SEI GRASSO? Lascia perdere le scuse

SOVRAPPESO E MITI DA SFATARE: capita spesso che una persona grassa giustifichi i suoi chili di troppo con alcune scuse che si dimostrano del tutto infondate. Vediamo quali sono le più comuni e i motivi per i quali in molti casi si tratta semplicemente di cattiva alimentazione e di ridotta attività fisica.

Grasso Ostinato?

scuse ingrassareMolte persone credono che una volta accumulato grasso in certe zone del corpo sia impossibile rimuoverlo.
In realtà il tessuto adiposo è soggetto ad un costante processo di rinnovamento per il quale ogni acido grasso rinnova la sua struttura nel giro di 10-15 giorni. Non esiste quindi grasso "vecchio" impossibile da eliminare, esiste casomai l'adiposità localizzata. Tale termine sottolinea la tendenza all'accumulo di grasso in una specifica zona corporea.
RICORDA CHE: l'adiposità localizzata è legata a fattori ormonali spesso influenzati dalla cattiva alimentazione e dalla mancanza di attività fisica. In caso di dimagrimento tale grasso sarà l'ultimo ad andarsene ma se imparate ad alimentarvi come si deve e a fare un po' di moto sicuramente se ne andrà.

Metabolismo Basso?

La più frequente delle scuse: sono grasso perché ho il metabolismo basso. In realtà anche in questo caso l'affermazione è poco credibile. Escludendo disfunzioni ormonali a parità di sesso e di massa muscolare le variazioni del metabolismo sono tutto sommato modeste.
RICORDA CHE: il meccanismo basale è principalmente influenzato dalla massa muscolare. Pensate che quattro cinque chili di muscoli in più vi consentirebbero di consumare fino a 5-600 calorie in più al giorno. Senza dubbio un motivo in più per iscriversi in palestra.

Mangio solo insalata e non dimagrisco

Altra scusa alquanto comune e altrettanto ingiustificata. Ma siete sicuri di mangiare davvero così poco? Vediamo alcuni esempi.
Mangi solo verdure o le condisci con un filo di olio? E questo filo di olio quanto è grande? Considera che un cucchiaio di olio apporta all'incirca 90-100 calorie.
Mangio solo pasta in bianco. Si ma quanta? Considera che un etto di pasta apporta all'incirca 350 calorie e che il suo potere saziante è molto basso.
Bevo qualche caffè. E lo zucchero dove lo metti? Considera che una bustina di zucchero apporta all'incirca 30-40 calorie. Stesso discorso per succhi di frutta e bibite zuccherate che in molti casi contengono più calorie di quanto si pensi.
Sono seguito da un dietologo, consumo ogni giorno 200 Kcal in meno di quelle che consumo, la domenica mangio un po' quello che voglio. Considera che in questo caso accumuli un deficit calorico di 1200 Kcal alla settimana, basta una pizza ben farcita alla domenica sera per riequilibrare la situazione.
RICORDA CHE: l'attività fisica aumenta di gran lunga il consumo calorico. Se conduci uno stile di vita sedentario potresti avere bisogno di molte meno calorie di quanto immagini ed hai visto com'è facile introdurne in eccesso. Basta parcheggiare la macchina un po' più lontano e qualche rampa di scale al giorno per innalzare il tuo consumo calorico.
Ricorda inoltre che il tuo organismo continua a bruciare più calorie anche al termine dell'attività fisica per rifornire le scorte energetiche e per garantire i processi di rinnovamento cellulare.

E' solo colpa della genetica

Mio padre è grasso, mia madre è grassa e io sono grasso, è evidente che si tratta di genetica.
In realtà fattori genetici complessi incidono per circa il 25% nello sviluppo dell'obesità. In ogni caso il più delle volte si tratta di disfunzioni nella regolazione dell'appetito e non di una malattia misteriosa che ci fa accumulare più grasso degli altri (se così fosse è bene fugare ogni sospetto con un controllo medico approfondito). Semplicemente ingrassiamo di più perché siamo portati a mangiare di più.
RICORDA CHE: l'indice di sazietà degli alimenti è fortemente influenzato dal loro contenuto in acqua e in fibre. Un motivo in più per consumare molta frutta, verdura ed alimenti a basso indice glicemico.


Riesco a perdere sei chili in un mese e poi...

E poi li riacquisti in tre settimane con gli interessi.  Forse non lo sai ma un chilogrammo di grasso ha un potere calorico di circa 7800 calorie. Significa che la perdita di 6 chilogrammi di adipe richiede una riduzione calorica complessiva di 46800 calorie rispetto al necessario, cioè 1500 calorie in meno al giorno.
Considerando che una donna di mezza età sedentaria ha un fabbisogno calorico quotidiano di circa 1500-1600 calorie per perdere 6 chilogrammi di adipe in un mese dovrebbe assumere solamente 50-100 calorie al giorno per 31 giorni. Una cosa a dir poco improponibile.
RICORDA CHE: diete dell'ultimo minuto non possono far altro che peggiorare la tua situazione diminuendo il metabolismo e facilitando il riacquisto del peso perso (diete yo-yo).

Non riesco a rinunciare a certi cibi ipercalorici

E' più forte di me non posso rinunciare al piacere del cibo. Non riuscirei mai a mangiare certi alimenti sconditi o a rinunciare al cioccolato e alle patatine fritte.
RICORDA CHE: il palato può essere gradualmente educato. Basta un minimo di forza di volontà e ridurre progressivamente l'aggiunta di zucchero e sale agli alimenti.


Un ultimo consiglio: quantità o qualità?

C'è gente che crede che l'unico aspetto importante di una dieta sia quello energetico. Tuttavia è molto importante considerare l'aspetto qualitativo oltre a quello quantitativo. Conservanti, additivi chimici, residui di pesticidi o di ormoni e metalli pesanti di certo non ti aiuteranno a dimagrire.
RICORDA CHE: è importantissimo ridurre al minimo l'introduzione di tossine con la dieta. Diminuire l'introduzione di cibo e preferire cibi di qualità ricchi di antiossidanti come la frutta e la verdura biologica ti aiuterà a perdere peso e a mantenerti in salute.
E' molto importante assumere tutti i macronutrienti (lipidi, carboidrati e proteine) nelle giuste proporzioni. In questo modo si evitano sbalzi glicemici che possono portare a lungo andare al sovrappeso e a fenomeni ben più gravi come la resistenza all'insulina ed al diabete.



Ultima modifica dell'articolo: 01/02/2016