Tecnica nel gioco del calcio

Esistono vari modi per calciare la palla: se il pallone è rivolto verso la porta avversaria, parleremo di tiro; se l'intento è quello di liberare la propria zona pericolosa calciando il pallone lontano, si tratterà di tiro liberatore; se invece l'obiettivo è quello di passare la palla al compagno, allora possiamo parlare di passaggio.
La buona riuscita di un tiro e determinata dai seguenti fattori:

  1. piede calciante;
  2. piede d'appoggio;
  3. modalità di calcio della palla.

La palla può essere colpita attraverso varie parti del piede: interno piede, esterno piede, collo piede, interno collo piede, esterno collo piede, punta e tacco.
Le traiettorie del pallone possono essere: rasoterra, alte o a mezza altezza.
Le direzioni dei passaggi o dei tiri possono essere: orizzontali, diagonali o verticali.

Calcio di interno piede

Il calcio di interno piede viene utilizzato per i passaggi o per i tiri e può essere eseguito sia da fermi che in movimento.
Questo fondamentale è il più sicuro per i passaggi rasoterra e il piede d'appoggio viene posizionato di fianco al pallone, con la gamba leggermente piegata al ginocchio. Il piede calciante deve essere posizionato con la pianta parallela al terreno ed il busto deve avere il baricentro sopra il centro della palla.

Calcio di interno collo piede

tecnica calcioQuesta modalità di calciare la palla viene utilizzata per i passaggi ed i tiri di media e lunga distanza, oppure per effettuare cross o calci di punizione anche ad effetto.

La rincorsa è obliqua rispetto alla direzione che si vuol dare al pallone: se si calcia con il destro la rincorsa è sulla sinistra, se invece si calcia col sinistro la rincorsa è sulla destra.

Il piede portante va collocato più distante dal pallone rispetto al calcio di piatto, mentre il piede calciante deve essere proteso verso il basso e la caviglia leggermente girata verso l'esterno.

Il busto deve essere mantenuto leggermente flesso in avanti verso la gamba portante, mentre lo sguardo è rivolto al pallone.

La traiettoria del tiro sarà più o meno alta a seconda dell'inclinazione del corpo e del punto in cui si vuole colpire il pallone.

Non dobbiamo dimenticare che l'ultimo passo della rincorsa deve essere più lungo rispetto agli altri.

Calcio di collo piede

Questo fondamentale viene utilizzato soprattutto per i tiri in porta o per quelli liberatori.

Il contromovimento ed il movimento coincidono con la direzione del calcio e ciò permette di imprimere maggiore velocità al pallone.

Il piede d'appoggio va posto lateralmente alla palla, mentre il ginocchio della gamba calciante deve trovarsi sopra la palla nel momento in cui avviene il contatto con il piede. La punta del piede deve essere rivolta verso il basso e rimanere in questa posizione anche dopo aver colpito la palla.

Calcio di esterno collo piede

Il calcio di esterno collo piede viene spesso utilizzato per tirare in porta, sia con i palloni in movimento, che con palloni da fermi.
È particolarmente efficace quando i palloni arrivano dall'alto, al volo o di controbalzo.
La rincorsa è generalmente dritta, ma può essere, in alcuni casi, ricurva.
Al momento del contatto con il pallone, lo sguardo deve essere sempre rivolto verso la palla.

Calcio di esterno piede

Si usa per i passaggi brevi o per dare al pallone effetti o giri che permettono al compagno un miglior controllo della palla.

Calcio di punta

Si utilizza soprattutto nei momenti di emergenza, quando cioè non è possibile impostare alcun tipo di calcio senza rischiare di arrivare dopo l'avversario. I passaggi e i tiri in porta vengono eseguiti con precisione approssimativa. È molto usato quando le condizioni del campo sono pessime (campo bagnato), per imprimere più forza alla palla e permettere che avanzi.

Calcio della palla di tacco

È un fondamentale che richiede elevata sensibilità tattile, coordinazione e visione periferica. Viene utilizzato in occasione di azioni spettacolari. 


« calcio»


ARTICOLI CORRELATI

A cura di: Lorenzo Boscariol


Ultima modifica dell'articolo: 31/12/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?Mal di testa da aereo: come si manifestaMal di testa da aereo: causeIl computer causa mal di testa?Mal di testa da gelato: come evitarlo