Evista ® - Raloxifene cloridrato

A cura di Ivan Mercolini


Evista è un farmaco indicato per il trattamento e la prevenzione dell'osteoporosi nelle donne dopo la menopausa. Evista riduce significativamente il rischio di fratture vertebrali da osteoporosi, ma non quelle femorali. In genere, il trattamento con Evista per questo scopo è associato all'integrazione di calcio e vitamina D. Negli Stati Uniti e in altri paesi Evista è prescritto anche per ridurre il rischio di cancro al seno invasivo nelle donne in post menopausa.

Raloxifene cloridrato Formula di struttura del Raloxifene, principio attivo di Evista

La posologia è pari a 60 mg/die, equivalenti a una compressa che può essere assunta in qualunque momento della giornata. Il trattamento va poi protratto per lungo tempo, a discrezione del medico.
Il raloxifene è un modulatore selettivo dei recettori dell'estrogeno (SERM) di seconda generazione, non steroidale. Ha proprietà estrogeno-agonista sull'ossatura, ed ha invece proprietà estrogeno-antagonista su utero e tessuti del seno.
Tale prodotto non è usato solo in ortopedia, geriatria e oncologia, ma trova applicazione - e questo è meno noto - anche in andrologia/urologia.
Lo sanno bene i bodybuilders e i professionisti dell'immagine dopati, che recentemente usano anche questo prodotto illecitamente per controllare gli effetti dell'estradiolo nel proprio corpo durante cicli di anabolizzanti.
Evista è un SERM, e quindi ha effetti paragonabili ai più noti - e già trattati in una precedente lezione - Nolvadex e Clomid: i recettori hanno una maggiore affinità verso il Raloxifene rispetto agli estrogeni endogeni. Così il farmaco si lega ai recettori impedendo all'estradiolo in corpo di legarsi e di esibire i suoi effetti indesiderati. Si veda per approfondimenti la mia lezione ASSE HPTA: PREVENZIONE E RECUPERO NELLA FOTOMODA e STEROIDI: QUANDO NON FUNZIONANO. E' dimostrato che nell'uomo, l'uso del Raloxifene in ragione di 60 mg/die impedisce lo sviluppo della ginecomastia, indotta da malattie endocrine a da abuso di AAS.
Gli effetti collaterali più comuni denunciati dall'uomo durante l'uso di raloxifene sono: irritabilità, sbalzi d'umore, rigidità e/o dolore articolare, valori sballati transitoriamente nei profili lipidici ed epatici, libido fluttuante.
Si sente parlare poco di questo farmaco nel doping, in quanto pur avendo effetti sovrapponibili al Nolvadex ha un costo nel mercato nero quattro volte superiore. Nel doping è usato come terapia post ciclo (PCT: un processo che colma il tempo fra l'interruzione del ciclo e il ripristino dell'asse HPTA; si veda in merito, relativamente al settore della fotomoda, la mia già citata lezione precedente), in particolare dopo l'uso di farmaci come Anavar, Winstrol, Primobolan, Testosterone (propionato, enantato, cipionato), Trenbolone, Deca-Durabolin, Halotestin, Turinabol orale.


« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 »




Ultima modifica dell'articolo: 22/02/2016