a seconda dell'altezza, della distanza e della velocità del pallone. In caso di palloni radenti, vicini ed improvvisi, il portiere deve togliere l'appoggio del piede di spinta al fine di velocizzare la caduta. Se i palloni arrivano radenti da media distanza, il portiere deve compiere un passo laterale dell'arto di spinta (che è quello interno rispetto al pallone) e il corpo deve essere indirizzato verso la palla; la presa viene effettuata con i pollici convergenti.
Il tuffo sui palloni laterali a mezza altezza è il più facile da eseguire e da maggiori garanzie di successo. Lo spostamento laterale della gamba di spinta, cioè quella più vicina alla palla, è simile a quello del tuffo radente. La differenza sta nel caricamento della gamba di spinta e nella direzione della spinta stessa, che deve essere rivolta in relazione alla palla ed alla sua altezza.

 

PRESA


La presa del pallone cambia a seconda che il pallone arrivi rasoterra, alto o a media altezza. Anche la velocità della palla è importante, senza contare il fattore scivolosità, che si ha quando le condizioni del campo non sono ottimali.
Le tecniche migliori per prendere la palla rasoterra possono essere così riassunte:

  1. mantenere le gambe distese, flettendo il busto in avanti frontalmente al pallone in arrivo;
  2. posizionarsi in ginocchio laterale, con il busto ruotato verso la direzione di arrivo della palla.

La tecnica delle gambe distese viene utilizzata quando il portiere si trova già dietro la direzione della palla: le gambe sono distese ma non rigide ed i piedi sono leggermente divaricati. Un attimo prima che arrivi il pallone, il busto viene flesso in avanti, le braccia si protendono avanti-basso e le mani si portano verso la palla con i pollici rivolti all'esterno. Non appena il pallone viene preso con le mani, queste lo chiudono e lo guidano sulle braccia, per poi portarlo al petto.

Nella parata in ginocchio laterale, il ginocchio che si flette è quello opposto alla direzione di spostamento. I piedi sono orientati nella direzione dello spostamento, mentre il tronco è spostato verso il pallone. Le braccia vengono portate in basso e le mani rivolte in avanti con i pollici in fuori.


Palloni che arrivano a mezza altezza: dalla posizione di attesa, le braccia si protendono verso la palla con i palmi delle mani rivolte verso il basso ed i pollici verso l'esterno. La palla viene fermata al petto e le braccia la trattengono.
Quando il pallone arriva alto, sopra la testa o all'altezza della testa, le mani devono essere poste dietro la corsa della palla, le braccia tese (ma morbide) e le mani rivolte verso il pallone con i pollici convergenti. Le dita sono aperte e tese, ma in grado di ammortizzare l'arrivo della palla.

 

DEVIAZIONE


La deviazione viene effettuata quando il portiere non è in grado di prendere la palla in modo sicuro. Di solito, il portiere si distende in tuffo e raggiunge il pallone con una mano sola deviandone la traiettoria e mandando la palla verso una zona non pericolosa. La deviazione può essere effettuata anche tramite il palmo della mano o con il pugno chiuso.
In occasione di tiri violenti o con palloni bagnati, è possibile effettuare la respinta con i due pugni chiusi.
Per i palloni che arrivano frontalmente, si consiglia di usare tutti e due i pugni: nel momento in cui avviene il contatto con la palla, le braccia devono estendersi ed indirizzarla verso l'alto.
 
RIMESSA CON LE MANI


Se il compagno si trova appena fuori dall'area di rigore (o più vicino) e non vi è l'azione disturbatrice dell'avversario, la palla può essere trasmessa dal portiere facendola rotolare rasoterra fino ai piedi del giocatore, il quale potrà così riprendere l'azione rapidamente.
Nel caso in cui si voglia lanciare un pallone velocemente, o il campo sia bagnato, si può trasmettere la palla attraverso un movimento che parte da sopra la spalla e di seguito porta la palla a picchiare per terra per farla arrivare ad altezza e velocità controllabili dal compagno.
Se il giocatore che si vuole raggiungere e lontano dal portiere, si usa la rimessa a bilanciere, si porta cioè il braccio (con la palla) per fuori-dietro e, attraverso un'azione di torsione del busto, in avanti con successivo rilascio della palla.

 

RIMESSA CON I PIEDI


Quando la palla oltrepassa la propria linea di fondo campo a causa dell'avversario, viene effettuata la rimessa con i piedi all'interno dell'area di porta.

 

RINVIO


Il rinvio può essere effettuato al volo, oppure di drop. Il rinvio al volo viene eseguito calciando la palla davanti a se.
Il rinvio di drop si esegue nel caso in cui il terreno sia in buone condizioni. Il pallone viene lanciato in avanti e calciato sul rimbalzo del pallone sul terreno di gioco. In questo caso il pallone avrà una traiettoria più tesa e facilmente giocabile dagli attaccanti, ma è meno preciso e più soggetto ad errore.


« calcio»



ARTICOLI CORRELATI

A cura di: Lorenzo Boscariol


Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?Mal di testa da aereo: come si manifestaMal di testa da aereo: causeIl computer causa mal di testa?Mal di testa da gelato: come evitarlo