La spondilolistesi

Definizione, sintomatologia, diagnosi, rieducazione



La spondilolistesi è una patologia della colonna vertebrale  caratterizzata dallo scivolamento di una vertebra sull'altra.

Questo scivolamento può manifestarsi in avanti rispetto alla vertebra sottostante (anterolistesi) oppure posteriormente (retrolistesi) o lateralmente (laterolistesi). Più la persona è giovane e più il rischio di uno scivolamento in avanti aumenta.

La maggior parte delle spondilolistesi sono in realtà delle anterolistesi che colpiscono più frequentemente la quarta e la quinta vertebra lombare. Questa condizione interessa circa il 3-7% della popolazione.

La spondilolistesi può essere congenita, derivare da un evento traumatico o dalla ripetizione di continue sollecitazioni a carico della colonna vertebrale (fratture da stress). Gli sport più soggetti a questo tipo di lesione sono i tuffi, la ginnastica artistica, il sollevamento pesi ed il golf. La spondilolistesi è infatti facilitata dai frequenti inarcamenti della colonna (a volte protratti fino al suo limite di estensione fisiologico) tipici di questi sport.


In ogni caso la spondilolistesi si associa quasi sempre ad una spondilolisi (rottura dell'istmo vertebrale)


spondilolistesi anterolistesi

Sintomi

Per approfondire: Sintomi Spondilolistesi


I sintomi ed i problemi tipici della spondilolistesi dipendono dal grado di scivolamento e dalla velocità con cui questo avviene.


Generalmente si manifesta con una leggera lombalgia caratterizzata da un lieve ma fastidioso dolore nella zona dove è avvenuto lo scivolamento vertebrale .

Il dolore si localizza maggiormente nelle posizioni che accentuano la lordosi lombare (estensioni del rachide) e  si riduce nelle posizioni che la diminuiscono (flessione del rachide). Negli adolescenti, per esempio, appaiono solitamente al termine dello sforzo fisico.


In alcuni casi la spondilolistesi può essere del tutto asintomatica, in altri può associarsi a sciatica.


La spondilolistesi si diagnostica a seconda del tipo ed entità, tramite una radiografia più o meno approfondita.

Farmaci

Leggi l'articolo di approfondimento.

Tecniche rieducative in palestra

Gli esercizi svolti in palestra devono per prima cosa ridurre al minimo le sollecitazioni alla colonna vertebrale onde evitare di aggravare ulteriormente il problema (evitare esercizi come squat, stacchi, curl con bilanciere da posizione eretta, torsioni del busto, corsa su tapis roulant non ammortizzati o su terreni  molto duri ecc.). Vanno altresì evitati tutti gli esercizi che accentuano l'iperlordosi lombare (lento con bilanciere, camminata in salita, ed esercizi di spinta in generale).


La seconda caratteristica degli esercizi mirati al miglioramento della condizione patologica associata a spondilolistesi è quella di agire sui muscoli stabilizzatori del bacino.


L'iperlordosi lombare è una condizione in cui si accentua la  normale lordosi lombare.


spondilolisi

In seguito a questo processo si vengono a creare degli squilibri che alterano la normale distribuzione dei carichi vertebrali.


Per ridurre l'iperlordosi lombare occorre in primo luogo riequilibrare lo scompenso tra la muscolatura posteriore del dorso e quella anteriore. Un programma finalizzato al raggiungimento di tale scopo deve procedere per tappe precise:


1) EDUCAZIONE POSTURALE:  tramite esercizi di controllo e  sensibilizzazione del bacino che hanno lo scopo di ricercare la posizione più favorevole al soggetto (generalmente una leggera retroversione)


2) POTENZIAMENTO DEI MUSCOLI ADDOMINALI (Vedi: Importanza dei muscoli addominali nella prevenzione della lombalgia ) E STRETCHING DEI MUSCOLI SPINALI, DEL MUSCOLO, ILEO PSOAS E  FLESSORI DELLA COSCIA.


spondilolistesi

In un secondo momento si possono associare al programma di potenziamento dei muscoli addominali esercizi di tonificazione per i muscoli ischiocrurali e GLUTEI.


E' inoltre opportuno cercare di potenziare anche i muscoli obliqui dell'addome, il quadrato dei lombi ed i lombari al fine di creare un vero e proprio corsetto muscolare in grado di migliorare la stabilità delle vertebre lombari.

Al termine di ogni lezione, è utile eseguire  esercizi di stretching  per decomprimere i dischi intervertebrali .

VEDI ANCHE: Esercizi per il mal di schiena

 

spondilolistesiSPONDILOLISTESI



Ultima modifica dell'articolo: 17/06/2016