Ansia e panico nell'immersione subacquea

A cura del Dott. Stefano Casali


Premessa

Un recente studio ha dimostrato che oltre la metà dei sub esperti intervistati ha sperimentato almeno una volta un attacco di panico [1]. Statistiche del DAN (Divers Alert Network) [2] e dell'Università del Rhode Island [3] sostengono che il panico è stato responsabile del 20-30 percento degli incidenti mortali in immersione ed è probabilmente la prima causa di morte nelle attività subacquee. In una situazione di panico, il sub ha una sola cosa in mente: raggiungere la superficie il più rapidamente possibile; in simili circostanze dimentica di respirare normalmente, con il risultato di una possibile embolia gassosa arteriosa. Zeidner [4] evidenzia che le prime fasi di molte forme di stress possono associarsi all'ansia e sottolinea come di quest'ultima faccia parte il timore di andare incontro ad un incidente. Questa paura può essere reale o simbolica. Secondo Zeidner le principali caratteristiche di questo tipo d'ansia sono:

A. L'individuo percepisce la propria situazione come minacciosa, difficile o impegnativa;

B. L'individuo considera la sua capacità di far fronte a questa situazione come insufficiente;

C. L'individuo si concentra sulle conseguenze negative che conseguiranno al suo fallimento (di risolvere i problemi), piuttosto che concentrarsi sul trovare delle possibili soluzioni alle sue difficoltà.

L'ansia persistente per un lungo periodo di tempo può degenerare in uno stato di panico. L'ansia, comunque, fa sempre riferimento a un eccessivo senso di apprensione e timore. Caratterizzata da sintomi fisiologici, a volte di tipo neurovegetativo, può produrre sia sintomi di tipo fisico che psicologico. L'ansia può determinare dubbi sulla natura e la realtà della minaccia così come dubbi riferiti a se stessi relativi alla capacità di affrontare la situazione. I sintomi fisici possono variare grandemente, dalla sudorazione delle mani e la tachicardia delle forme medie fino all'agitazione psicomotoria, alla paralisi emotiva o allo scatenarsi di un attacco di panico o di una reazione fobica. La differenza è solo un fatto tecnico. Ansia subacqueaI sintomi dell'ansia variano da persona a persona, da una situazione all'altra e anche da un momento ad un altro nello stesso soggetto.
L'ansia serve ad uno scopo ben preciso: è un allarme ad una minaccia, che ha un valore di sopravvivenza. La fuga è la risposta comportamentale più tipica alla paura. Occasionalmente è però necessaria un'azione diretta (combattere invece di scappare) e un'attivazione fisiologica può provocare a volte una reazione da eroe, come attaccare uno squalo o gettarsi nelle acque fredde di un fiume per salvare un cane che sta per affogare. Alcuni studi hanno evidenziato che un livello medio di ansia garantisce una prestazione ottimale in certe situazioni. Le persone che sperimentano un grado di ansia che va da leggera a moderata hanno un grado di "arousal" che consente loro un livello prestazionale migliore delle persone che non provano ansietà. Un livello medio provoca a volte un aumento della motivazione a concentrarsi sulle proprie finalità. Un eccesso tende, invece, a far incentrare l'individuo su se stesso e sulle proprie paure allontanandolo dai suoi obiettivi. Un basso livello d'ansia può aiutare il subacqueo ad essere più prudente. Un eccessivo stato d'ansietà può condurre a quella dimensione cognitiva e percettiva ridotta, nella quale la concentrazione e l'attenzione del subacqueo può spostarsi su timori interiori facendogli trascurare aspetti importanti, come la risalita lenta verso la superficie. Il panico, invece, può essere un segnale quando si presenta uno stimolo oppure può insorgere in modo spontaneo se si presenta in assenza di un elemento scatenante (a parte, forse, un semplice pensiero o un'idea); in confronto con "l'attacco o fuga" dell'ansia, i segni e i sintomi del panico sono più pronunciati. L'attacco di panico ha un esordio improvviso, raggiunge molto rapidamente un picco sintomatologico (10 minuti o meno dall'insorgenza), svanisce entro 60 minuti ed è spesso accompagnato da un senso di catastrofe imminente e dall'urgenza di allontanarsi. La sintomatologia del panico è molto più debilitante della crisi d'ansia; il pensiero razionale viene sospeso e le persone possono restare bloccate, ad esempio rimangono fisse in una posizione oppure reagiscono in modo imprevedibile o in modo da mettersi in pericolo [5].


2 3 4 5 6 7 8 9 10 »


ARTICOLI CORRELATI

Apnea Subacquea - Rischi e PericoliApnea Subacquea - Sicurezza e PrevenzioneEmbolia GassosaApnea Subacquea - Rischi e Pericoli - Flora e FaunaApnea Subacquea - Stato pre-sincopale o Samba e Black-outSintomi Otite barotraumaticaSintomi Sindrome da decompressioneAnsia da Immersione Subacque e Desensibilizzazione sistematicaFobie specifiche associate all'attività subacqueaMetodi per prevenire gli attacchi di panico durante l'attività subacqueaPanico nell'immersione subacqueaTecniche per prevenire gli attacchi di panicoTecniche per prevenire gli attacchi di panico - 3a parteSubacquea su Wikipedia italianoUnderwater diving su Wikipedia ingleseSindrome ansiosaSindrome ansiosa: rimedi naturaliAnsiaFarmaci per la cura dell'AnsiaIpocondriaAnsiolitici - Farmaci AnsioliticiFobia Sociale - Cause e SintomiIntegratori per l'ansiaNevrosiRimedi per l'AnsiaTranquillanti - Farmaci TranquillantiKava kavaTisane contro ansia ed insonniaAgorafobia - Cause e SintomiAnsia - cos'è l'ansia?Ansia - ErboristeriaAnsia Anticipatoria - Cause e SintomiAnsia da Prestazione - Cause e SintomiAnsia da Separazione - Cause e SintomiAnsia, stress e Back ScoolAnsia: normalità o patologiaCombattere Stress ed Ansia con il Training AutogenoCymbalta - Foglietto IllustrativoDisturbi d'ansiaInfuso sedativo di MelissaIrrequietezza - Cause e SintomiLa valeriana e le sue proprietà sedativeSintomi AnsiaSintomi IpocondriaSomatizzazione - Cause e SintomiTisana calmante ai fiori di arancioTisana contro Nervosismo e Sindromi AnsioseTisana SedativaTisana sedativa a base di valeriana, melissa e passifloraTisana sedativa con MelissaTisana sedativa con valerianaTisana sedativa con valeriana, luppolo e passifloraAnsia su Wikipedia italianoAnxiety su Wikipedia inglese