Il muro

Il muro è la risposta naturale di opposizione che i giocatori di rete mettono in atto in conseguenza all'attacco dell'avversario.


Tecnica del muro. Il muro consiste in un salto che si combina all'innalzamento delle braccia tese in alto, in modo tale da formare, con le mani, un piano di respinta del pallone verso il campo avversario.

L'esecuzione del muro si divide in quattro fasi:

1) posizione di partenza
2) caricamento
3) estensione
4) ricaduta

Posizione di partenza

Le gambe devono essere leggermente flesse, pronte a staccare
La distanza da rete deve essere di circa 50cm
Le braccia sono alte e con i gomiti davanti al viso
Le mani si trovano sopra l'altezza della testa e le dita sono bene aperte
I piedi devono essere paralleli, altrimenti la spinta in alto si tradurrà in una spinta in alto - avanti!

Caricamento

Ciò che caratterizza il caricamento è la chiusura dell'angolo tibio-tarsico, cioè quello tra la gamba ed il piede.

Estensione

È molto importante estendere gli arti superiori direttamente alto-avanti cercando una buona invadenza.

Ricaduta

Le gambe devono ammortizzare la ricaduta con un leggero piegamento; i piedi devono toccare terra più o meno contemporaneamente ed in buon equilibrio. Nella ricaduta, le braccia devono ritardare il più possibile il ritorno indietro, sia per aiutare a mantenere un buon equilibrio, sia per prolungare il tempo di efficacia del muro.

muro

 


PUNTI CHIAVE PER LA MIGLIORE RIUSCITA DEL MURO INDIVIDUALE


(Fonte: Vieira - Ferguson - VOLLEYBALL - Manuale di istruzione di base per allenatori e giocatori - Casa editrice: CALZETTI MARIUCCI)


Preparazione

1-Concentrarsi sull'alzatore
2-Dopo l'alzata concentrarsi sullo schiacciatore
3-Posizionare il corpo sul lato che schiaccia dello schiacciatore
4-Mantenere la posizione di attesa con le mani all'altezza delle spalle
5-Allargare bene le dita
6-Dopo il tocco dell'alzatore, piegare le ginocchia e alzare le mani
7-Mantenere la posizione alta durante lo spossamento

Esecuzione

1-Saltare dopo che ha saltato lo schiacciatore
2-Penetrare con le mani nel campo avversario
3-Tirare in dietro le mane
4-Ritornare a terra
5-Atterrare con entrambi i piedi

Prosecuzione

1-Piegare le ginocchia per attutire la discesa
2-Allontanarsi dalla rete
3-Guardare la palla
4-Ritornare nella posizione originaria
5-Prepararsi per l'azione successiva


Bibliografia

Lorenzo Boscariol - appunti di teoria, tecnica e didattica degli sport di squadra - pallavolo - università degli studi di Ferrara

Appunti da: I FONDAMENTALI NEL GIOCO DELLA PALLAVOLO - Prof. Luca Melotti - Anno accademico 2004-2005

Lorenzo Boscariol - stage presso Sisley Volley Treviso - Tutors di riferimento: Prof. D. Grigoletto e Prof. M. Zanin (rispettivamente preparatore atletico e allenatore settore giovanile)

Adriano Guidetti - PALLAVOLO '91 - Arcadia Libri Modena - 1991
Vieira and Ferguson - VOLLEYBALL - Manuale di istruzione di base per allenatori e giocatori CALZETTI MARIUCCI - 2000

N. Bertante e G. Fantoni - Pallavolo da Manuale - Demetra - Piccole Perle - 2001

Settore Scuola e Minivolley FIPAV - 10 unità didattiche - note tecniche e organizzative - Tipar Roma - 1998

Mario Gori - LA GRAMMATICA DEL GIOCO DELLA PALLAVOLO - Società Stampa Sportiva - Roma - 1981

Federazione Italiana Pallavolo - ALLA SCOPERTA DEL GIOCOSPORT DELLA PALLAVOLO - Società Stampa Sportiva Roma - 1992

 

« pallavolo »

A cura di: Lorenzo Boscariol

Bibliografia



Ultima modifica dell'articolo: 17/06/2016

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ