Lavoro a turni e salute

A cura del Dott. Stefano Casali


« seconda parte


Fattori che influenzano la tolleranza al lavoro a turni

 

Caratteristiche individuali

Età

Sesso

Struttura circadiana

Personalità / comportamenti

Strategie di sonno

Stato di salute

Condizioni familiari e sociali

Stato coniugale

N° ed età dei figli

Atteggiamenti della famiglia

Lavoro del partner

Entrate economiche

Abitazione

Condizioni sociali

Supporto sociale

Pendolarismo

Servizi sociali

Coinvolgimento sociale

Tradizione di lavoro a turni

Organizzazione della comunità

Condizioni di lavoro

Misure compensative

Indennizzo monetario

Organizzazione del lavoro

Soddisfazione

Carichi di lavoro

Counseling

Orari di lavoro

Schemi di turno

Orari dei turni

Lavoro straordinario

Quantità di lavoro notturno

Orari flessibili

Partecipazione all'organizzazione

Modificazioni epidemiologiche

 

MIGLIORAMENTO DELLE
CONDIZIONI DI LAVORO

MIGLIORAMENTO DELLE
CONDIZIONI DI VITA


Legislazione

Alimentazione

Misure preventive di carattere generale

Condizioni fisiche

Riduzione del lavoro fisico pesante

Abitazione

Limitazione degli orari

Trasporti

Prolungati (straordinari)

Servizi sociali

Schemi di turno ergonomici

 

 

Azioni compensative

 

CONTRAPPESI

CONTROMISURE


> igiene del lavoro

> retribuzione

< carichi di lavoro

< turni notturni

Job enrichment

< orario di lavoro

 

> riposi e ferie

 

> pause per pasti e pisolini

 

> servizi sociali

 

> sorveglianza sanitaria

 

passaggio al lavoro diurno

 

Attenzione per

Disturbi del sonno

Disturbi digestivi

Asma e BPCO

Disturbi della funzione riproduttiva

Uso di farmaci / droghe

Emeralopia

Età > 45 anni

Personalità (ansia e nevroticismo)

Donne con bambini piccoli

Lungo pendolarismo


« 1 2 3


Ultima modifica dell'articolo: 14/09/2016