Esiclene formebolone, formildienolone

Prima di leggere l'articolo sul - Esiclene formebolone - accertati di essere a conoscenza degli effetti collaterali e delle ripercussioni legali derivanti dall'utilizzo degli steroidi anabolizzanti (regolamentate dalla legge in materia antidoping 14 dicembre 2000, n. 376 e successivi aggiornamenti, e dalla legge in materia di disciplina degli stupefacenti D.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309 e successivi aggiornamenti)


L'esiclene è un derivato del testosterone, simile, per certi aspetti, al più famoso dianabol e studiato proprio per ridurre l'elevata estrogenicità di questo steroide. Nonostante tale caratteristica impedisca la comparsa di effetti collaterali come ginecomastia e ritenzione idrica, la formulazione orale di questo farmaco non è particolarmente apprezzata dagli atleti. Essa, infatti, non è in grado di aumentare significativamente le masse muscolari, anche se in compenso esalta leggermente la definizione e la densità degli stessi. L'esiclene iniettabile si è invece dimostrato particolarmente irritante, tanto che l'iniezione causa un'immediata ed intensa risposta infiammatoria locale. L'accumulo di fluidi causa un rapido incremento dei volumi muscolari (sui bicipiti è possibile guadagnare fino a 3 cm di circonferenza), un effetto a dir poco apprezzato dai bodybuilder.

esicleneIl dolore post-iniezione è comunque molto fastidioso, al punto che gli sviluppatori di questo steroide  furono obligati ad aggiungere alla sospensione 20mg di LIDOCAINA (un potente anestetico). La nuova formula formebolone-lidocaina rese molto più sopportabile il dolore post iniezione.
Il Italia, negli anni 70', il formebolone è stato a lungo studiato. Come tutti gli steroidi è stato sviluppato con lo scopo dii aumentare l'attività anabolica e ridurre notevolmente l'effetto androgeno tipico del suo precursore (testosterone). Fu quindi prodotto dalla LPB italia, sia in forma orale che iniettabile, ed introdotto sul mercato con il nome commerciale di "Esiclene". Nel 1985 fu approvato per la cura di problemi dello sviluppo, grazie alla sua capacità di indurre significativi incrementi staturali e di massa muscolare.
Negli uomini il dosaggio orale, clinicamente prescritto, è di 5mg al giorno. Tale dose è nettamente più elevata nel mondo dello sport, in particolare nel body building, dove il dosaggio varia dai 15 ai 40 mg al giorno. Tali quantità sono sufficienti per inibire il catabolismo e e soprattutto per aumentare densità e definizione muscolare.

A causa della sua spiccata epatotossicità, la terapia dev'essere sospesa entro 6-8 settimane dall'inizio del trattamento. Seguirà un periodo di stop che avrà una durata analoga o superiore.
L'esiclene iniettabile agisce in modo diverso da quello orale, secondo quanto scritto poche righe fa. Quando in prossimità di una competizione si sceglie di aumentare il volume muscolare, per esempio di bicipiti, deltoidi o polpacci (l'esiclene volumizza soltanto i muscoli più piccoli), è bene considerare che l'effetto del farmaco è solo temporaneo e svanisce dopo circa 7 giorni. L'impiego di esiclene nella sua formulazione iniettabile è quindi da riservare esclusivamente alla settimana che precede l'esibizione.
Di solito gli atleti eseguono una  iniezione ogni altro giorno, partendo con dosaggi bassi (circa mezza ampolla) fino a portarsi in 2 settimane ad una ampolla completa (4mg), ottenendo così il massimo risultato in termini di volume, definizione e densità. Questo farmaco ha portato molti bodybuilders a vincere competizioni in cui non avrebbero mai primeggiato.

Oggi l'esiclene non viene più prodotto ma la sua fama ha contribuito alla diffusione di farmaci analoghi nel mercato nero (caverject).

 

EFFETTI ANABOLIZZANTI: nessun dato disponibile

EFFETTI ANDROGENIZZANTI: nessun dato disponibile

ATTIVITÀ ESTROGENICA: nessuna

ATTIVITÀ PROGESTINICA: nessun dato disponibile (bassa)


* l'ormone di riferimento è il metiltestosterone (100/100)


Tali indicazioni hanno esclusivamente scopo informativo e NON intendono in alcun modo sostituirsi al parere di un medico o favorire l'utilizzo di steroidi anabolizzanti, né tanto meno promuovere specifici prodotti commerciali, eventualmente indicati a puro scopo informativo. Il ricorso agli steroidi anabolizzanti al di fuori dell'ambito medico è una pratica pericolosa ed aberrante dalla quale ci discostiamo CONDANNANDOLA E SCORAGGIANDOLA nella maniera più assoluta. Si veda a tal proposito la lista degli effetti collaterali generici relativi agli steroidi anabolizzanti o quanto pubblicato in calce all'articolo.
L'eventuale posologia e le modalità di utilizzo indicate per quanto concerne l'uso in ambito sportivo od estetico, NON hanno valenza di consiglio specifico; intendono bensì fornire un'informazione di carattere generale in linea con quanto diffuso dalle pubblicazioni scientifiche in materia (vedi bibliografia od altri testi sul doping), per limitare fenomeni di abuso, fermo restando che non esiste una posologia od una combinazione di farmaci sicura e priva di effetti collaterali. Per queste ragioni l'autore declina ogni responsabilità per danni, pretese o perdite, dirette o indirette, derivanti dall'utilizzo di tali informazioni.


BIBLIOGRAFIA PRINCIPALE (con all'interno riferimenti bibliografici a pubblicazioni mediche internazionali): William Llewellyn's ANABOLICS 2007


Alcuni dei più comuni effetti collaterali a cui potresti andare incontro utilizzando Steroidi Anabolizzanti...

Acne da Steroidi
Caso clinico: acne severa conglobata indotta da steroidi anabolizzanti androgeni.

A) Il paziente al tempo della sua immagine corporea ideale; il 21enne bodybuilder ha avuto una storia di abuso di steroidi anabolizzanti androgeni.B) Acne conglobata severa; le lesioni includono papule, pustole, ascessi e ulcerazioni profonde. C) Paziente dopo sei settimane di terapia antibiotica antisettica (si notino gli esiti cicatriziali permanenti). Fonte: Lancet


Ginecomastia da AnabolizzantiLa ginecomastia, termine medico indicante l'abnorme crescita di tessuto mammario nell'uomo (immagine a lato), è un altro effetto collaterale macroscopico degli steroidi anabolizzanti. Se non affrontata tempestivamente con una terapia farmacologica opportuna, tale condizione risulta pressoché irreversibile; l'unica valida soluzione è rappresentata da un intervento chirurgico specifico.

Nei soggetti geneticamente predisposti, l'alopecia androgenetica ("caduta dei capelli) e l'eccessiva crescita della peluria corporea rappresentano ulteriori effetti macroscopici indesiderati di queste sostanze.

Tra gli altri effetti collaterali degli steroidi anabolizzanti, si ricordano: ipertensione, infertilità temporanea negli uomini, atrofia (rimpicciolimento) dei testicoli, ipertricosi e virilismo (nella donna, crescita dei peli e dei caratteri sessuali maschili), alterazioni mestruali, gravi anomalie dello sviluppo fetale (se assunti durante la gravidanza), blocco della crescita (se assunti durante l'adolescenza), disfunzioni epatiche, aumento del rischio cardiovascolare, aumento dell'aggressività e degli sfoghi di rabbia fino a veri propri quadri di psicosi e dipendenza fisica in caso di utilizzo prolungato (pensieri ed atteggiamenti omicidi durante l'assunzione, pensieri ed atteggiamenti suicidiari durante l'astinenza). La dipendenza psico-fisica nei confronti di tali sostanze fa sì che, anche iniziando un ciclo di assunzione a bassi dosaggi per limitare possibili effetti collaterali, l'utilizzatore - per quanto informato e "coscienzioso" - potrebbe cadere in un circolo vizioso per cui, al crescere delle dosi e dei tempi di assunzione, gli effetti collaterali diverrebbero sempre più gravi ed evidenti fino a sfociare nei casi limite, per questo solo apparentemente "esagerati", evidenziati nelle foto.



ARTICOLI CORRELATI


Ultima modifica dell'articolo: 06/10/2016

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?Mal di testa da aereo: come si manifesta