Fobie specifiche associate all'attività subacquea

A cura del Dott. Stefano Casali


Il DSM-IV-TR comprende tra i Disturbi d'Ansia anche la Fobia specifica, che è definita come "Paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o situazioni specifici". fobie subacqueoL'esposizione allo stimolo fobico provoca una risposta ansiosa immediata, che può prendere forma di un attacco di panico situazionale o sensibile alla situazione. La persona riconosce che la paura è eccessiva o irragionevole ed evita la situazione oppure la sopporta con intensa ansia e disagio. Esistono vari sottotipi di fobia specifica; quelle che si possono presentare durante lo svolgimento di un'attività subacquea si possono classificare nel modo seguente:

 

Tipo Animali. Questo sottotipo si riferisce alla paura dei pesci (Ittofobia) o, in modo più specifico, degli squali o Elasmofobia. A quest'ultima è correlata la Fagofobia o la paura di essere mangiati vivi. Questo sottotipo ha il suo esordio generalmente nell'infanzia.

Tipo Ambiente Naturale. Comprende la Talassofobia, che è un'irrazionale timore del mare, l'Idrofobia o paura dell'acqua (che esordisce solitamente nell'infanzia), la Batofobia o paura della profondità o di andare a fondo in caso di immersioni profonde e la Nictofobia o paura del buio in caso di immersioni notturne.

Tipo Situazionale. Include la Claustrofobia (paura di essere chiusi o incastrati) che può manifestarsi nelle immersioni in relitti o nella speleologia subacquea, la Barofobia (paura di essere schiacciati) scatenata dall'idea che la massa d'acqua che sta sopra possa schiacciare il subacqueo.

Altro tipo. Alcuni stimoli possono scatenare altre fobie come la Tanatofobia (paura di morire) o la Pnigofobia, che è la paura di non riuscire a respirare o di soffocare.
In ambito clinico il sottotipo più frequente è quello Situazionale, seguito dalla paura degli animali (squali, nel caso di chi effettua immersioni).

 

BIBLIOGRAFIA

 

1. Morgan, W.P. (1995). Anxiety and panic in recreational scuba divers. Sports Medicine, 20, 1-25.
2. DAN (1999). Diver Alert Network annual review of recreational scuba diving injuries and death, based on 1997 data". DAN, North Carolina, USA.
3. McAniff, JJ. (1988). United States Underwater Diving Fatality Statistics/ 1986-87. Report number URI-SSR-89-20. Rhode Island: University of Rhode Island, National Underwater Accident Data Centre.
4. Zeidner, M. (1998). Test Anxiety: State of Art. New York: Plenum.
5. Barlow, D.H. (1988). Anxiety and its Disorders: The Nature and Treatment of Anxiety and Panic. New York: Guilford Press.
6. Professional Association of Diving Instructors (1999). The PADI Divemaster Manual. Rancho Santa Margarita, CA: PADI.
7. Perugi G., Toni C., Musetti L., Petracca A., Cassano GB. (1999). Disturbi di Panico a agorafobia. In: Pancheri P., Cassano GB (eds). Trattato Italiano di Psichiatria. Milano, Masson, 2041-2071.
8. Morgan, W.P. (1999). Psychological outcomes of physical activity. In R.J. Maughan (Ed.), Basic Sciences for Sports Medicine, pp. 237-259, Oxford: Butterworth-Heinemann.
9. American Psychiatric Association (2001). DSM-IV-TR, Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali - Text Revision, Masson, Milano.
10. Baddeley, A.D., Cuccaro, W.J., Egstrom, G.H., Weltman, G., Willis, M.A. (1975). Cognitive efficiency of divers working in cold water. Human Factors, 17 (5), 446-454.
11. Dolmierski, R., Kwaitkowski, S.R., (1979). Neuropsychological aspects of the selection of candidates for the jpob of diver. Bulletin of the Institute of Maritime and Tropical Medicinein Gdynia (Gdansk), 30, 127-130.
12. Dolmierski, R., Kwaitkowski, S.R., Palubicki, J. (1980). Choice of candidates for saturated diving in the light of psychophysiological and psychiatric-neurological examinations. Bulletin of the Institute of Maritime and Tropical Medicinein Gdynia (Gdansk), 31, 157-164.
13. Gerstenbrand, F., Pallua, A.K., Pilsz, L.W., Karamat, E. (1987). Psychological screening methods for testing a diver's fitness. In: Gerstenbrand, F., Lorenzoni, E., Seeman, K., (Eds.), Tauchmedizin 4 - Tauchenfalle, Tauchen und Psyche Hannover: Schlutersche Verlgsan Stalt, 58-69.
14. Hickey, D.D. (1984). Outline of medical standards for divers. Undersea Biomedical Research, 11(4), 407-432.
15. Thyer, BA. (1992). Clinical Anxiety Scale (CAS). In: Hudson WW (Ed.) "The WALMYR Assessment Scale Scoring Manual", WALMYR Publishing Co., Temple, AZ.
16. Spielberger C.D., Gorsuch R.C., Lushene R.E. (1970). Manual for the State-Trait Anxiety Inventory (Self-Evaluation Questionnaire). Palo Alto, CA, Consulting Psychologist Press.
17. Zung, W.W.K. (1970). The measurement of anxiety. Copyrighy W.W.W. Zung.
18. Thalmann, E.D (1999). To Mix or Not to Mix: Is there a conflict with pseudoephedrine and enriched-air diving? Alert Diver.
19. Delphia, B., Freed, W. (1999). Depression: Its Treatment and Concerns Regarding Scuba Diving. Alert Diver.
20. Levano, B.G. (2000).Taking Drugs When You Dive? If You're Using Any Medication, Make Sure You're Informed About Drugs and Diving Before You Take the Plunge. Alert Diver.
21. Keane T.M., Fairbank LA., Caddell LM. & Zimering R.T. (1989). Implosive (flooding) therapy reduces symptoms of PTSD in Vietnam combat veterans. Behavior Therapy, 20: 245-260.
22. Maultsby, Maxie C., Jr. (1984). Rational Behavior Therapy. Englewood Cliffs, NJ: Prentice-Hall.


« 2 3 4 5 6 7 8 9 10


Ultima modifica dell'articolo: 19/04/2016