La nuova frontiera nel training: il legame tra neurofisiologia e sport

A cura del Prof. Guido M. Filippi

 

Soggetti patologici


I pazienti operati di ACL, tutti atleti, sono stati scelti in quanto considerati un buon modello in cui il sistema propriocettivo articolare è stato perso (Johansson H (1991) J Electromyogr Kinesiol 1:158-179; Shiraishi Muscolo et al. (1996) Clin J Sport Med 6:32-39). Inoltre la chirurgia del ginocchio in ambito atletico è una presenza spiacevole ma non rara.

Il recupero di tali pazienti è in genere incompleto probabilmente a causa di tale deficit propriocettivo L'applicazione  del protocollo sopradescritto, valutato in doppio cieco, ha prodotto un immediato (a 24 ore dal trattamento) incremento della stabilità su una sola gamba ad occhi chiusi (24%), aumentata fino al 32% dopo 270 giorni, contro il 12% dei soggetti non trattati e riabilitati solo tradizionalmente (Figura 21).

 

Figura 21. Effetti della vibrazione sul Quadricipite della gamba operata (3 applicazioni al giorno per 3 giorni consecutivi, a 30 giorni dall'intervento). O-NV stabilità sulla gamba operata ad occhi chiusi, in soggetti non vibrati ma trattati con fisioterapia tradizionale. O-V stabilità sulla gamba operata ad occhi chiusi, in soggetti vibrati e trattati con fisioterapia tradizionale, analoga al gruppo precedente. Si noti come già 24 ore dopo la fine del trattamento vibratorio la stabilità nei pazienti O-V sia significativamente migliore che nei pazienti O-NV. Si noti anche il trend di miglioramento nel tempo, nei O-V, tipicamente assente nei pazienti O-NV.
Inoltre gli stessi pazienti trattati hanno mostrato a 270 giorni un recupero di forza pari alla gamba non operata. Il trattamento è stato eseguito a 30 giorni dall'intervento chirurgico.

 

CONCLUSIONI


Gli effetti del protocollo applicativo e del Cro®System appaiono nello sport caratterizzati da:

  • un lungo tempo di persistenza (mesi) a fronte di 90 minuti di trattamento
  • un marcato aumento della forza
  • un marcato aumento della resistenza alla fatica
  • un aumento della coordinazione motoria.

Tali effetti sono probabilmente dovuti ad un rimodellamento funzionale delle reti di controllo motorio relative al distretto muscolare trattato, come anche studi in corso sulla corteccia cerebrale stanno dimostrando. Tale rimodellamento probabilmente induce una migliore gestione articolare, focalizzando l'attività muscolare necessaria ad ottimizzare la stabilizzazione e riducendo le cocontrazioni (anche di ciò si sta trovando il correlato corticale: dati in pubblicazione). La migliore stabilità articolare permette l'aumento della forza esplosiva e le diminuite cocontrazioni riducono la spesa energetica, aumentando al tempo stesso la velocità di esecuzione. Tutto ciò aumenta “la fluidità del gesto” e rende ragione del drastico crollo degli infortuni in uno sport come il calcio professionistico.
La straordinaria efficacia nel recupero del controllo articolare dopo ricostruzione dell'ACL, testimonia inoltre la possibilità di impiego della metodica nel recupero degli atleti infortunati, in quanto permette sia tempi di riabilitazione drasticamente più brevi, sia ottenere quanto la sola fisioterapia tradizionale non riesce ad ottenere, od ottiene in tempi molto lunghi.
Nel corso di questi anni sono stati eseguiti migliaia di trattamenti, non solo in campo sportivo, ma, soprattutto in campo riabilitativo, con particolare attenzione a patologie neurologiche di elevata gravità come sclerosi multipla, esiti di ictus, paralisi cerebrali infantili. Non sono mai state osservati effetti collaterali e il trattamento è eseguito con risultati assolutamente inediti in bambini di 4-5 anni.
La caratteristica di essere una vibrazione localizzata consente di agire localmente sui gruppi muscolari più importanti nella specialità o sulle disarmonie muscolari proprie di ogni specialità, ma anche del singolo atleta.
Alcune considerazioni vanno fatte sul doping ed il Cro®System. Il doping per sua natura spinge il soggetto oltre i suoi limiti fisiologici. Il protocollo qui descritto si limita a rendere più efficiente i fisiologici meccanismi di controllo. L'aumento di resistenza alla fatica non dipende da una spesa energetica abnorme non rilevata dal Sistema Nervoso, ma da una minore spesa in ciascun movimento, grazie a diminuite cocontrazioni. Il fatto è stato anche rilevato mediante valutazione dell'acidosi lattica subito dopo le gare negli atleti di nuoto: tempi drasticamente migliori erano associati a livelli di acido lattico identici a quelli rilevati in gare precedenti, ma con prestazioni ben inferiori. L'aumento della forza sviluppata non dipende da un'insensibilità al dolore, ma da una migliore stabilizzazione articolare.
La procedura naturalmente non crea l'atleta. Si limita a far funzionare meglio quanto l'atleta ha.
Le capacità del trainer e la fatica dell'atleta dovranno sfruttare tali effetti.


PRINCIPALI PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE:

  • Brunetti  O, Botti FM, Roscini M, Brunetti A,  Panichi  R, Filippi  GM, Pettorossi VE Effects of quadriceps muscle vibration on leg power and knee joint laxity of female volleyball players. in submission
  • B Marconi, GM Filippi, G Koch, V Giacobbe, C Pecchioli, VM. Saraceni, C Caltagirone Long-term effects on corticomotor excitability induced by repeated muscle vibration in the leg motor area of elderly subjects in submission
  • Camerota F, Galli M, Celletti C, Vimercati S, Cimolin V, Tenore N, Filippi GM, Albertini G. Quantitative effects on gait pattern of repeated muscle vibrations: a 5-yr-old case study.in submission
  • Marconi B,  Filippi GM, Koch G, Pecchioli C, Versace V, Camerota F, Saraceni VM, Caltagirone C. Long-term effects on cortical excitability and motor recovery induced by repeated muscle vibration in chronic stroke patients. In stampa Neurorehabilitation and Neural Repair 2011 Jan;25(1):48-60.
  • Filippi GM, Brunetti O, Botti FM, Panichi R, Roscini M, Camerota F, Cesari M, Pettorossi VE. Improvement of stance control and muscle performance induced by focal muscle vibration in young-elderly women: a randomized controlled trial. Arch Phys Med Rehabil. 2009 Dec;90:2019-25
  • Marconi B, Filippi GM, Koch G, et al. Long-term effects on motor cortical excitability induced by repeated muscle vibration during contraction in healthy subjects. J Neurol Sci 2008b;275:51-9
  • Fattorini L, Ferraresi A, Rodio A, Azzena GB, Filippi GM. Motor performance changes induced by muscle vibration. Eur J Appl Physiol 2006;98:79-87.
  • Brunetti O, Filippi GM, Lorenzini M, Liti A, Panichi R, Roscini M, et al. Improvement of posture stability by vibratory stimulation following anterior cruciate ligament reconstruction. Knee Surg Sports Traumatol Arthrosc 2006;14:1180 - 7.
« 1 2 3 4 5 6 7 8  


ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?Mal di testa da aereo: come si manifestaMal di testa da aereo: causeIl computer causa mal di testa?Mal di testa da gelato: come evitarlo